Video appunto: Atti ablatori delle pubbliche amministrazioni

Atti ablatori



- La p.a. sacrifica l’interesse di un privato, attraverso ordini, divieti, espropriazioni.
- Funzione: risolvere un conflitto tra interesse pubblico e interesse privato, che è reale e insanabile (mentre nelle autorizzazioni è meramente potenziale)
- Nella valutazione degli interessi che precede l’attribuzione del potere ablatorio all’amministrazione, si privilegia l’interesse pubblico
- Tuttavia, non si è un intento punitivo nei confronti del titolare dell’interesse privato, anzi, le norme si preoccupano di tutelarlo per evitare sacrifici inutili
- Espropriazione per pubblica utilità: Tipico provvedimento ablatorio.

Art 42 Cost. pone 3 garanzie per il proprietario:
1.Riserva di legge: la proprietà privata può essere espropriata solo nei casi previsti dalla legge
2.Indennizzo
3.Sussistenza di un pubblico interesse
Altre garanzie:
- Partecipazione degli interessati al procedimento
- Art 23 Cost: altra riserva di legge “nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge”
Termini perentori: decorsi i quali non possono più essere emanati.
I procedimenti sono a iniziativa d’ufficio
Le garanzie sono attenuate se vi sono situazioni urgenti, che consentono l’adozione di atti necessitati. Il rimedio è la valutazione attenta dell’effettiva urgenza e la natura provvisoria degli atti necessitati.