Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

storia: -ha intrapreso una strada di sviluppo culturale ed economico in senso filooccidentale a

partire dalla rivoluzione di Ataturk degli anni “20

Cipro

Nicosia

storia: -dal 1974 la metà orientale dell’isola è amministrata da un governo filoturco, mentre la metà

occidentale è greca

-le due comunità vivono nettamente divise dalla cosiddetta “linea verde” controllata da un

contingente delle Nazioni Unite

Georgia

Tiblisi

geo. fisica: prevalentemente montuosa

lungo le coste del Mar Nero si estende l’ampia pianura della Colchide

clima: continentale all’interno

mediterraneo sulla costa

popolazione: la popolazione è in calo soprattutto a causa dell’emigrazione dovuta alla guerra

economia: -prevalentemente agricolo

-area di passaggio di grandi oleodotti che dell’Azerbaigian portano il greggio in

Europa

storia: -fu la patria di Stalin

-politicamente instabile

-la minoranza russa minaccia la secessione; l’Abkhazia e l’Ossezia del Sud sono di fatto

indipendenti dalla Georgia, sostenute da Mosca ma non riconosciute dagli altri paesi

-nel 2008 l’esercito georgiano ha invaso l’Ossezia Mosca ha risposto invadendo la Georgia,

il conflitto ha avuto rapido termine grazie all’intervento dell’Unione Europea

Azerbaigian

Baku

popolazione: la popolazione è ancora in fase di crescita

per metà vive nelle campagne

economia: grande produttore di petrolio

storia: -il Governo è accusato di autoritarismo e limitazione del diritto di dissenso

-la regione azera a maggioranza armena del Nagorno-Karabach è stata causa di una lunga

guerra, non ufficiale; oggi la regione è occupata dall’esercito armeno, è di fatto indipendente

dall’Arzebaigian, ma non è riconosciuta a livello internazionale

Armenia (Isola nella montagna)

Erewan

geo. fisica: -si estende sulle zone del Caucaso meridionale ai piedi del Monte Ararat

popolazione: -solo una piccola parte della popolazione armena vive all’interno dei confini dello

Stato

-gli Armeni furono quasi sterminati dal genocidio perpetrato dalla Turchia fra 1915 e

1916, azione ancor oggi negata dalla Turchia, resta uno dei principali motivi di attrito

fra Turchia e Unione Europea

-gli Armeni professano fede cristiana secondo i dettami di una chiesa autonoma

-un quarto della popolazione si trova in condizioni di povertà

Asia

Siria

Damasco 11

geo. fisica: -Deserto Siriaco

-Eufrate

popolazione: -presenta la demografia tipica di un paese in via di sviluppo con tassi di natalità

molto elevati

-nel nord-est è presente una numerosa minoranza curda, che spesso ha denunciato

persecuzioni e discriminazioni

-le due città maggiori Damasco e Halab (Aleppo) accolgono un quarto della

popolazione

economia: -economia arretrata basata sull’agricoltura

-nonostante le riforme degli ultimi anni la Siria resta un paese a medio sviluppo

storia: -a lungo considerato dagli Usa colpevole di non combattere il terrorismo internazionale

-rapporti tesi con Israele, pianure del Golan sottratte nella guerra dei sei giorni nel 1967

Israele

Gerusalemme

Tel Aviv – Jaffa è la metropoli principale del paese

geo. fisica: -altipiani orientali Galilea, Samaria, Giudea

-valle del Giordano, Lago di Tiberiade occupano una profonda fossa tettonica che

scende verso il Mar Morto

clima: -mediterraneo secco

-verso l’interno diventa arido

economia: -solido comparto finanziario

-importanti centri di ricerca, spesa pubblica destinata al settore fra le più ampie al

Mondo

storia: -nato nel 1948 grazie all’appoggio internazionale

-nel “48 solo il 6% della comunità ebraica risiedeva in Israele, oggi la quota è del 41%, solo

la comunità americana continua ad essere numerosa: 40%

-con le guerre combattute fra il 1967 e il 1973 Israele si è impadronito di diversi territori

arabi: striscia di Gaza, alture del Golan, Cisgiordania

Territori amministrati dall’Autorità Nazionale Palestinese

-gli accordi del 1993 firmati da Rabin e Arafat stabilirono che la Striscia di Gaza e parte della

Cisgiordania, occupate da Israele nel 1967, passassero sotto il controllo dell’Autorità Nazionale

Palestinese in vista della creazione di uno Stato palestinese indipendente

-nel 2000 lo scoppio della seconda Intifada portò ad una nuova invasione israeliana

-nel 2005 Israele ha deciso il ritiro totale da Gaza

-con la vittoria alle elezioni di Hamas, organizzazione islamica radicale, la situazione è nuovamente

peggiorata

-scelte politiche discutibili, come l’appoggio dato a Saddam Hussein ai tempi dell’invasione del

