Ominide 14 punti

Narrazione realistica


Il termine realismo viene applicato a opere di tutte le epoche letterarie che mirano a ricreare situazioni di vita e personaggi verosimili, inseriti in un determinato contesto spaziale e temporale.

Il realismo nell'ottocento


Nell'800', con l'affermazione della borghesia, il romanzo e il racconto diventarono strumento di analisi nella realtà sociale del tempo. Il contesto storico determina pensieri e sentimenti dei personaggi e il loro modo di considerare la vita; in Francia il principale autore di questo movimento fu Honoré de Balzac. Considerevole è anche la produzione della narrativa realista durante il periodo dell'Inghilterra vittoriana. Tra i maggiori interpreti Charles Dickens (1812 - 1870), che denuncia nelle sue opere le condizioni di difficoltà connesse allo sviluppo industriale.

Il naturalismo


Il naturalismo nasce e si sviluppa in Francia nella seconda metà dell'ottocento. L'autore deve ricostruire con la mentalità dello scienziato e descrivere nelle proprie opere i meccanismi che sono alla base del comportamento delle persone. Alcuni scrittori non condividono l'entusiasmo generale . Per gli aspetti positivi della ricchezza e ne analizzano i problemi.

Il verismo


Il verismo mira alla rappresentazione della realtà contemporanea. Gli scrittori denunciano le contrapposizioni della Nazione appena nata (Italia, 1861). La tendenza realistica si consuma attraverso un'attenzione verso i poveri. Gli scrittori più importanti sono Grazia Deledda, Matilde Serao, Luigi Capuana, Giovanni Verga e Federico de Roberto.

Il neorealismo


Dopo la seconda guerra mondiale, in Italia il romanzo realista conosce una stagione con elementi caratteristici del Neorealismo , che consiste nello sviluppo della produzione narrativa e cinematografica italiana compresa tra gli anni 40' e 50' del novecento .
Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico 800 e 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email