Tutor 40687 punti

ricerca sulla Toscana

Toscana geografica


la toscana è una regione a statuto ordinario situata nel centro Italia limitata da Liguria ed Emilia-Romagna a nord marche a est Lazio ed Umbria a sud e infine bagnata dal Mar Tirreno ad ovest. Il territorio è prevalentemente collinare la percentuale di pianura si sviluppa solo in prossimità del Mar Tirreno e nell’entroterra. La principale catena montuosa è l’Appennino che si sviluppa da sud a nord lungo il confine con Marche Umbria ed Emilia-Romagna. Nel tratto finale, nel tratto noto come Garfagnana , zona storico-geografica compresa tra Alpi Apuane e Appennino tosco-emiliano di questa catena si trova la cima più elevata: il monte Prado. Si trovano altre catene come le Alpi Apuane a nord-ovest. In prossimità di alcune città vi sono rilievi montuosi come la Montagna Pistoiese nei pressi dell’omonima città il Monte Pisano compreso tra Lucca e Pisa. Degni di nota sono anche i Monti del Chianti. A ridosso delle catene montuose troviamo i principali rilievi collinari come le Balze di Volterra il Montalbano le colline Livornesi le colline Pisane e le colline del Chianti nella zona delle omonime città. A sud troviamo tra le più note le Colline Metallifere la val di Chiana e i rilievi collinari della valle dell’Ombrone. Per quanto riguarda le pianure partendo dall’entroterra la principale è il Valdarno, che segue il corso del relativo fiume. Q uesta pianura si allarga poi nella Maremma e Piana di Pisa sul litorale. In toscana vi è un arcipelago composto da varie isolette di cui sette principali, la più nota l’isola d’Elba. Il clima raggiunge mediamente i 16 gradi nella zona litorale e si abbassano man mano che ci si avvicina all’entroterra raggiungende elevate temperature d’estate e basse temperature in inverno. Le precipitazioni sono abbondanti nei pressi delle catene montuose e più scarse con l’abbassamento del livello.

Geopolitica


Il capoluogo della Toscana è Firenze, anche la città più popolosa. Nel compito amministrativo è aiutata dai capoluoghi: Livorno, Pistoia, Pisa, Lucca, Massa – Carrara, Grosseto, Siena, Arezzo, Prato. Il tasso di occupazione è superiore alla media nazionale corrispondentemente il tasso di disoccupazione è più basso. La toscana conta 3.743.470 di abitanti con circa una densità di 163 abitanti km2. La zona più popolata è Firenze Prato Pistoia che racchiude un terzo della popolazione regionale. La zona meridionale e quella montuosa sono le meno densamente abitate il resto della popolazione abitata nei pressi dei capoluoghi. Il tasso di natalità è di poco più basso della mortalità con famiglie con contano mediamente 2,3 componenti circa. Per quanto riguarda gli stranieri residenti secondo i dati ISTAT vengono prevalentemente da Romania seguita dall’Albania ed infine Cina i cui abitanti sono concentrati nella zona di Firenze e Pistoia. Il dialetto toscano si scompone in numerosi dialetti divisi in dialetti toscani orientali occidentali settentrionali meridionali va incluso anche quello parlato nel Nord della Corsica. Il dialetto toscano venne adottato durante l’unita d’Italia come lingua ufficiale, è il secondo idioma più simile al latino, sviluppato in maniera lineare dai quelli che sono considerati i maggiori poeti italiani come Petrarca Boccaccio Machiavelli, ma il maggior contributo è giunto da Dante Alighieri i quali la resero una lingua letteraria per quanto riguarda l’Italia. La religione principale è il cristianesimo, la maggior parte della popolazione è cattolica, ma sono presenti nel territorio numerose comunità ebraiche a Firenze è esistito un ghetto successivamente a Livorno si stabilì la più numerosa comunità. A Livorno furono emanate leggi di tolleranza verso le altre religioni per questo oggi è una delle città con più esempi di comunità acattolici.

Economia


Per quanto riguarda l’economia il PIL è di poco sotto a Piemonte ed Emilia Romagna con un PIL procapite di 29.000 euro il settore da cui trae maggior guadagno è il settore terziario. Le tre maggiori città per PIL procapite sono Firenze Livorno e Pisa. Per la sua conformazione territoriale la toscana ha adattato vari tipi di colture in base al paesaggio, produce in questo modo ottimi prodotti di qualità. Su rilievi montuosi prevalgono la raccolta di castagne funghi e tartufi, attività che riguarda gran parte della regione poiché questi crescono nei boschi e i boschi occupano il 44% della regione. I territori collinari vengono occupati principalmente per vigneti ed oliveti da cui provengono alcuni dei più noti vini e oli italiani come Brunello di Montalcino Chianti, Vino Nobile di Montepulciano (vini) e Chianti Classico, Terre di Siena (oli). Le pianure sono sfruttate per orticoltura, cereali e piante foraggere , mais, barbabietole, zafferano. Inoltre nel settore primario sono rinomate le colture di foglie di tabacco in Val di Chiana e Valtiberina da cui poi vengono prodotti i sigari toscani. L’allevamento tratta animali locali soprattutto bovine e suine tra le cui razza quelle di maggiore spicco maremmana e chianina. Nella zona di Massa troviamo una concentrazione di allevamento d’ovini. Anche gli equini vengono allevati tra cui il maremmano. Per quanto riguarda il settore secondario oltre all’attività artigianale e di trasformazione dei prodotto del settore primario sono diffuse varie attività orefici e tessili nelle zone di Arezzo, Prato e nel Casentino. Anche in ambito siderurgico famosa è Follonica e Piombino. Inoltre ultimamente stanno lavorando in toscana per la produzione di energia da una nuova risorsa la geotermia. A Carrara vi sono attività estrattive del marmo dalle Alpi Apuane che viene poi esportato in tutto il mondo. Il settore terziario è il più sviluppato dal quale traggono maggiori guadagni soprattutto grazie a commercio e turismo. In questo settore è occupata più della metà della popolazione incentivato dal modello di commercio tradizionale toscano basato su aziende medio-piccolo di gestione familiari. Le mete principali del turismo sono quelle balneari seguite dalle città storiche come Firenze Arezzo Pisa Grosseto e luoghi vicini. Sta progredendo il turismo rurale invernale e termale.

Curiosità


La toscana è una regione che è stata storicamente importante per questo non c’è da stupirsi delle varie storie e tradizioni che sono tramandate in questa regione. Il più famoso è senza dubbio il Palio di Siena una festa secolare organizzata dai cittadini senesi spontaneamente, non è pertanto un organizzazione ufficiale. È una competizione a cavallo tra le diciassette contrade in cui era divisa un tempo Siena come ancora tutt’oggi. Ha luogo due volte il 2 luglio e il 16 agosto. Una storia bellissima in toscana è quella di Chiusi della Verna. Chiusi della Verna è un paesino in provincia di Arezzo famoso per un santuario eretto sull’Appennino toscano. In questo santuario si ritirò San Francesco e ricevette le stigmate. Sempre qui è possibile andare a vedere il precipizio da cui San Francesco, racconta la leggenda, incontrò e sconfisse il diavolo che lo tentava.

A cura di Daniele.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Ricerca sulla Lombardia