Kuwait nel 1990, rischiano di isolare i Palestinesi dall’appoggio internazionale

-Yasser Arafat leader storico dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina, premio nobel

per la pace, resta una personalità controversa

Libano

Beirut

storia: -pochi decenni fa era detto Svizzera del Medio Oriente

-oggi dopo lunghi anni di guerra vige la cosiddetta pax siriana, basata su un governo

appoggiato dalla Siria

-la fine della trentennale guerra civile è ostacolata dalla presenza di varie frange estremiste

interne 12

-inoltre in Libano si trovano le frange estremiste del movimento palestinese, le quali

periodicamente attaccano Israele

Giordania

Amman

geo. fisica: -il paese si affaccia sul Golfo di Aqaba e quindi sul Mar Rosso

popolazione: -molto numerosi sono i Palestinesi

-il paese è a maggioranza araba

-il numero dei profughi palestinesi e irakeni è altissimo, la Giordania è il paese col

più alto rapporto fra profughi e abitanti

economia: -povera di petrolio

-sviluppo industriale limitato

-l’economia p sottosviluppata dipende in buona parte dalle rimesse degli emigrati

storia: -Re Hussein è stato al potere dal 1952 al 1999

-il fallimento dell’attacco ad Israele nel 1967 procurò la perdita della Cisgiordania

-il giovane re Abdallah ha avviato una serie di processi di pace, anche con Israele

Arabia Saudita

Riyadh

clima: -arido desertico, fanno eccezione le zone vicine al Mar Rosso

popolazione: -tre quarti della popolazione è costituita da cittadini sauditi, il restante quarto dai

gruppi di immigrati giunti nel Paese all’epoca del boom petrolifero

-il rapporto di Amnesty international dimostra che la situazione relativa alla

democrazia e al rispetto dei diritti civili è molto grave

economia: -il petrolio è il perno dell’economia

-particolarmente sviluppate sono l’industria chimica e le attività di raffinazione

storia: -l’Arabia Saudita ha lo statuto di regno ereditario, in cui il sovrano ha anche la funzione di

custode dei luoghi santi dell’Islam

Yemen

San’a

popolazione: -la popolazione, ancora rurale per oltre i due terzi è organizzata in clan e villaggi

-l’età media è bassissima

economia: -il Paese è poverissimo, il più arretrato del Vicino Oriente

-metà della popolazione è ancora impiegata in agricoltura

storia: -lo Stato si è costituito nel 1990 dall’unificazione dello Yemen del nord, di ispirazione araba

e dello Yemen del Sud, a governo marxista; ma anche dopo l’unificazione sono proseguite

violente instabilità

Kuwait

Al-Kuwayt

geo. fisica: pianura sabbiosa affacciata sul Golfo persico

popolazione: -i numerosi Palestinesi prima del 1990 sono stati espulsi dopo che le autorità

palestinesi diedero il loro sostegno all’Iraq in occasione dell’invasione dell’emirato

economia: -l’economia si basa sul petrolio, il paese è il nono produttore mondiale

Bahrain

Manama

economia: -importante è il petrolio

-il paese è inoltre no dei maggiori centri bancari dell’intero Vicino Oriente

13

Qatar

Doha

economia: -il perno dell’economia è l’estrazione di gas naturale

-sul piano internazionale il Qatar è noto perché nella capitale Doha ha sede Al Jazeera, principale

emittente televisiva in lingua araba

Emirati Arabi Uniti

Abu Dhabi

geo. fisica: tavolato desertico affacciato sul Golfo Persico

popolazione: -a causa del forte flusso migratorio dall’estero la sex ratio della popolazione è

squilibrata: la componente maschile costituisce più dei due terzi della popolazione

storia: -si tratta di una Federazione di sette monarchie assolute, indipendente dal Regno Unito dal

1971

-i sette emiri nominano il presidente (tradizionalmente l’Emiro di Abu Dhabi) che a sua

volta nomina il primo ministro (l’Emiro di Dubai)

Oman

Masquat

popolazione: -forti sono le minoranze indiane e pakistane

-la popolazione è ancora in crescita

economia: -l’economia fortemente dipendente dal petrolio e dal gas naturale è in fase di crescita

-importante sono le risorse minerarie di rame

storia: -sultanato dalla politica estera moderata

Iraq

Baghdad, bagnata dal Tigri

geo. fisica: -il territorio corrisponde quasi in toto alla pianura della Mesopotamia

-il Tigri e l’Eufrate scendono dalla Turchia verso il Golfo Persico formando lo Shatt

el-Arab

popolazione: -a maggioranza araba

-è presente una forte minoranza curda soggetta a repressione durante il regime di

Saddam

-i Curdi vivono per lo più a Baghdad e a Mosul

-l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite stima la presenza di 4 milioni di profughi

economia: -secondo i dati CIA l’Iraq sembra in ripresa

storia: 1980-1988 - guerra contro l’Iran

1991-2003 – due Guerre del Golfo

-il regime di Saddam Hussein

-dopo la caduta della dittatura nel 2003 l’amministrazione internazionale nel 2004 ha

passato i poteri alle nuove autorità nazionali iraqene

Iran

Teheran

geo. fisica: -il territorio è caratterizzato da una profonda instabilità tettonica

-l’idrografia è scarsa

clima: continentale

popolazione: -maggioranza persiana (51%)

-forti minoranze azere (24%) e curde (7%)

-il tasso di crescita è in diminuzione sia grazie ad un calo della natalità sia al forte

flusso migratorio

economia: -grande produttore di petrolio 14

-importanti sono anche i giacimenti di rame, zinco, ferro

-l’agricoltura, ancora importante, è resa difficoltosa dalla mancanza di acqua e

dall’arretratezza dei mezzi tecnici

-il crescente isolamento internazionale scoraggia sempre più investimenti esteri

storia: -la Repubblica islamica dell’Iran è stata governata fino al 1979 dallo Scià Reza

Pahlavi, dispotico ma filoccidentale

-rovesciato lo Scià il potere è stato assunto dal clero religioso sciita sotto la guida

dell’ayatollah Khomeini

-nel 2005 si è avuta una ulteriore svolta ultraconservatrice con l’elezione dell’attuale

presidente Ahmadinejad, che ha portato il paese all’isolamento internazionale

Afghanistan

Kabul

geo. fisica: -dominato da steppe e deserti, il territorio è montuoso

-a nord-ovest si trova la Battriana

-il sistema idrografico è scarso, spesso tributario di bacini lacustri interni, se si

eccettua il fiume Kabul tributario dell’Indo

popolazione: -attualmente vi sono ancora 3 milioni di profughi afgani fuori dal confine del paese

-la popolazione è per la maggior parte ancora organizzata su base tribale

economia: -un sistema economico è praticamente inesistente

-l’agricoltura è di sussistenza

-l’unica vera risorsa è l’oppio, il paese detiene il 92% della produzione mondiale

storia: -dal 1979 al 1989 il paese è stato invaso dall’Unione Sovietica

-ottenuta la liberazione grazie alla guerriglia islamica è salito al potere il regime teocratico

dei Talebani

-il regime talebano è crollato a seguito dell’attacco degli Stati Uniti nel 2001 dopo gli

attentati dell’11 Settembre

Kazakistan

Astana

geo. fisica: -è la più vasta repubblica dell’ex Unione Sovietica dopo la Russia

-il territorio è per lo più pianeggiante

-importanti sono i laghi: il Balhas, l’Aral, di cui la porzione meridionale è posseduta

dall’Uzbekistan

clima: continentale

popolazione: -numerosa è la minoranza russa che risiede nel nord del paese

-il regime demografico è rallentato a causa soprattutto del forte flusso migratorio, in

particolare verso la Russia

economia: -sono presenti ampi giacimenti di petrolio e gas naturale ai quali è legato un buon

apparato industriale

-un tasso di inflazione ancora elevato e una presenza eccessiva dello Stato

nell’economia tendono a essere fattori limitanti dello sviluppo

storia: -fin dall’indipendenza è stato dominato politicamente dall’ex comunista Nazarbayev

Uzbekistan

Taskent

Samarcanda, posta sulla via della seta

geo. fisica: -occupa le terre desertiche del Bassopiano Turanico

-l’idrografia fa capo al Lago d’Aral, di cui il paese possiede il lato meridionale

clima: -continentale e assai arido 15

economia: -il sistema economico è ancora fortemente sovietizzato, con una massiccia presenza

dello Stato

-ancora molto importante è l’agricoltura

-l’Uzbekistan resta uno dei paesi più poveri dell’area

popolazione: -è la più popolosa delle repubbliche dell’Asia Centrale

Turkmenistan

Asgabat

-governato da un regime autoritario a partito unico

geo. fisica: -si estende su un bassopiano per la maggior parte occupato dal Deserto del Karakum

-l’unico fiume importante è l’Amudarja, al confine con l’Uzbekistan, pesantemente

sfruttato per l’irrigazione

economia: -ancora agricolo, è grande produttore di cotone, importante è anche la produzione

tradizionale di tappeti

-la principale ricchezza è il gas naturale di cui è il decimo produttore al mondo

clima: arido continentale

Tagikistan

Dusambe

geo. fisica: -si estende sul territorio del sistema montuoso del Pamir

clima: arido e continentale

economia: -il paese possiede una sviluppata economia sommersa specializzata nel traffico di

droga e di merci di contrabbando

-l’economia ufficiale si regge sulla coltivazione del cotone e dell’allevamento

Kirghizistan

Biskek

popolazione: -sono presenti forte minoranze russe e uzbeke

economia: -nonostante la presenza di risorse minerarie l’economia si fonda ancora su agricoltura

e allevamento

-data l’instabilità politica il paese stenta a crescere

Pakistan (Repubblica federale)

Islamabad

Karachi, ex capitale, è la seconda città del paese

geo. fisica: -la cima più alta è il K2

-il cuore del paese è la valle dell’Indo che attraversa tutto il territorio da nord a sud

fino a sfociare con delta nel Mar Arabico

clima: arido con scarse precipitazioni

popolazione: -la maggior parte della popolazione è costituita dai Punjabi, la fede religiosa più

diffusa è la componente musulmana sannita

economia: -il paese possiede i tipici caratteri di un paese in via di sviluppo

-ancora fortemente agricolo (terreni fertili irrigati dall’Indo)

-l’industria, generalmente rivolta al mercato interno, ha l’ambito più redditizio nella

lavorazione del cotone

-nonostante il presente stato di arretratezza l’economia è in crescita grazie agli

investimenti degli alleati inglesi e americani

storia: -il Paese nasce nel 1947 dopo lo smembramento della colonia inglese su base religiosa

-inizialmente il Pakistan possedeva anche l’attuale Bangladesh, chiamato Pakistan Orientale,

che si rese indipendente dopo una lunga lotta nel 1971

-la disputa fra Pakistan e India per il controllo del Kashmir, rivendicato anche dalla Cina,

16

è ancora irrisolta

-movimenti di guerriglia autonomisti e fondamentalisti provocano scontri al confine con

l’Afghanistan e in Belucistan

-la politica del Pakistan è filoccidentale, il sostegno degli Usa si è rafforzato soprattutto

dopo l’appoggio dato alla guerra in Afghanistan

India

New Delhi, periferia di Dehli

Mumbai, Kalkutta (sorge su un ramo del delta del Gange)

geo. fisica: -a nord si estende la catena montuosa dell’Himalaya

-a sud si apre la pianura indogangetica, punto di contatto fra la Placca Indiana e la

Placca Eurasiatica

-ancora più a sud il tavolato roccioso del Deccan

-i maggiori fiumi indiani sono: Gange

Brahamaputra, nasce in Cina, tributario del

Gange

clima: -forte è l’influenza dei monsoni

popolazione: -è dopo la Cina, il paese più popoloso del mondo

-il ritmo di crescita è ancora molto elevato, con un tasso di ridimensionamento molto

meno elevato di quello cinese

economia: -dodicesima economia al mondo per PIL prodotto

-il PIL pro capite è mediamente un quarantesimo di quello italiano

-l’India rappresenta una delle economie emergenti, conta la più grande massa di

forza lavoro e a basso costo

-l’agricoltura è ancora la risorsa principale e nonostante la grandezza mastodontica

della produzione è ancora arretrata

-nonostante la presenza di molte risorse minerarie lo sviluppo industriale è ancora

ridotto

storia: -la Federazione indiana nasce nel 1947 dall’ex colonia inglese

-il potere della famiglia Nehru-Gandhi è quasi dinastico

Bangladesh

Dacca (13,5 milioni di abitanti, è una delle metropoli più grandi del mondo)

geo. fisica: -si affaccia sul Golfo del Bengala

-il paese occupa la bassa pianura alluvionale solcata dalle foci di diversi fiumi fra cui

il delta del Gange

-anche a causa del clima monsonico vi è grande abbondanza di acqua

popolazione: -la popolazione è ancora in aumento

economia: -il paese resta uno dei più poveri del mondo

-l’agricoltura è di sussistenza

Nepal

Kathmandu

geo. fisica: -occupa il settore centrale della catena dell’Himalaya, compreso l’Everest

clima: -risente il condizionamento dei monsoni e dell’altitudine

popolazione: -si presenta la tipica situazione dei paesi sottosviluppati: forte crescita naturale che

compensa i forti flussi migratori

-la popolazione urbana è scarsa

economia: -è uno dei paesi meno sviluppati del mondo

storia: -dopo l’abolizione della monarchia oggi è una repubblica

17

Bhutan

Thimpu

-monarchia ereditaria, che solo recentemente ha mostrato aperture democratiche

-paese isolato e povero l’agricoltura è di sussistenza

-un certo peso ha il turismo internazionale attirato dai monumenti religiosi

Sri Lanka

Colombo

geo. fisica: -occupa un’isola dell’Oceano Indiano posta davanti alla punta orientale dell’India

popolazione: -per lo più rurale

-alla maggioranza cingalese buddista si contrappongono le forti minoranze tamil

induiste, nel nord dell’isola, che da un trent’ennio conducono una lotta separatista

armata

-gli scontri fra l’esercito regolare e le Tigri Tamil sono sfociati in una vera guerra

civile

economia: -pur restando agricola mostra discreti tassi di crescita

storia: -fino al 1948 colonia britannica con nome di Ceylon

Maldive

Male

-clima equatoriale

-ambiente dominato dalla foresta pluviale

Myanmar

Rangoon

clima: -influenzato dai monsoni

popolazione: -la situazione del rispetto dei diritti umani è drammatica

economia: -il paese è il meno sviluppato dell’Asia Orientale ed uno dei più poveri al mondo

