Luc2697 di Luc2697
Ominide 202 punti

Caratteristiche Principali di Francesco Petrarca

Indeterminatezza - La poesia di Petrarca non può essere collocata in uno spazio e un tempo preciso. Il lessico è infatti caratterizzato da una grande indeterminatezza dove il ritratto di laura risulta sempre vago ed evanescente e la rievocazione prevale sulla descrizione.
Simmetrie Binarie – (con simmetria binaria si indica l'uso di coppie di sostantivi e aggettivi che si ritrova nella poesia di Petrarca).Possono essere dittologie (consiste nell'usare una coppia di parole dal significato simile collegate o meno da una congiunzione, imprime ai versi un ritmo ampio e pacato) o antitesi.In Petrarca il tema del dissidio interiore è molto presente, soprattutto in relazione alla figura di Laura, latrice di gioia e dolore, figura ora eterea, ora quasi sensuale. Il poeta infatti combattuto dall’ amore sensuale che lo allontana dalla fede e l’ansia di redenzione.

Figura Donna - In Petrarca la figura della donna non implica alcuna sfumatura religiosa ma anzi resta terrena e legata soltanto all’esperienza soggettiva del poeta. Laura, a differenza di Beatrice che dante reputa un mezzo elevazione spirituale, non può essere considerata la donna angelo degli stilnovisti che salvifica l’anima. La passione di Petrarca per questa donna è motivo di turbamento, contrasto interiore e soprattutto un mezzo di traviamento perché allontana il poeta dalla dimensione religiosa, trascinandolo in quella terrena.
Dunque alla donna-angelo degli stilnovisti Petrarca contrappone quella di una bellezza femminile soggetta al passare del tempo.
Alternanza Tempo - L’alternanza e l’opposizione tra passato e presente è data dalla presenza di vari tempi verbali e dalla presenza di avverbi temporali che marcano l’ordine cronologico. Questo avvicendamento crea un sorta di suggestione lirica e una forte continuità tra le due dimensioni.
Apostrofe - L'apostrofe è una figura retorica di cui l’autore si serve per rivolgersi (con un vocativo) a qualcuno o qualcosa al fine di persuadere meglio quest'ultimo. L'apostrofe rappresenta uno strumento perfetto per manifestare sentimenti di dolore e indignazione.
Inquietudine d’amore – i sonetti di Petrarca sono caratterizzati dall’inquietudine d’amore. L’io lirico oscilla tra il sentimento religioso e la passione sensuale. Infatti, la presenza e la bellezza dell’amata tormentano l’amina del poeta che teme di cadere nel peccato e allontanarsi dalla fede.
Il paesaggio – nelle liriche di Petrarca è spesso presente la descrizione di paesaggi che con la loro mutevolezza evocano il senso di precarietà della vita e soprattutto il breve passaggio tra gioventù e vecchiaia. A differenza della donna di cavanti, infatti, laura è soggetta allo scorrere del tempo che ne offusca la bellezza.
L’amore – è privato dei caratteri laico -filosofici della corrente stilnovista ed è interpretato in chiave cristiana.
Il ritmo – di solito è melodioso musicale e lento
- alternanza versi/polisindeto, ritmo incalzante e forti cesure
- dal punto di vista dell’analisi lessicale analizza l’insieme di parole che appartengono allo stesso campo semantico e l’aggettivazione cioè l’uso di numerosi aggettivi, quasi ridondante (coppie aggettivi/sostantivi)
-dal punto di vista retorico sono presenti : iperboli (esagerazioni) e iperbati (inversioni), personificazione polisindeto (ripetizione congiunzione ‘e’) allitterazione, antitesi (accostamento di due parole o frasi di significato opposto), parallelismo (verbo soggetto, soggetto verbo o simile)
Il lessico – il lessico di Petrarca è caratterizzato da un monolinguismo. A differenza dello sperimentalismo di dante, infatti, il poeta utilizza un lessico limitato ma accuratamente selezionato, privo di termini realistici e dal suono soave.

Hai bisogno di aiuto in Petrarca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email