Ominide 2892 punti

Le vite parallele di Plutarco

Bioi paralleloi, devono il titolo allo schema compositivo. Sono 22 coppie di biografie, è andata perduta solo la coppia Epaminonda e Scipione l'Africano maggiore. Abbiamo quattro biografie disposte in un unico complesso, i due Gracchi e due re di Sparta, Cleomene e Agide, che si distinsero per l'opera innovatrice che svolsero. Ci sono anche alcune biografie isolate, come quella di Arato, poi quelle degli imperatori dell'anno dei tre imperatori e la biografia del re persiano Artaserse.
 L'intento principale dell'opera biografica era di mettere in risalto figure della storia greca degne di reggere il confronto con i grandi della storia romana. Apparteneva ad una anzione sottomessa a Roma da lungo tempo, non ne contestava la dominazione anzi ne fu un collaboratore, non dimostra un atteggiamento sprezzante verso la cultura romana che traspare da molte opere del periodo, è però animato da un intento patriottico per dimostrare che il popolo greco anche dal punto di vista politico e militare era valido ma gli è mancata la coesione. Questo tema ritorna in alcune opere dei moralia nella Fortuna o il valore del re Alessandro, in cui afferma che fu maggiore il valore, combattendo la tesi di chi privilegiava la fortuna. 

In un altro opuscolo sostiene che il popolo romano fu grandemente favorito dalla buona sorte, non ne disconosce i meriti ma attribuisce il successo di Roma principalmente al favore della fortuna (tema della tuke, ce n'è anche una personificazione). L'accostamento del mondo greco con quello romano è significativo dell'aspetto morale, così è nata la concezione di una cultura classica unitaria. Rispetto a Polibio non riconosce la superiorità politica e militare ma la sua dignità culturale.
A volte gli accostamenti tra le vite avvengono in modo spontaneo, altre erano piu artificiali e forzati, come nel caso di Pericle e di Fabio Massimo. Rileva un principio di corrispondenza e di opposizione tra Roma e Grecia, la loro continuità culturale e il valore dell'indipendenza greca nel passato. Per il taglio delle singole biografie, si attiene al taglio peripatetico: i modelli di opuscolo biografico erano quello peripatetico, che si rifà alla scuola di Aristotele e un esempio è la vita di Euripide scritta da Satiro. La biografia di stampo alessandrino nasce in epoca ellenistica e si rifà ai pinakes di Callimaco, uno dei continuatori fu Ermippo il Callimacheo e ha il suo principale esponente in Svetonio, autore di biografie di 12 cesari. La biografia alessandrina ha un intento prevalentemente erudito e narra per sommi capi le vicende biografiche del personaggio, nella seconda parte è divisas in rubriche in cui vengono presi in esame vari aspetti della loro personalità. La biografia di stampo peripatetico/plutarchiano fonde l'analisi della personalità con le vicende biografiche, ha un'impostazione unitaria. Non mira tanto a fornire particolari curiosi ma soprattutto vuole educare i lettori, il personaggio diventa un modello di virtu o di vizio. Ci sono anche personaggi negativi (es Demetrio e Antonio).
 L'intento delle biografie, oltre che patriottico e culturale è anche etico e padegogico. Dal punto di vista storico forniscono molte notizie interessanti, attinge da molte fonti greche e romane ma come dichiara apertamente il suo intento non è fare storiografia, è perfettamente consapevole della distinzione tra genere biografico e storiografico. L'intento della biografia ha intento morale e pedagogico. Rielabora con libertà le fonti, offre un compendio delle vicende storiche ma non può sostituire le fonti storiche nè può esservi anteposto.
 Nel delineare i tipi morali dei suoi personaggi tiene presenti degli schemi che tengono conto del pensiero peripatetico, risalenti in parte da Aristotele stesso. Talvolta una coppia di biografie è sugellata da una sugkrisis, un confronto cioè uno sviluppo retorico risalente a Isocrate. Solitamente è volto a mettere in migliore luce il personaggio greco rispetto a quello romano. 

Hai bisogno di aiuto in Letteratura Greca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email