Maturità 2020, la commissione sarà interna: come saranno scelti i professori

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
Nomina commissioni Maturità 2020

Come annunciato più volte dalla Ministra Azzolina, la Maturità 2020 sarà caratterizzata da alcuni cambiamenti rispetto agli Esami di Stato tradizionali a causa dell’emergenza sanitaria ancora in corso. Per far fronte a tutte le problematiche e le criticità dovute alla chiusura delle scuole e ai limiti della didattica a distanza, il Miur si è visto obbligato, in via del tutto eccezionale e straordinaria, a modificare l’assetto tradizionale delll’Esame di Stato.

A tal proposito, il Ministero ha pubblicato sul proprio sito ufficiale l’Ordinanza Ministeriale del 17 aprile 2020 nella quale stabilisce precise modalità di nomina delle commissioni interne e dei presidenti esterni per l’Esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2019/2020.

Guarda anche:

Maturità 2020: la commissione interna

La prima grande novità annunciata già da diverso tempo dalla Ministra Azzolina per rassicurare i maturandi, ha riguardato la composizione della commissione di esame, che quest'anno non vedrà presenti i commissari esterni. Infatti, a causa della pandemia che ha costretto docenti e studenti ad una nuova formulazione della didattica, rallentando di molto lo svolgimento dei programmi e le ordinarie valutazioni, il Miur ha ritenuto giusto concedere ai maturandi negli Esami di Stato 2020 una commissione formata da membri interni e da un presidente esterno che avrà il compito di sorvegliare sullo svolgimento corretto delle prove.

Maturità 2020: come viene nominato il presidente esterno

I presidenti esterni che dovranno sorvegliare il lavoro delle commissioni saranno assegnati dagli Uffici scolastici regionali in base alle preferenze espresse al momento della domanda di assegnazione.
Le nomine seguiranno alcuni criteri e alcune regole imprescindibili che stabiliscono l’assoluta estraneità del presidente dalla scuola dove presta servizio o dove negli anni precedenti ha prestato servizio, anche in qualità di presidente stesso di commissione.
Queste rigide regole di nomina sono finalizzate a mantenere il più alto grado di neutralità e imparzialità.
I docenti che saranno nominati come commissari interni di commissione inoltre non potranno presentare domanda per la nomina di presidenti esterni.


Maturità 2020: come vengono nominati i commissari interni

La commissione di Maturità 2020 sarà dunque completamente interna ma pur sempre formata da sei commissari in tutto. Come avverrà dunque la loro nomina e in base a quali criteri saranno scelti?
Secondo la nuova normativa disposta per gli Esami di Stato in arrivo, i commissari interni saranno scelti dal proprio Consiglio di classe (attraverso riunioni anche in modalità telematica) sia tra quelli di ruolo sia tra quelli con contratto determinato.
È tuttavia obbligatoria la presenza all’interno della commissione sia del docente di italiano sia del docente delle materie di indirizzo.
I docenti supplenti che inoltre sostituiscono un insegnante di ruolo, assente per almeno 90 giorni e che rientri in servizio dopo il 30 aprile 2020, saranno comunque nominati tra i commissari interni durante gli Esami di Stato 2020.
Infine, i professori che insegnano in più di un quinto superiore, possono essere membri interni di due classi/commissioni al massimo.

Clicca qui per leggere il decreto ufficiale del Miur
Skuola | TV
Buone vacanze!

La Skuola Tv torna a settembre, nel frattempo continua a seguirci!

1 settembre 2020 ore 11:00

Segui la diretta