Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

- HORREA GALBANA = gli Horrea Galbana (Testaccio) vengono chiamati così dopo i restauri

effettuati dall'imperatore Galba nel 69 d.C.; prima si chiamavano Horrea Sulpicia (CIL VI

30855 epoca augustea) dal nome del costruttore Sergius Sulpicius Galba (costruzione: 100 a.C.).

- HORTUS = il termine hortus (diminutivo hortulus), riferito al giardino sepolcrale, si trova nelle

iscrizioni a partire dall'età tardo-repubblicana fino al III sec. d.C.

- H M H N S = h(oc) m(onumentum) h(eredem) n(on) s(equetur) [questo monumento (sepolcrale)

non andrà in proprietà all'erede)].

- H M D M A = h(oc) m(onumento) d(olus) m(alus) a(besto) [l'inganno e la frode stiano lontani da

questo monumento (sepolcrale)].

- H S E = h(ic) s(itus/a)/s(epultus/a) e(st) (qui è sepolto/a ...) seguito dal nome del defunto/a al

nominativo.

- IMPERIO = imperio, come iussu e monitu (su comando/ordine /ammonizione) seguiti

dal genitivo del nome della divinità, si trovano nelle iscrizioni sacre.

- IN FR P... IN AG P... = formula pedaturae (vedi).

- IN · H · D · D = in(stituti) h(eredes) d(edicaverunt); in h(onorem) d(eorum); in h(onorem)

d(omus) d(ivinae).

- IN HONOREM = in honorem o pro honore (in onore di...) seguiti dal genitivo del nome

dell'onorato, come honoris con sottinteso causa (a titolo onorifico) seguito dal dativo del

nome dell'onorato, si trovano nelle iscrizioni onorarie.

- IUSSU = iussu, come imperio e monitu (su ordine/comando/ammonizione), seguiti dal genitivo

del nome della divinità, si trovano nelle iscrizioni sacre.

- KASTRORUM invece di CASTRORUM = l'uso di K invece di C all'inizio della parola

Kastrorum, invece di Castrorum, si trova nel III sec. d. C.

- K S S T T L = k/c(arus) s(uis) s(it) t(ibi) t(erra) l(evis) (caro ai suoi, sia a te la terra lieve).

- Lettere apocalittiche α - ω = le lettere apocalittiche alpha e omega, che indicano l'inizio e la

fine della vita, si trovano dalla metà del IV sec. d.C.

- L D D D P = l(oco) d(ato) d(ecreto) d(ecurionum) p(ublice) (luogo pubblico assegnato per

decreto dei consiglieri della città) compare in iscrizioni onorarie per es. su basi di statue

poste in opera in luogo pubblico (foro, ecc.).

- LUDUS MAGNUS = inaugurato da Domiziano (81 - 96 d.C.).

- MAGIUS = è un gentilizio attestato a Roma in età repubblicana ed anche imperiale.

- Mani e avambracci = la rappresentazione di mani e avambracci con il palmo a vista sono un

motivo iconografico orientale tipico del II-III sec. d.C.

- MANIUS = l'abbreviazione epigrafica del praenomen Manius in età repubblicana è , in età

imperiale è , , .

- MONITU = monitu come iussu e imperio (su ammonizione/ordine/comando) seguiti dal genitivo

del nome della divinità, si trovano nelle iscrizioni sacre.

- N - N(umero) = l'estensione della formula biometrica con l'aggiunta di n(umero) prima degli anni

del defunto ha origine nel I sec. d.C., ma si sviluppa e diffonde soprattutto nel II-III sec. d.C.

- NAIS = è un cognome grecanico datato nel periodo tra Augusto (63 a.C.-14 d.C. imperatore dal

27 a.C.) e Nerone (37-68 d.C. imperatore dal 54 d.C.) Solin pagg. 404 e 157, 1982.

- NEOPHITUS - neophitus (appena battezzato) è un' espressione che appare con Costantino.

- NUMERIUS = prenome repubblicano molto antico.

- OPITUMA invece di OPTIMA = opituma invece di optima è di età repubblicana e si trova fino

alla prima età imperiale.

