Ominide 11268 punti

Presentazione diretta e indiretta

Un altro aspetto da considerare nell’analisi dei personaggi riguarda il modo in cui vengono rappresentati che può essere diretto o indiretto.
Nella presentazione diretta il narratore delinea le caratteristiche fisiche e morali del personaggio, di cui fornisce una prima immagine destinata ad essere confermata, approfondita o modificata nel corso della narrazione.
Nella presentazione indiretta il carattere del personaggio emerge a poco a poco nel corso della narrazione, attraverso una serie di indizi che ne rivelano degli aspetti parziali: il suo comportamento in una determinata circostanza, un’abitudine, un dialogo, una preferenza o il giudizio che altri personaggi esprimono su di lui.
Nel corso della narrazione queste diverse modalità di rappresentazione tendono generalmente a sovrapporsi a mano a mano che il personaggio si trova coinvolto nell’intreccio.

Osservazioni sulle funzioni dei personaggi

Ogni personaggio occupa, all’interno della narrazione, un certo ruolo che si delinea in relazione agli altri personaggi. In alcuni casi è possibile evidenziare un vero e proprio “sistema dei personaggi”, basato su alcuni ruoli fondamentali, quali, per esempio, quelli di:
protagonista: l’eroe intorno ai quali ruotano le vicende ;
antagonista: che si contrappone all’eroe ;
aiutante: chi favorisce l’eroe ;
oppositore: chi ostacola l’eroe.

Non sempre tuttavia è possibile ridurre ad uno schema la complessa rete dì rapporti che lega fra loro i personaggi di un romanzo, soprattutto nella narrativa del Novecento dove a volte il protagonista è un antieroe (come l’inetto Zeno Cosmi, protagonista della Coscienza di Zeno) e molto spesso il conflitto protagonista/oppositore è interiorizzato (come nel Fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello).

Hai bisogno di aiuto in Analisi del testo e scrittura di testi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove