Referendum abrogativo

Il referendum è una votazione in cui gli elettori sono chiamati a pronunciarsi su di una singola questione con un sì o con un no.

La Costituzione italiana ha voluto ammettere la possibilità di ricorrere al referendum popolare soltanto per l'abrogazione di una legge:
-il popolo può eliminare una legge ma non modificarla o introdurne una nuova
Non tutte le leggi possono essere sottoposte al referendum.
Es: sulle leggi tributarie(quelle che stabiliscono le tasse)

•La richiesta di referendum può essere proposta:
-da 5 consigli regionali
-da 500.000 elettori (hanno 3 mesi di tempo per trovare le firme)
Perché la votazione sia valida bisogna che partecipi alla votazione almeno la maggioranza degli aventi diritto.

•La costituzione prevede altri due tipi di referendum:

-il referendum sulle leggi costituzionali(le leggi che modificano la costituzione)
-i referendum locali o regionali, che vengono indetti dalle regioni o dai comuni su questioni di interesse locale e che possono essere anche di tipo consultivo.
Il giudizio sull'istituto del referendum è controverso:
- alcuni sostengono che il con il referendum i cittadini hanno finalmente avuto la possibilità di pronunciarsi su questioni di grandissima importanza
- altri sostengono che sia stato fatto un uso esagerato del referendum (troppi quesiti, domande troppo tecniche e complicate su questioni di scarsa importanza).

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: come si fa il saggio breve? La guida completa