Ominide 2147 punti

Prosa, secondo perioodo: dal dopoguerra (1945 in poi)

Elementi principali:
1) Raccontare: Dopo la guerra nasce una nuova necessità di raccontare: le persone vogliono raccontare l’accaduto, in linea con la necessità della gente di voler sentire parlare degli eventi.
Es. Primo Levi con “Se questo è un uomo”

2) Neorealismo: La prefazione de “Il sentiero dei nidi di ragno” di Calvino è considerato il manifesto del neorealismo, ed indica la necessità di raccontare e parlare. Il neorealismo esprime una concezione della cultura quale strumento capace di incidere sulle coscienze utilizzando uno stile realista. il neorealismo sollevò il dibattito sulla situazione dell’uomo e dell’intellettuale; quest’ultimo, in particolare, intese farsi portatore della riscoperta del mondo contadino e della sua cultura. I neorealisti hanno l’esigenza di fare una rappresentazione estremamente analitica, cruda, drammatica della condizione umana travagliata dall’angoscia dei sensi, in seguito alla Seconda Guerra Mondiale.

3) Scrittura di romanzi documenti/denunce: Nel 1957 esce il primo film sui campi di concentramento “Kapò”, raccontato appunto dal punto di vista del Kapo’. I Kapò erano i prigionieri di un campo di concentramento nazista ai quali era affidata la funzione di comando sugli altri deportati
I romanzi sono quindi documenti e denunce sociali di quanto accadde durante la guerra.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico 800 e 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email