Scrutini esami di Stato 2019: ammissione alla maturità, come funziona

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino
scrutini

Manca ormai poco alla fine dell'anno scolastico. Gli studenti sono alle prese con le ultime interrogazioni. Poi sarà tempo di scrutini e, per quello dell'ultimo anno, dell'esame di Maturità 2019. Come ormai noto a tutti, la maturità, da quest'anno, cambia. Tante novità non solo per quanto riguarda le prove: le modifiche interessano anche i requisiti di ammissione.

Maturità 2019: tutti i requisiti di ammissione all'esame

Per essere ammessi agli esami di maturità, è necessario rispettare i seguenti requisiti:

  • Frequenza per almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato, salvo le deroghe previste dall’articolo 14, comma 7, del DPR n. 122/09;

  • Aver conseguito la sufficienza (6) in tutte le discipline. (Fatta salva la possibilità per il Consiglio di classe di ammettere l’alunno, con adeguata motivazione, anche con un voto inferiore a sei decimi in una disciplina o gruppo di discipline valutate con l’attribuzione di un unico voto);

  • Aver conseguito la sufficienza in condotta.

  • Maturità 2019: si può essere ammessi anche con insufficienze?

    Una delle novità riguarda il fatto che gli studenti verranno ammessi anche con insufficienze. Anche se non è corretto del tutto: infatti per l'ammissione vera e propria sarà ancora necessario avere la sufficienza in tutte le materie.
    Tenendo conto questo presupposto, se però un candidato si presenta agli scrutini con una - e una soltanto - insufficienza, l'intero Consiglio di classe, tramite una votazione, può decidere di portare quel 5 all'agognato 6. Tutto ciò avrà però ripercussioni sul credito scolastico del candidato stesso, che si vedrà necessariamente assegnare la fascia di crediti più bassa.

    Esame di Maturità 2019: prove Invalsi e Alternanza scuola/lavoro sono requisito di ammissione?

    Le prove Invalsi quest'anno non sono requisito di ammissione per la maturità, così come l'Alternanza Scuola/Lavoro. La loro operatività è stata rinviata, per ora, al prossimo anno scolastico.
    Tuttavia l'Alternanza scuola-lavoro giocherà comunque un ruolo molto importante all'interno dell'esame di Stato 2019.
    Infatti la tesina, il cavallo di battaglia di ogni maturando, è stata quasi sostituita dalla relazione che gli studenti dovranno redigere su una o più esperienze che hanno svolto nell'ambito dei progetti di Alternanza Scuola-Lavoro, da sottoporre quindi alla Commissione in sede d'esame orale.

    Maturità 2019: ammissione in casi particolari

  • Possono sostenere, nella sessione dello stesso anno, per abbreviazione per merito, il corrispondente esame di Stato, gli studenti iscritti alle penultime classi che nello scrutinio finale per la promozione all'ultima classe hanno riportato non meno di otto decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline e non meno di otto decimi nel comportamento

  • Per gli studenti con disabilità, il consiglio di classe stabilisce la tipologia delle prove d’esame e se le stesse hanno valore equipollente all’interno del piano educativo individualizzato.

  • Gli studenti con disturbo specifico di apprendimento (DSA) certificato sono ammessi a sostenere l'esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione sulla base del piano didattico personalizzato.

  • Riguardo all'ammissione agli esami di Stato degli adulti, nella valutazione finale sono comprese le discipline per le quali è stato disposto l’esonero dalla frequenza in seguito al riconoscimento di crediti specifici. La frequenza richiesta è di almeno tre quarti dell’orario stabilito nel percorso di studio personalizzato.
  • Potrebbe Interessarti
    ×
    Skuola | TV
    Ludovica Bizzaglia ospite della Skuola Tv!

    La giovanissima e bravissima attrice sarà la protagonista della prossima puntata!

    13 novembre 2019 ore 17:30

    Segui la diretta