Ominide 4874 punti

Francesco Petrarca - Il pensiero e la poetica


Petrarca viene considerato il precursore dell'umanesimo, un movimento culturale che nello studio dell'antichità vede la via per migliorare il presente e tendere al futuro.
Petrarca riteneva la cultura classica e cristiana da seguire ed imitare, e con l'ultimo termine si intende rivisitare il pensiero e lo stile degli scrittori in modo originale.

Lui diede vita all'umanesimo Cristiano ovvero una sintesi tra gli insegnamenti della saggezza antica e la spiritualità Cristiana.
Con lui nacque anche la spiritualità moderna poiché era tormentato dal contrasto del desiderio di amore e di fama e il richiamo alla vita religiosa e al continuo pentimento.
Inizia anche un'attività di filologo nel quale ricostruisce le versioni originali dei testi degli autori classici, questo avviene poiché dopo essersi procurato varie versione dei testi della stessa opera le confronta per trovare e correggere gli errori e quest'ultima tecnica viene chiamata collazione dei manoscritti. E' infatti grazie a Petrarca che la filologia diventa una vera e propria scienza.
Diede origine anche ad una figura di nuovo intellettuale non più collegato solo alle istituzione religiose e alle istituzioni politiche.
Petrarca utilizza specialmente il latino poiché è considerato da lui la lingua ufficiale della cultura. Scrive infatti la maggior parte delle sue opere in latino ed è convinto di ottenere la fama con queste opere ma al contrario l'opera con cui ha avuto più fama è il Canzoniere, una poesia scritta in volgare.
Il volgare di Petrarca però non è lo stesso volgare dantesco, infatti è una lingua con un registro e un linguaggio di livello medio e con un lessico semplice e viene definito dei critici unilinguismo.
Hai bisogno di aiuto in Petrarca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email