Ominide 17058 punti

Modalità organizzative del potere giudiziario


Con riferimento alle modalità organizzative del potere giudiziario, occorre distinguere fra selezione politico-professionale dei giudici, operata negli ordinamenti di Common Law, e selezione burocratica, propria degli ordinamenti di Civil Law.
Negli ordinamenti di Common Law, i giudici sono scelti da organi politici che individuano i soggetti più opportuni sulla base di verifiche dei requisiti e della preparazione professionale necessaria.
L’accesso alle attività giurisdizionali è, quindi, limitato ai soli soggetti dotati di sicura professionalità tecnica e che si riconoscono nei valori sociali consolidati, al fine di creare una classe di giudici culturalmente e socialmente omogenea. Negli USA i giudici federali sono nominati a vita dal Presidente con il consenso del Senato, sulla base di considerazioni non solo tecnico-professionali, ma anche politiche; i giudici statali, invece, sono eletti direttamente dal popolo secondo tre distinte modalità:
- modalità «partisan election», che attribuisce ai partiti politici il compito di presentare un numero predefinito di candidati;
- modalità «non partisan election», in base alla quale i candidati si presentano di loro spontanea iniziativa;
- modalità della selezione preventiva da parte di commissioni di giuristi «merit plan», a cui segue il voto popolare di conferma.

Negli ordinamenti di Civil Law, i giudici sono selezionati con procedimento burocratico previo concorso pubblico e nominati dal potere esecutivo. I magistrati esercitano le proprie funzioni tutelati dalla garanzia di inamovibilità, sottoposti solo alla legge e al controllo di organi rappresentativi della loro stessa indipendenza (Consigli della magistratura). In Francia le funzioni giudiziarie sono esercitate da funzionari pubblici sotto l’organizzazione amministrativa diretta dal Ministro della giustizia. Mentre i giudicanti sono assolutamente autonomi dal potere politico, i requirenti, quali rappresentanti del potere esecutivo presso l’autorità giudiziaria, sono sottoposti alla direzione e al controllo dei capi gerarchici e del Ministro della giustizia. Il Consiglio superiore della magistratura francese si articola in due camere: l’una competente per i magistrati giudicanti, l’altra per i requirenti.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email