Habilis 683 punti

Svevo Italo - Crisi dei valori

Italo Svevo - Ettore Schmidtz
Contemporaneo di Pirandello con la differenza che la morte di Svevo é prematura (a causa di un incidente d'auto). Vi sono analogie fra Svevo e Pirandello, pur abitando in un due luoghi differenti:
- produzione letteraria al principio passata inosservata;
- parte anche lui da una formazione e da letteratura positivista naturalista, che però progressivamente abbandonano;
- il successo arriva dopo la prima guerra mondiale, poiché avevano capito cose premature per la loro società;
- entrambi sono antidannunziani ( personaggi lacerati, che vorrebbero essere superuomini ma non lo sono, rappresentano l'uomo alienato nella società
- Svevo é stato al centro di un caso letterario:
Nessuno si era accorto della coscienza di Zeno, Joyce é il primo ad accorgersi e scrive di lui, come critici francesi. Montale li legge e scrive articoli lodando Svevo. Quindi la fama di Svevo deriva da Montale

Vita
Lo pseudonimo tende a sottolineare il suo sentirsi doppio cittadino (tedesco - italiano).
Preparazione non umanistica, ma commerciale (come Pirandello)
La ditta del padre fallisce, si impiega in banca. Furono anni difficili, segnati da un profondo pessimismo. Col matrimonio riacquista la sicurezza e il benessere economico sposandosi con una lontana parente.

Opere
Romanzi:
- Una vita;
- Senilità.
Treves si rifiuta di pubblicarlo, per di più Senilità passa inosservato non ricevendo nessuna critica. Il merito della sua ripresa a scrivere lo si deve a Joyce, che da maestro di lingua inglese diventa insegnante e consulente di lettura. Fu un'esperienza molto importante dove Svevo e Joyce si scambiano le opere da leggere. Negli anni di guerra scrive la Coscienza di Zeno. Il libro ha successo all'estero, ma in Italia il libro passa ancora quasi inosservato, tranne per Montale.

Contesto storico
Trieste non é Italia e l'impero austro - ungarico ci tiene particolarmente perché la vita é vivace, ricco di scambi con l'estero, sbocco sul mare.
L'impero austro - ungarico é un crogiolo di popolazioni diverse. Trieste é molto rappresentativa su questo punto perché é una città multietnica ( fra i quali anche cittadini di origine ebraica, dei quali lo stesso Svevo fa parte).
Città proiettata verso l'Europa, dove la cultura Mitteleuropea arriva prima rispetto al resto d'Italia, si parla un italiano colto. Svevo vi é influenzato ed é influenzato anche da:

- Nietzsche: può leggerlo direttamente in tedesco senza essere mediato da D'annunzio-> superuomo.
- Darwin: in particolare la teoria della lotta per la sopravvivenza, una trasposizione nel sociale dove il debole borghese soccombe.
- Marx: gli piace l'idea che ogni individuo non é un essere a se, ma è condizionato dai fattori di alienazione, non apprezza il pensiero politico di Marx( teorico della rivoluzione, collettivizzazione dei beni privati), nonostante Svevo sia socialista e affine irredentista ( coloro che aspiravano a Trieste Italiana.)
- Bergson: é influenzato dal suo concetto di tempo, che viene frammentato sulla base dei ricordi.
- Schopenhauer: velo di Maya, pessimismo e gli uomini che si autoingannano.
- Freud: rapporto assolutamente complesso. Svevo conosce Freud in quanto un parente della moglie sia un paziente di Freud. Traduce anche dei testi di Freud sotto richiesta di un amico. La terapia non ha esito e il parente non é guarito. Che cosa interessa a Svevo di Freud? Non tanto la tecnica, ma dal punto di vista della letteratura come strumento di ricerca.
Ci rendiamo conto che é veramente proiettato verso l'Europa, molto poco provinciale rispetto ad altri autori.
- Zola: descrizione degli ambienti
- autori umoristici inglesi: Swift, Dickens.

Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email