sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

Dolce Stil Novo

Il Dolce Stil Novo è Corrente Letteraria nata sul finire del XII Secolo in Italia; nasce a Bologna con Guido Guinizzelli, ma il suo sviluppo avviene in Toscana. (Bologna il quel periodo veniva detta “La Dotta”, per la presenza di persone di grande intelletto; inoltre lì si trovava anche la prima Università di Lettere).

Viene chiamata “Dolce Stil Novo” da Dante mentre parla nel Purgatorio con Bonagiunta, che era un letterario Toscano, conoscente di Guittone d’Arezzo.

Tra gli altri autori importanti del Dolce Stil Novo sono Dante, Guido Cavalcanti (che sarà negli Eretici nell’Inferno di Dante), Lapo Gianni e Cino da Pistoia.

Questa Corrente Letteraria prende alcuni caratteri dalla Scuola Provenzale e da quella Siciliana; nonostante ciò il Dolce Stil Novo è molto differente da queste due scuole; ad esempio la Donna non viene più vista come oggetto del desiderio del poeta provenzale, ma diventa il tramite fra l’uomo e Dio (Donna Angelo).

I Testi di questa Corrente Letteraria si presentano più leggiadri (aulici) e più lineari (scorrevoli) rispetto agli altri.

Inoltre questi artisti essendo dei poeti di professione e non dei dilettanti, riescono a creare un vero e proprio nuovo stile, che influenzerà parte della poesia italiana fino a Petrarca.

I testi Stilnovisti si presentano nuovi nel linguaggio e anche nei concetti; inoltre i testi vengono scritti da Autori facenti parte della Borghesia e non più di classi alte come avveniva nella Letteratura Provenzale.

Guido Guinizzelli

Guido Guinizzelli è l’iniziatore del Dolce Stil Novo. Nacque a Bologna intorno al 1235; era molto attivo politicamente. Fu anche Giudice e Podestà.

La sua Poesia rappresenta un momento di transizione e rinnovamento tra le poesie precedenti e quelle successive. Infatti inizialmente era legato alla poesia Guittoniana, ma successivamente se ne separerà e andrà a creare una nuova corrente letteraria, il Dolce Stil Novo

Scrisse “Al Cor Gentil Rempaira Sempre Amore”, un testo che sarà il Manifesto della nuova tendenza poetica italiana del XII Secolo, il Dolce Stil Novo.
Nella sua poesia troviamo alcuni tratti comuni con la Letteratura Provenzale e con quella Siciliana, ma vediamo anche che indroduce nuovi temi, come quello del tremore, delle lacrime e dei respiri.

Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email