Ominide 16556 punti

Corte costituzionale e frazionamento regionale


La Corte costituzionale italiana è composta da 15 giudici scelti per un terzo dal presidente della repubblica, per un terzo dal Parlamento in seduta comune e per un terzo dalle magistrature superiori. I quindici giudici restano in carica per nove anni.
La Corte è chiamata a verificare la legittimità costituzionale delle leggi e degli atti aventi forza di legge e a dirimere i conflitti di attribuzione fra i poteri dello stato, fra stato e regioni e fra regioni.
Essa giudica anche il Presidente della Repubblica messo in stato di accusa, ma in questo caso è integrata da giudici scelti tramite il procedimento previsto dall’articolo 135 Cost. e, infine, valuta l’ammissibilità del referendum abrogativo.
In teoria, la Corte costituzionale non è un organo politicamente responsabile; in realtà, dato che le sue sentenze condizionano i poteri costituiti, essa ricopre un grande ruolo politico.

Il nostro ordinamento attribuisce grande importanza alle autonomie territoriali: per questo, l’Italia è suddivisa in venti regioni, di cui cinque dotate di statuti speciali. Le regioni esercitano la potestà legislativa (concorsuale o residuale) nelle materie non espressamente riservate alla legislazione dello Stato. Se quest’ultimo ritiene che la legge di una regione ecceda le competenze concorsuali o residuali, può impugnarne il relativo statuto (solo se ordinario).
Il governo può sostituirsi agli organi delle regioni nel caso in cui queste non rispettino i trattati internazionali e il diritto comunitario o costituiscano una grave minaccia per la sicurezza pubblica.
Le regioni sono titolari di importanti prerogative: esse partecipano alla formazione di organi statali tramite circoscrizioni di voto; nominano i delegati per l’elezione del Presidente della Repubblica e possono promuovere, mediante richiesta di almeno cinque consigli regionali, il referendum abrogativo.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email