Ominide 4554 punti

Cecco Angiolieri - S’i’ fosse fuoco: testo, analisi e spiegazione


Testo


S’i’ fosse fuoco arderei ‘l mondo;
s’i’ fosse vento, lo tempestarei; 
s’i’ fosse acqua, i’ l’annegherei; 
s’i’ fosse Dio, mandereil’ en profondo; 

 s’i’ fosse papa, allor serei giocondo, 
ché tutti cristïani imbrigarei 
s’i’ fosse ‘mperator, ben lo farei? 
A tutti tagliarei lo capo a tondo. 

S’i’ fosse morte, andarei a mi’ padre; 
s’i’ fosse vita, non starei con lui: 
similmente faria da mi’ madre, 

S’i’ fosse Cecco, com’i’ sono e fui, 
torrei le donne giovani e leggiadre: 
le zoppe e vecchie lasserei altrui.

Tre cose solamente m’ènno in grado,
le quali posso non ben ben fornire,
cioè la donna, la taverna e ’l dado:
queste mi fanno ’l cuor lieto sentire.

Ma sì·mme le convene usar di rado,
ché la mie borsa mi mett’ al mentire;
e quando mi sovien, tutto mi sbrado,
ch’i’ perdo per moneta ’l mie disire.

E dico: «Dato li sia d’una lancia!»,
ciò a mi’ padre, che·mmi tien sì magro,
che tornare’ senza logro di Francia.

Ché fora a tôrli un dinar[o] più agro,
la man di Pasqua che·ssi dà la mancia,
che far pigliar la gru ad un bozzagro. 

Spiegazione e analisi


Cecco Angiolieri è uno dei maggiori esponenti di una corrente poetica che si sviluppa parallelamente al Dolce Stil Novo: La poesia comico-parodica. Questa corrente poetica presenta aspetti molto diversi rispetto al dolce Stil Novo.
Nelle sue poesie, Cecco Angiolieri parla della sua vita, spesa nelle taverne, nel gioco e con le donne, e tratta argomenti come l’amore sensuale per una donna plebea e l’avarizia del padre.
Due dei suoi componimenti che ci permettono di capire maggiormente il suo modo di pensare e di vedere la vita sono “S’i’ fosse fuoco” e “Tre cose solamente m’ènno in grado”.
In “S’i’ fosse fuoco”, il poeta si sfoga contro tutte le brutture del mondo che gli hanno reso la vita difficile.
All’inizio del componimento il poeta si dimostra aggressivo e violento, e immagina di personificare diverse cose, vento, acqua, fuoco, che di per sé sono elementi dalle potenzialità distruttive, e immagina anche di personificare Dio e le figure più importanti della società in quel periodo: il Papa e l’imperatore.
Il poeta si accanisce particolarmente nei confronti dei suoi genitori, che reputa i maggiori responsabili delle sue difficoltà. Addirittura nella poesia il poeta immagina di personificare la morte, per togliere la vita proprio a sua madre e a suo padre.
Nell’ultima terzina il poeta cambia completamente il ritratto di se stesso che aveva fornito all’inizio del componimento, affermando che, se fosse Cecco come realmente è, terrebbe le donne giovani e belle per sé e lascerebbe quelle brutte agli altri.
Infatti la poesia comico-parodica tratta solo i valori più superficiali dell’amore, come il piacere fisico e sessuale, ed anche la figura della donna viene modificata, infatti l’immagine della dama cortese e dispensatrice di salvezza è sostituita con una figura più semplice e meno raffinata della donna.
In “Tre cose solamente m’ènno in grado” il poeta afferma che le uniche cose capaci di fargli provare piacere sono la taverna, il gioco e le donne. Egli dice che solo di rado può soddisfare questi piaceri, incolpando di ciò il padre, secondo lui, troppo avaro. Infatti il poeta afferma di essere talmente magro, che se andasse in Francia a piedi non potrebbe nemmeno dimagrire, e che a Pasqua, quando solitamente si regalano dei soldi, lui non riceve niente.
Una differenza fondamentale tra il Dolce Stil Novo e la poesia comico-parodica è che, mentre gli Stilnovisti scrivevano poesie esclusivamente sul tema dell’amore, in cui la donna è vista come una figura angelica e dispensatrice di salvezza, i poeti comico-parodici, nelle loro poesie, affrontano argomenti più difficili, come le problematiche della società e le difficoltà quotidiane, proprio come emerge in questo componimento di Cecco Angiolieri, in cui il poeta parla in modo realistico della sua vita e di ciò che la rende così complicata.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email