Pubblica amministrazione, attività amministrativa e diritto


Il diritto amministrativo si occupa dell’amministrazione pubblica, della sua attività e dei suoi rapporti con i cittadini. Si occupa di soddisfare gli interessi che la legge individua come interessi pubblici.

Per amministrazione pubblica si intende la cura in concreto di interessi pubblici che possiamo definire come generali di una determinata collettività. È un’attività funzionalizzata, svolta in funzione di scopi e per la tutela di interessi.

L’attività amministrativa nel nostro ordinamento è molto estesa, comprende:
1- Compiti di difesa svolti dalle forze armate;
2- L’ordine pubblico;
3- Il servizio sanitario;
4- L’istruzione scolastica e universitaria;
5- La costruzione di opere pubbliche (strade, ospedali, scuole);
6- L’assicurazione di servizi essenziali per i cittadini (trasporti, smaltimento dei rifiuti, distribuzione dell’energia elettrica;
7- Governo del territorio;
8- L’attività previdenziale;
9- La tutela della concorrenza sul mercato;
10- Tutela dei beni culturali, ecc.

Un’ampia elencazione di funzioni e compiti si può rivenire nel d.lgs. 31 marzo 1998 n. 112, si è occupato di sviluppo economico, di attività produttive, del territorio, dell’ambiente, delle infrastrutture, servizi alla persona e alla comunità, polizia amministrativa. Il fine del decreto era il riparto di attribuzioni tra enti territoriali e non.

Per svolgere tutte queste attività serve un notevole complesso di apparati costituito da persone fisiche e mezzi organizzati allo scopo: questa è pubblica amministrazione in senso soggettivo.
La dottrina ha elaborato 2 teorie sul concetto di PA:
- Oggettiva: secondo cui la pa è intesa quale attività diretta alla cura concreta degli interessi pubblici;
- Soggettiva: come insieme delle persone e delle strutture atte a esercitare lo svolgimento delle funzioni amministrative.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email