Ominide 52 punti

Gli orientamenti pittorici che si svilupparono nel Seicento furono i seguenti:


    Caravaggismo-L'orientamento pittorico che prende il nome da Michelangelo Merisi soprannominato Caravaggio dal nome del paesino da cui la famiglia era originaria.
    Egli rappresentava le sue opere con estremo realismo, riproduzione perfetta della natura, libertà assoluta e la luce è usata come elemento determinante del suo linguaggio per la resa formale della rappresentazione della realtà

Classicismo-L'orientamento pittorico basato sull'utilizzo sistematico di studi preparatori. Annibale Carracci iniziò questo orientamento e prendeva come modello Michelangelo e Raffaello. Traeva oggetti o soggetti di vita quotidiana in cui l'uomo dimostra amore per la natura

Pittura di Genere-Questa rappresentazione pittorica ha per soggetto scene ed eventi di vita quotidiana. In Italia Annibale Carracci dipinse per primo una scena di genere cioè il mangiafagioli. All'inizio i grandi committenti non furono interessati a questo stile.

    I Committenti del Seicento sono i Papi, la Chiesa Cattolica, i Re e i personaggi legati alle loro corti.
    I papi e la Chiesa Cattolica durante questo periodo si trovarono in grande difficoltà poiché la riforma di Martin Lutero continuava ad attirare molti fedeli. Perciò mentre la Riforma Protestante voleva rendere più semplice la Chiesa con la Controriforma Cattolica usando le opere d'arte dovevano attirare i fedeli facendo sembrare tutte le scene molto realistiche.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Artistica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email