- OSSA SITA - OSSA S(ita) S(unt) = formule sepolcrali, seguite dal genitivo del nome della

persona defunta, che hanno inizio nel II sec. a.C. con sviluppo e diffusione nel I sec. d.C.

- PAULUS AEMILIUS LEPIDUS = console suffetto nel 34 a.C.

- PHILEROS = è un cognome grecanico datato nel periodo tra Augusto (63 a.C.-14 d.C. imperatore

dal 27 a.C.) e Nerone (37-68 d.C. imperatore dal 54 d.C.) Solin pagg. 404 e 157, 1982.

- P M - P(lus) M(inus) = l'uso di p(lus) m(inus) riferito agli anni del defunto, soprattutto fra gente

analfabeta, ha origine alla fine del I sec. d.C.; si trova nell'epitaffio di uno schiavo di

Domitia (CIL VI 8424), seconda moglie dell'imperatore Domiziano (81-96 d.C.), ma si

diffonde nel II sec. d.C., concentrandosi soprattutto nel III-V sec. d.C.

- POSTUMIUS = è un praenomen attestato soprattutto in età repubblicana.

- POSTUMUS = è un praenomen raro e di età repubblicana.

- P R = p(ublice) r(estituit) (restituì all'uso pubblico); p(opuli) r(ogatu) (su richiesta del popolo);

p(ro)/p(ost) r(editu/m) [per/dopo il ritorno (da un viaggio)].

- Prenome = il praenomen per le donne è molto raro e, comunque, più frequente in età

repubblicana. Nelle f/o il praenomen comincia a decadere dalla metà circa del II sec. d.C.

Il praenomen dei liberti in epoca repubblicana (specie in età sillana) è diverso da quello

del patrono; durante l'impero è uguale a quello del patrono.

- PRINCEPS = princeps (con il significato di governatotre dei castra peregrina, uomini ed

edifici) si trova dal III sec. d.C. fino a quando ci sono i castra peregrina.

- PRO HONORE = pro honore o in honorem (in onore di...) seguiti dal genitivo del nome

dell'onorato, come honoris, con sottinteso causa, (a titolo onorifico) seguito dal dativo

del nome dell'onorato, si trovano nelle iscrizioni onorarie.

- Q D E R F P D E R I C = q(uid) d(e) e(a) r(e) f(ieri) p(laceret), d(e) e(a) r(e) i(ta) c(ensuerunt)

(che cosa piacesse che su questo punto fosse deliberato, su tale punto così stabilirono) è

una formula di passaggio in un testo che lega la relatio (relazione, proposta) alla sententia

(sentenza, decisione) nei senatus consulta (deliberazioni ufficiali del Senato).

- Q V A (N) M D = forma abbreviata di q(ui) v(ixit) a(nnis) [n(umero)]…m(ensibus)...d(iebus)…

- QUOIUS invece di CUIUS = l'uso di quoius invece di cuius è di età repubblicana e si trova fino

alla prima età imperiale.

- R R PROX CIPP PED = r(ecto) r(igore) prox(imus) cipp(us) ped(es) seguita dal numerale è una

formula che si legge sui cippi posti, per delimitare le sponde del fiume, sulle due rive del

Tevere (sia lungo il tratto urbano, sia in quello suburbano) e che sta ad indicare la distanza dal

cippo successivo e, sulla faccia opposta, da quello precedente. Se ne conoscono, in totale, un

centinaio datati tra la metà del I sec. a.C. e la fine del II/inizi del III sec. d.C.

- SALVE = formula di saluto rivolta al defunto o al passante, seguita o preceduta da vocativo,

nominativo, raramente il dativo. Ha origine nel II sec. a.C. e scompare nel II sec. d.C. E' una

delle formule che concorrono a formare un dialogo tra defunto e passante dal I al III sec. d.C.

- SERVUS DEI = servus Dei è un' espressione che appare con Costantino.

- SIC = nei Carmina Epigraphica la formula che comincia con "sic---", nella parte in versi, è

tipica della fine del I sec. a.C. e del I sec .d.C., presa da Properzio, Tibullo, poeti elegiaci

del I sec. a.C.

- Soprallineatura = la soprallineatura, diffusa in età imperiale, ma soprattutto nel II sec. d.C., si usa per

indicare abbreviazioni o numerali.

- S P F C = s(ua) p(ecunia) f(aciendum) c(uravit) o c(uraverunt) (a proprie spese curò/ curarono

che fosse fatto) è una formula di chiusura tipica negli atti di evergetismo (munificenza) o

iscrizioni commemorative.

- S P F = s(ua) p(ecunia) f(ecit) o f(ecerunt) (a proprie spese curò/curarono) è una formula di

chiusura tipica negli atti di evergetismo (munificenza) o iscrizioni commemorative.

- SPURIUS = è un praenomen attestato soprattutto in età repubblicana, molto raro nell'impero.

Nel patronimico indica nascita illegittima.

- S Q M N L = s(i) q(uis) m(onumentum/emoriam) n(ostrum/am) l(aeserit)... (se qualcuno avrà

danneggiato il/la nostro/a monumento/memoria...

- STRATONICE = cognomen grecanico abbastanza diffuso a Roma e datato da Solin nel I sec. d.C.

- S T T L = s(it) t(ibi) t(erra) l(evis) (che la terra non pesi sulle tue spoglie) è una formula usata in

chiusura di iscrizioni sepolcrali.

- Tassa = la tassa sulle successioni e sulle donazioni è istituita da Augusto nel 6 d.C. ( vicesima

hereditatium).

- THETA NIGRUM = il theta nigrum si trova dagli inizi del I sec. a.C. fino alla metà del I sec. d.C.

- T P I = t(estamento/itulum) p(oni) i(ussit) (ordinò di porre per testamento/l'iscrizione).

- Travertino = l'uso del travertino (I sec. a.C. -inizi I sec. d.C.), benché vi sia anche in età

imperiale, è soprattutto diffuso in età repubblicana.

- Tribù = la menzione della tribus comincia a decadere nelle f/o durante il III sec. d.C., dopo la

promulgazione della Constitutio antoniniana nel 212 d.C.

- T P I = t(estamento) p(oni) i(ussit) [ ordinò nel testamento che fosse posto(questo sepolcro)].

- V - V(ivit) = si trova dagli inizi del I sec. a.C. fino alla metà del I sec. d.C.

- VALE (VALETE) = formula di saluto rivolta al defunto o al passante, seguita o preceduta da

vocativo, nominativo, raramente il dativo. Ha origine nel I sec. a.C. e scompare nel III

sec. d.C. E' una delle formule che concorrono a formare un dialogo tra defunto e passante

dal I al III sec. d. C. (è il saluto di chi se ne va).

- VALE + HAVE - AVE = formula di saluto rivolta al defunto o al passante, seguita o preceduta

da vocativo, nominativo, raramente il dativo. Ha origine nel I sec. a.C. e cade in disuso

nel III sec. d.C. E' una delle formule che concorrono a formare un dialogo tra defunto e

passante dal I al III sec. d. C.

- VALE + SALVE = formula di saluto rivolta al defunto o al passante, seguita o preceduta da

vocativo, nominativo, raramente il dativo. Ha origine nel I sec. a.C. e scompare nel IV-V

sec. d.C. E' una delle formule che concorrono a formare un dialogo tra defunto e passante

dal I al III sec. d. C.

- ...VIXIT ANNIS..., MENSIBUS..., DIEBUS... = formula biometrica (vedi).

- V S L L M = v(otum) s(olvit) l(aetus) l(ibens) m(erito) (lieto e giustamente soddisfatto sciolse il

voto) è una delle formule di chiusura nelle iscrizioni sacre.

- XS invece X = l'uso di xs invece della sola x (es: uxsor invece di uxor) si trova dal 30/20 a.C.

(sepolcro di Eurisace in piazza di Porta Maggiore).


PAGINE

9

PESO

71.72 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere classiche
SSD:
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Novadelia di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Epigrafia Latina e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scienze letterarie Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in lettere classiche

Riassunto di Lezioni americane, Italo Calvino
Appunto
Elementi di linguistica italiana - Riassunto esame, prof. Vignuzzi
Appunto
Appunti - Seymour Chatman
Appunto
Letteratura Italiana - Riassunto esame
Appunto