-l’agricoltura è ancora il settore predominante

-una delle fonti di reddito è la coltivazione del papavero da oppio

storia: -ex colonia britannica indipendente dal 1948

-ha avuto il nome di Birmania fino al 1989

-tuttora il paese è sottoposto ad un brutale regime militare, nonostante la vittoria alle

elezioni democratiche di Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la pace nel 1991

Regno di Thailandia

Bangkok, città fluviale, unica grande città del paese

clima: -il clima monsonico favorisce lo svilupparsi di un’ampia giungla

storia: -chiamato Siam fino al 1939

-è uno dei pochi paesi indocinesi a non aver subito il colonialismo

-durante il XX sec. ha visto un continuo susseguirsi di rivolte e colpi di Stato

Vietnam

Hanoi

Ho Chi Minh, già nota come Saigon, centro industriale e culturale nel sud del paese

clima: -monsonico, con frequente formazione di tifoni

economia: -favorita da una grande forza lavoro ben secolarizzata

-l’apparato statale è ancora rigido e sopravvive una grande disparità fra il sud

industriale e il nord agricolo

storia: -ex colonia francese 18

-diviso nel 1954 in due Stati, questi entrarono subito in un conflitto che terminò solo nel

1976 con la sconfitta del Vietnam del Sud, sostenuto dagli Stati Uniti

-drammatica fu la situazione dei profughi, detti boat-people, che l’alto commissariato

dell’Onu stima essere stati 800 mila fra 1975 e 1995

-oggi il paese è governato da un regime socialista a partito unico

Cambogia

Phnom Penh

clima: monsonico

storia: -ex colonia francese indipendente dal 1954

-dal 1975 al 1979, anno dell’invasione vietnamita, il paese è stato retto dalla dittatura di Pol

Pot, che forte dell’appoggio dei guerriglieri comunisti Kmer Rossi, resero lo Stato un

immenso lager causando la morte di circa 1,7 milioni di cambogiani

Laos

Vientiane

geo. fisica: -unico stato del sud-est asiatico a non avere sbocco al mare

-territorio montuoso

storia: -colonia francese fino al 1954

-dal 1975 è al potere un governo a partito unico

Singapore

Singapore

economia: -il sistema economico è ultraliberale, basato soprattutto sul commercio internazionale

-è uno dei paesi più ricchi del mondo

-la crisi economica degli ultimi anni sta avendo effetti anche a Singapore dato il

sistema economico fortemente terziarizzato

storia: -fondata dagli inglesi nel 1819

-ottiene l’indipendenza nel 1965

Malesia

Kuala Lampur, ospita le Petronas towers, uno degli edifici più alti al mondo

clima: caldo e umido, data la vicinanza all’equatore

economia: -negli ultimi decenni è riuscito ha trasformato la propria economia antiquata, basata

sulla produzione agricola, nel senso di uno sviluppo industriale e terziario

-detta “Tigre asiatica” sta imboccando la via di rapido sviluppo

storia: -è federazione di una serie di regioni autonome alcune democrazie altre monarchie

-nasce dall’unione dei possedimenti britannici in insulindia, resisi indipendenti nel 1957

-fino al 1965 faceva parte della federazione anche Singapore

Indonesia

Giacarta, 9,7 milioni di abitanti

geo. fisica: -le isole si suddividono in quattro gruppi fondamentali:

Isole della Sonda: grandi: Sumatra, Giava, Borneo, Sulawesi

piccole: Bali, Timor…

Molucche

Nuova Guinea, di cui l’Indonesia possiede circa la metà

-spiccata attività sismica e vulcanica; situata lungo la cintura di fuoco

circumpacifica, all’incrocio delle placche australiana, eurasiatica, filippina

popolazione: -è lo stato musulmano più popolato del mondo

-la crescita demografica è ancora elevata e la mortalità infantile è bassa

19

economia: -circa il 40% della popolazione è ancora impiegata nell’agricoltura

-l’industria in espansione riguarda soprattutto la trasformazione delle ricche materie

prime

Brunei

Bandar Seri Begawan

geo. fisica: -il sultanato è costituito da due piccole enclaves in territorio malese sulla costa

settentrionale del Borneo

economia: -la produzione si basa sul gas naturale e sul petrolio

-il sultano è uno degli uomini più ricchi del mondo

storia: indipendente dall’Inghilterra dal 1984, mai entrato a far parte della Federazione malese

