Lavoro, le professioni emergenti nel 2030: dallo Human-machine teaming manager ai... giornalisti

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino
isee universitario

Quali saranno le professioni vincenti nel futuro? Quali occupazioni si affermeranno entro il 2030? Tentare di rispondere a domande del genere può essere utile per capire meglio l’evoluzione del mercato del lavoro e intercettare in anticipo le nuove opportunità. Di fronte a un mondo del lavoro che evolve sempre più velocemente è necessario informarsi e rimanere aggiornati per conoscere le nuove professioni emergenti e iniziare a costruire subito il proprio futuro.


Uno studio realizzato da EY, Pearson e Manpower Group, sviluppa un modello predittivo su come cambierà il lavoro e le competenze in risposta al variare di macro-trend chiave, quali i cambiamenti ambientali, sociali, politici e tecnologici.

Naturalmente non si può affermare con certezza che le cose andranno così, ma le probabilità, assicurano gli esperti, sono molto alte. Un motivo in più per approfondire e, perché no, trovare ispirazione per le prossime scelte in ambito lavorativo.

I trucchi per sopravvivere al periodo degli esami


Leggi anche:


L'80% delle professioni muterà in Italia nel prossimo decennio


La rivoluzione digitale ed economica sta creando nuovi posti di lavoro, professioni autonome e opportunità di ogni genere. I risultati dello Studio di EY, Pearson e ManpowerGroup evidenziano come la transizione tecnologica e la crisi in atto avranno un ruolo chiave nel definire il futuro dell’occupazione, soprattutto come acceleratori dei processi di obsolescenza di competenze, mansioni e professioni. A livello nazionale le previsioni occupazionali identificate dai modelli predittivi indicano che l’80% delle professioni presenti in Italia muterà quantitativamente nel prossimo decennio.

I dati mostrano che i trend di crescita dell’occupazione si concentrano nel settore terziario dei servizi alle imprese e alle persone. Al contrario, i trend più negativi si concentrano nei settori dell’industria e dell’agricoltura.

Aumenteranno anche le professioni legate alla cultura, alla comunicazione, ai servizi di cura (di carattere sanitario e non), all’insegnamento e alla formazione.

Le professioni emergenti nel 2030



La ricerca ha inoltre identificato alcune professioni che emergeranno nei prossimi 10 anni in Italia, evidenziando tre categorie di processo trasformativo delle professioni.

Emergeranno gli specialisti delle interfacce umane, esperti delle applicazioni IOT in agricoltura, human-machine teaming manager, tecnico delle macchine a guida autonoma. Avranno maggiore spazio gli addetti all'integrazione con i robot assemblatori e i progettista di visite ed eventi virtuali. Non solo: andranno per la maggiore anche manovali e personale non qualificato della costruzione, personale non qualificato addetto ai servizi di custodia di impianti, addetti all'assistenza personale, esperti legali in imprese e i giornalisti.

Sarà fondamentale, dunque, avere un set completo di competenze: apprendimento e ascolto attivo, adattabilità, comprensione degli altri e problem solving. Non solo: sarà importane avere capacità di analisi, conoscenze e abilità tecniche, abilità di base come le strategie di apprendimento, attitudini cognitive quali l’originalità e abilità sociali come la persuasione. Infine, si legge nello studio, saranno necessarie skills nella gestione di impresa, capacità di valutazione sistemica e ideazione.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà l'ospite della nuova live? Continua a seguirci e lo scoprirai!

22 febbraio 2021 ore 15:30

Segui la diretta