L'atletica

Questa è una delle attività umane più antiche perché riguarda movimenti naturali come il correre, il lanciare, il saltare, che l'uomo attuava innanzitutto per sopravvivere.
Forse così, dal confronto degli uomini su questi gesti naturali, nacquero alcune gare dei Giochi olimpici, i precursori della moderna atletica leggera. Le prime tracce di gare riconducibili all'atletica leggera risalgono all'antico Egitto, dove sembra si praticassero gare di corsa ben 1500 anni prima di Cristo.
Omero nel XII secolo a.C. descrive le gare di corsa. I primi Giochi olimpici ufficiali furono quelli di Atene del 776 a.C.: a partire da quella data, i Giochi si disputarono ogni quattro anni.
E' agli antichi greci che si deve il nome di atletica leggera, che comprendeva la corsa, la marcia, i salti e i lanci; l'atletica pesante, invece, comprendeva le lotte e il sollevamento dei pesi.

le olimpiadi antiche vennero sospese nel 393 d.C. dall'imperatore Teodosio.
Nel corso dell'Ottocento si avviò il processo di rinascita dell'atletica, favorito sia della ricerca di svaghi delle classi più agiate sia dall'invenzione del cronometro, strumento fondamentale in grado di registrare il risultato sportivo e renderlo confrontabile con quello ottenuto dagli altri atleti, in luoghi e tempi diversi.
Le prime olimpiadi moderne si tennero nel 1896, ad Atene, grazie al barone francese Pierre De Coubertin e da allora, salvo i periodi di guerra, si disputano ogni quattro anni, passando ben presto negli anni ottanta del XX secolo da una dimensione soltanto europea a una mondiale. In Italia la Federazione di Atletica Leggera (FIDAL) nacque nel 1926.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Motoria per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email