Ominide 1778 punti

ricerca su Omero


Omero è un poeta greco, che si ritiene sia vissuto nel VIII secolo a.c è ricordato ancora oggi come l’autore dell’Odissea e dell’Illiade, i più grandi poemi della letteratura greca.
Alcuni sostenevano che fosse figlio di una ninfa, altri lo credevano discendente di Orfeo, altri lo descrivevano come un cantore cieco che errava da una città all'altra e c'era infine chi aveva costruito una biografia di Omero sulla base di un'altra etimologia del suo nome, che significherebbe "ostaggio”.
Molte persone ritengono che egli sia vissuto durante la guerra di Troia, mentre altre dicono che è più probabile che la sua vita risalga a circa un paio di decenni dopo.
Questo dimostra che malgrado le molte biografie, tutto è incerto della sua vita e la sua stessa esistenza è stata messa in dubbio. Sette città (Atene, Argo, Chio, Colofone, Rodi, Salamina e Smirne) si disputarono l'onore di avergli dato i natali. La leggenda ce lo raffigura vecchio, cieco, girovago e mendico. Oltre l'Iliade e l'Odissea, gli vengono assegnati anche gli Inni agli dei, la Piccola Iliade, la Batracomiomachia. Alcuni critici alessandrini avevano affermato che l'Iliade e l'Odissea, opere tanto differenti per stili, mondo sociale ed economico, non potevano essere opera dello stesso autore.

Ancora oggi vi sono molti dibattiti su questa questione

Hai bisogno di aiuto in Epica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email