Timor Est

Dili

geo. fisica: -occupa la parte orientale dell’isola di Timor per il restante indonesiana

storia: -ex colonia portoghese

-quando il Portogallo abbandonò il territorio nel 1975 questo venne occupato dall’Indonesia

dando inizio a lunghi scontri violenti

-nel 2002 Timor Est ha ottenuto la piena indipendenza dall’Indonesia grazie all’intervento di

un contingente di pace delle Nazioni Unite

Filippine

Manila, conturbata con Quezon City, rappresenta l’are urbana pi grande del paese (circa 11 milioni

di abitanti)

geo. fisica: -le isole presentano instabilità data dalla frequente attività vulcanica

popolazione: -unico paese asiatico di lingua e cultura ispanica, cattolico

-la popolazione presenta elevati ritmi di crescita

-recentemente la qualità della vita sta migliorando anche se la povertà è ancora molto

diffusa, la situazione è peggiore nelle isole meridionali

economia: -debole e poco sviluppata

-legatissima agli Usa che rappresentano il primo partner commerciale

-molto importanti sono le rimesse degli emigrati

storia: -furono colonie spagnole fino al 1898, quando passarono sotto il controllo degli Usa

-durante la seconda guerra furono occupate dai Giapponesi

-dal 1946 al 1986 hanno subito la dittatura di Ferdinando Marcos

-oggi vige la democrazia

(la storia politica assomiglia molto a quella dei paesi latino-americani)

Cina

Pechino

geo. fisica: -Deserto del Gobi, a nord

-Manciuria, fertile pianura orlata da catene montuose

-ricca idrografia: Huang-He = Fiume Giallo

Chang Jiang = Fiume azzurro

Xi Jiang

clima: -continentale nell’interno

-montano sugli altopiani

-oceanico fresco avvicinandosi al mare

popolazione: -a partire dal 1979 è in vigore la politica del figlio unico

-la riduzione del tasso di natalità è in aumento

20

-si riscontra una prevalenza di popolazione maschile, fatto in parte da legarsi alla

triste pratica dell’infanticidio femminile

-la popolazione è etnicamente compatta ma molte sono le religioni professate:

confucianesimo, buddismo, taoismo, islam, cristianesimo

-la varietà di cinese più parlato sono il cantonese e il mandarino

economia: -la Cina ha un volume di ricchezza prodotta inferiore solo al Giappone e agli Stati

Uniti

-ma sono i valori pro capite a restituire i limiti del sistema economico cinese

-la Cina resta ancora un paese a netta base agricola

-l’industria era fino a poco tempo fa specializzata nel comparto pesante, solo di

recente si sta riconvertendo verso i comparti più leggeri come l’abbigliamento

-è in corso un processo di ammodernamento delle infrastrutture (vd. porto di

Shangai)

Hong-Kong

geo. fisica: -composta da un arcipelago di numerose isole e da una penisola posta sulla costa

meridionale cinese

popolazione: -la popolazione è per lo più cinese, nativa del luogo

storia: -colonia britannica dalla metà dell’ “800

-Hong-Kong è ritornata sotto la Cina, nel 1997, sulla base del famoso motto “un Paese due

sistemi”

-l’accordo prevede che per i cinquanta anni successivi le autorità cinesi non modificheranno

il sistema economico, giuridico e sociale in vigore sotto gli inglesi

Macao

-la popolazione a maggioranza cinese ha un elevato standard di vita

storia: -colonia portoghese

-fu restituite alla Cina, alle stesse condizioni di Hong-Kong, nel 1999

Taiwan

Taipei

economia: -buona industria, concentrata nell’assemblaggio di prodotti e nelle produzioni

elettroniche

storia: -in passato conosciuta come Formosa

-repubblica fondata dai nazionalisti cinesi sconfitti da Mao nel 1949

-soggetta a un governo autoritario fino alla fine degli anni “80

-non riconosciuta a livello internazionale per non inimicarsi il colosso cinese, è de facto una

delle più avanzate economie dell’Estremo Oriente; perciò è soprannominato “il paese che

non esiste”

Giappone

Tokyo

-monarchia costituzionale retta dall’Imperatore Akihito

geo. fisica: -consta di cinque isole principali

-sono frequenti manifestazioni vulcaniche e sismiche

popolazione: -la società si presenta occidentalizzata solo in apparenza

-le principali religioni professate sono Scintoismo e Buddismo

-il tasso di crescita è stato alto fino agli anni “70, oggi il saldo naturale è quasi zero e

infatti quella giapponese è la popolazione più anziana del mondo

-è ancora in vigore la pena di morte

economia: -è il paese più sviluppato del mondo dopo gli Stati Uniti

21

-negli ultimi anni anche l’economia giapponese soffre degli stessi mali che

affliggono i paesi sviluppati occidentali: elevato debito pubblico, forza lavoro

invecchiata, concorrenza dei produttori emergenti

-l’industria è specializzata nei comparti pesanti, importante è il settore dei trasporti

Mongolia

Ulan Bator

popolazione: -di fede buddista

-tasso di natalità elevato

Repubblica Democratica di Corea

Pyongyang

-costituisce l’ultimo regime stalinista ancora in vigore

-commistione fra una monarchia assoluta e un regime totalitarista

economia: -fortemente centralizzata e con cospicue spese militari

Corea del Sud

Seoul

geo. fisica: -prevalentemente montuosa

economia: -sono coreane la Samsung e la Hyundai

-la Cina è il principale partner commerciale

Africa

Egitto

Cairo

geo. fisica: -l’Egitto è uno dei pochi paesi al mondo transcontinentali in quanto si estende per

piccola parte nel continente asiatico di cui fa parte la penisola del Sinai, conquistata

da Israele nel 1967 ma in seguito restituita

-il Nilo attraversa tutto il paese da sud a nord e sfocia nel mediterraneo con un grande

delta sul quale si trovano le principali città egiziane

-il lago maggiore è il Nasser al confine con il Sudan

popolazione: -la minoranza cristiana, riunita nella Chiesa copta, è particolarmente significativa

-la popolazione è in crescita, frenata solo dal forte flusso migratorio

economia: -basata sull’agricoltura

-l’apparato statale è discreto ma vi pesa forte il controllo dello Stato

Libia

Tripoli

Bengasi

geo. fisica: -Cirenaica, a est

-Tripolitania, a ovest

popolazione: -prevalentemente araba con minoranza autoctone di berberi e Tuareg

economia: -il sistema commerciale si basa esclusivamente sull’esportazione di greggio

-l’Italia è il principale partner commerciale

storia: -colonia italiana dal 1911 fino ala seconda guerra mondiale

-dal 1969 governata dal colonnello Gheddafi

-l’attentato terroristico aereo di Lockerbie nel 1988 procurò al paese un lungo embargo da

parte della comunità internazionale

Tunisia 22

Tunisi

popolazione: -araba ma piuttosto francesizzata

-appare in avanzata transizione demografica con natalità piuttosto bassa

economia: -industria di piccole dimensioni, ma diversificata che risponde alla domanda interna

-importanti sono le rimesse degli emigrati e il turismo

storia: -ex colonia francese indipendente dal 1956

-governata dal 1987 dal Presidente Ben Ali che ha messo in atto una politica moderata dal

punto di vista del fondamentalismo religioso, ma molto forte è la repressione del dissenso

Algeria

Algeri

geo. fisica: -occupata per i 4/5 dal deserto del Sahara

economia: -si basa sugli idrocarburi

storia: -ex colonia francese indipendente dal 1962

-dopo l’indipendenza si verificò una sanguinosa guerra contro la Francia

Marocco

Rabat

-monarchia costituzionale

geo. fisica: -sono presenti due enclaves appartenenti alla Spagna: città di Ceuta e Melilla,

rivendicate dal Marocco

economia: -paese a medio sviluppo

-non possiede idrocarburi ma estrae minerali e fosfati, di cui è uno dei principali

produttori mondiali

-importanti sono le rimesse degli emigrati

storia: -indipendente dal 1956

-dal 1976 il Marocco ha occupato l’ex Sahara spagnolo

Sahara occidentale

-ex colonia spagnola

-al ritiro della Spagna nel 1976 la regione fu occupata dal Marocco

-l’occupazione vene contrastata dal Fronte Polisario, movimento nazionalista sostenuto dall’Algeria

-il Marocco ha accettato di indire un referendum per decidere del futuro della regione, ma oggi la

situazione e in fase di stallo, una certa stabilità è data dalla presenza di un contingente di pace delle

Nazioni Unite

-gran parte della popolazione della regione ha trovato rifugio nel sud dell’Algeria

Sudan

Karthoum

geo. fisica: -paese più esteso dell’Africa

-sono presenti i due rami del Nilo (Nilo Bianco e Nilo Azzurro) che confluiscono a

Karthoum

popolazione: -classico paese africano in piena esplosione demografica

-la popolazione è una delle più povere del pianeta

storia: -nel sud al confine con l’Eritrea è attiva una guerriglia indipendentista

-nel Darfur dal 2003 è in atto un vero genocidio da parte delle truppe regolari e dei

fondamentalisti islamici; inutile sembra la presenza del contingente delle Nazioni Unite

-2 milioni e mezzo di profughi si sono rifugiati nel Ciad

Ciad

N’djamena 23

popolazione: -non si placa l’ostilità fra il nord abitato da Berberi e Arabi e il sud popolato da genti

sudanesi

-solo il forte flusso migratorio alleggerisce il saldo naturale positivo

economia: -molto importante per la pesca è il Lago Ciad che però oggi occupa solo il 5% del

territorio che occupava 35 anni fa

Niger

Niamey

geo. fisica: -si affaccia sul lago Ciad

popolazione: -la maggior parte della popolazione si concentra lungo le sponde del fiume Niger

-a parte la capitale gli insediamenti sono rurali

economia: -paese agricolo

storia: -ex colonia francese

-ha subito una serie di governi militari e soffre di una instabilità politica non ancora risolta

