Ominide 4479 punti

Guinizzelli, venendo a Firenze, da Bologna permette la formazione della poesia lirica e quindi pure la formazione del dolce stil novo, per questo lui viene considerato una specie di “cerniera” tra Firenze e Bologna. Quindi grazie appunto a Guinizzelli, Firenze si avvicinò particolarmente alla università più antica del medioevo ovvero quella di Bologna. Un’altra novità nel periodo della formazione del dolce stil novo è la nascita dei comuni in Italia. Questi comuni erano abitati dai borghesi, quindi in questo periodo vengono riprese le tematiche politiche. Il comune di Firenze, diviene presto un centro culturale che attira su di se gli interessi di chi vuole fare letteratura. Il comune di Firenze fu culla della Battaglia di Montaperti che è stata combattuta dai guelfi e i ghibellini. La battaglia si risolse con la vittoria dei guelfi che presero il controllo del Comune di Firenze. Questi guelfi inoltre si divisero in due fazioni interne, i guelfi bianchi e i guelfi neri. Firenze è stato l’ultimo comune a trasformarsi in una signoria (1450) perché la sua storia particolare non ha seguito il flusso delle altre città. Il primo a trapiantare nel volgare toscano le liriche siciliane fu probabilmente Bonagiunta Orbicciani da Lucca, ma la personalità più rappresentativa del gruppo dei rimatori toscani è quella di Guittone d’Arezzo considerato un vero e proprio maestro. Il periodo caratterizzato da questi rimatori toscani è quello che spazia tra il 1250 e il 1270.

Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità