Ominide 2892 punti

Guido Guinizzelli

Nacque a Bologna tra il 1230 il 1235 e morì nel 1276. Era un giudice bolognese. Abbiamo pochissime (e talvolta discordanti) notizie riguardo la sua biografia.
A noi è pervenuta una piccola raccolta di 20/23 testi: 15 sonetti e otto canzoni (di cui tre sono di dubbia paternità). Nelle sue opere sono evidenti elementi tradizionali che entrano in contrasto con elementi innovativi.
Buona parte delle sue opere è in stile guittoniano, anche se i toni utilizzati da Guinizzelli sono più dolci e delicati. "Al cor gentile rempaira sempre amore" (estratto di una canzone di Guinizzelli) è il manifesto dello Stil nuovo . Ci sono elementi comuni che poi vengono rielaborati da ogni poeta individualmente. L'amore e l'innamoramento sono visti come la morte spirituale dell'individuo. L'amore anche visto come angoscia e come tormento anche in Guinizelli è presente la figura della donna-angelo.

Gli elementi fondamentali della poetica stilnovista che riscontriamo Guinizzelli sono :
- alcune tematiche tradizionali del Dolce Stil Novo come quella dell'amore
- la donna e il ruolo che essa ricopre nei confronti dell'uomo
- la figura caratteristica della donna-angelo

Dante riconosce nelle sue opere l'importanza del ruolo ricoperto da Guinizzelli per il Dolce Stil Novo. Egli lo cita con Cavalcanti nel nono canto del Purgatorio e infine al 99 verso (con ogni probabilità) si definisce l'erede di questi due poeti e si dichiara superiore a questi.

Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email