Genius 22341 punti

L'effetto serra

Entrare in un'automobile che è rimasta parcheggiata per alcune ore sotto il caldo sole estivo con i finestrini chiusi offre una prova pratica dell'effetto serra: i finestrini dell'auto lasciano passare i raggi solari, che riscaldano rapidamente l'abitacolo della vettura, ma gli stessi vetri, che permettono alla luce di entrare, impediscono alle invisibili radiazioni di uscire e queste radiazioni sono la causa del calore. L'atmosfera della Terra svolge la stessa funzione del vetro dei finestrini dell'automobile: lascia passare la luce visibile, ma blocca gran parte della radiazione invisibile; quando l'atmosfera assorbe le radiazioni infrarosse, agisce come una coperta avvolta intorno al nostro pianeta. La Terra è un immenso serbatoio nel quale il calore entra attraverso i raggi del so ed esce mediante le radiazioni infrarosse emanate dalla superficie terrestre e che si percepiscono come calore. La regolazione di questi flussi viene svolta principalmente da un gas presente nell'atmosfera: l'anidride carbonica. Questo gas funziona come una valvola che lascia passare i raggi solari in arrivo, ma impedisce l'uscita di una parte delle radiazioni infrarosse emesse dal suolo. Queste radiazioni «restituite» alla Terra vanno ad aggiungersi al calore prodotto dall'attività umana: in tal modo il pianeta non si raffredda troppo. In altre parole, accade ciò che si verifica all'interno di una serra, in cui il calore e il vapore acqueo trattenuti rendono possibile la coltivazione di fiori e di ortaggi anche in pieno inverno. Purtroppo, a causa dell'abuso dei combustibili fossili (petrolio, carbone, metano), l'anidride carbonica e altri gas (clorofluorocarburi) aumentano nell'atmosfera; perciò cresce anche la quantità di raggi infrarossi restituita alla Terra, quindi la temperatura media del pianeta tende a salire. I cambiamenti di clima potrebbero rendere aridi e deserti certi territori, mentre in altri potrebbero aumentare le piogge. L'aumento della temperatura, facendo sciogliere i ghiacci polari, potrebbe causare l'innalzamento del livello degli oceani, le cui acque sommergerebbero intere zone costiere. In tal modo le città situate sulle rive del mare potrebbero scomparire. Per esempio, se il livello del mare si alzasse di mezzo metro, un quarto del Bangladesh sarebbe inondato. Inoltre, potrebbero aumentare le malattie trasmesse da insetti o parassiti che proliferano nei climi caldi.
Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email