Ominide 331 punti

Leonardo Bruni tesse una Laudatio Fiorentina Urbis, elogio di Firenze autonoma, contro la tirannide, dalla costituzione libera e partecipazione attiva dei cittadini. Firenze usava un Consiglio; Bruni la contrappone alla tirannia di Milano e, allontanandosi da Platone ed Aristotele, la definisce democratica, attribuendo valore positivo a questo termine e definendolo un regime dove tutti i cittadini sono uguali dinnanzi alla legge, liberi ed hanno la possibilità di partecipare al governo ed esprimersi nei consigli.
La Repubblica fiorentina finisce perché la visione umanistica si scontra con i suoi limiti, diretta conseguenza dei mutamenti politici: la nascita di gradi Stati territoriali, la decadenza delle antiche repubbliche (ad eccezione di quella veneziana) perché troppo piccole per non soccombere. È il momento in cui si consolidano Francia e Spagna come Stati nazionali. Emblematica in tal senso è l’esperienza di Machiavelli, egli in questo scenario di incertezza politica vede nel conflitto non un disvalore, ma il fondamento dell’agire politico, che si dispiega in due assi principali

Orizzontale: contesa tra strutture politiche che lottano per la forza
Verticale: che oppone nello Stato i due gruppi della cittadinanza: i “grandi”ed il “popolo”.
Machiavelli abbandona l’idea classica di armonia e sostiene che qualunque ordinamento politico, principato o repubblica, deve fare i conti con il conflitto perché i grandi ambiscono al dominio mentre il popolo non vuole essere dominato od oppresso. Per rimanere al potere il Principe dovrà guardare più al popolo che ai grandi. Nella Repubblica romana stessa è a partire dalle lotte civili che si strutturano le istituzioni di una costituzione mista (in particolare il Tribunato della Plebe). È a partire da questo che si deve formare la democrazia moderna, congedandosi dall’esperienza repubblicana che soccombe in seguito agli Stati nazionali (i più importati in Francia, Inghilterra e Spagna), monarchie che rivendicano un origine divina, che si consolidano mediante guerre espansionistiche attuando una frammentazione regionale di piccoli Stati; hanno un esercito permanente fedele al sovrano, un sistema finanziario statale, un solido apparato burocratico. Questi stati prevedevano un’alleanza tra il Re e le classi sociali emergenti contro i privilegi dell’aristocrazia, inoltre erano anche in contrasto con la Chiesa, contrasto che cesserà solo dopo la morte di Bonifacio VIII. I natali dell’esperienza democratica risiedono nella figura dei puritani e del protestantesimo calvinista, sullo sfondo del regno d’Inghilterra.
Hai bisogno di aiuto in Vita e opere di Machiavelli?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email