Mali

Bamako

popolazione: -alto livello di natalità a cui si contrappone un massiccio movimento migratorio verso

l’estero

economia: -agricoltura di sussistenza

storia: -ha attraversato due lunghi periodi di dittatura prima socialista e poi militare fino al ritorno

della democrazia nel 1992

-oggi il processo di democratizzazione sembra avviato con successo

Burkina Faso (“terra degli uomini integri”)

Ouagadougou

popolazione: -per la quasi totalità rurale

-l’emigrazione allieva il sovrappopolamento

Mauritania

Nouakchott

-il paese sembra avviato verso il governo di un regime multipartitico

-resta l’ostilità fra la ricca popolazione berbera e araba del nord e le popolazioni nere del sud

Senegal

Dakar

geo. fisica: -il Gambia si trova racchiuso all’interno dei confini del Senegal

popolazione: -l’unica città è Dakar, per il resto gli insediamenti sono rurali

economia: -economia di sussistenza

Capo Verde

Praia

popolazione: -il clima arido e l’erosione del suolo, che rende difficile la coltivazione, ha portato ad

un forte flusso migratorio dei Capoverdiani che oggi sono più numerosi all’estero che

non in patria

economia: -fondamentali sono le rimesse degli emigrati

storia: -indipendente dal Portogallo dal 1975

-unito alla Guinea Bissau dal 1980

Guinea Bissau: -Bissau

Guinea: -Conakry

-ha come importante risorsa ricchi giacimenti di bauxite

24

Sierra Leone:-Freetown

-devastata da una cruenta guerra civile dal 1992, anno del colpo di Stato, al 2001

quando sono intervenute le forse internazionali

-forse il più povero Stato africano, le risorse di diamanti, ferro, bauxite e rutilio (da

cui si ricava il titanio) restano in mano a compagnie straniere o al contrabbando

Liberia: -Monrovia

-dal 1989 al 2003 ha subito una violenta guerra civile

-l’economia agricola di sussistenza è stata devastata dal conflitto, solo di recente

grazie agli aiuti internazionali la situazioni sta lievemente migliorando

Costa d’Avorio: -Yamoussoukro

-per estensione secondo paese della regione dopo la Nigeria

-ha visto una violenta guerra in testina che sembra oggi in via di risoluzione

-la popolazione, etnicamente composita, si divide fra musulmani e cristiani

-ancora oggi le piantagioni costituiscono una delle principali fonti di

ricchezza del paese

Ghana: -Accra -unica città di rilievo

-città fondata dai Portoghesi e in seguito ampliata dagli Olandesi

-ha conosciuto regimi autoritari e solo da pochi anni sembra essere avviato verso la

democratizzazione

Togo: -Lomè

-ex colonia tedesca e poi francese

-dal 1967 è governato dal regime autoritario della famiglia del Presidente Eyadema a cui nel

2005 è succeduto il figlio

-prevalgono le religioni animiste

Benin: -Porto-Novo

-in precedenza si chiamava Dahomey ed era un antico regno locale che fra XVII e XIX si

arricchì grazie al commercio degli schiavi

Nigeria

Abuja

popolazione: -è il paese più popolato dell’Africa

economia: -l’estrazione del petrolio ha immesso nel paese ingenti quantità di denaro che però

non sono state reinvestite in progetti strutturali, né distribuiti alla popolazione

-l’estrema povertà ha fatto sì che fosse impossibile la gestione diretta delle risorse da

parte del paese stesso e che le attività più redditizie dovessero essere appaltate a

società straniere (fra cui l’italiana ENI)

storia: -ex colonia inglese

-guerra del Biafra fra 1967 e 1970

Camerum

Yaoundè

popolazione: -a nord si trovano popolazioni sudanesi musulmane

-a sud la popolazione è cristiano-animista e bantù

economia: -l’esportazione di idrocarburi costituisce i due terzi del totale

-l’industria denota un discreto sviluppo

-metà della forza lavoro si dedica ancora all’agricoltura

25

-elevata disoccupazione e iniqua distribuzione del reddito sono un freno al

miglioramento delle condizioni della popolazione

storia: -nasce nel 1961 dalla fusione di due protettorati uno inglese l’altro francese

-da più d trent’anni è governato dal regime autoritario del Presidente Biya

Repubblica democratica del Congo (ex Zaire)

Kinshasha

economia: -sono presenti ingenti giacimenti di diamanti, rame, argento, uranio, petrolio, spesso

causa dei conflitti

-ma a causa della guerra civile la popolazione vive nella povertà più assoluta

storia: -ex colonia belga, dalla liberazione il paese è stato martoriato guerre civili e feroci dittature

Gabon

Libreville

economia: -la maggior parte della popolazione è occupata da un’agricoltura di sussistenza

-il sottosuolo ricco di giacimenti (importante è il petrolio) è gestito da compagnie

straniere

popolazione: -è uno degli stati africani meno popolati il che gli ha concesso una certa prosperità

Sao Tome e Principe

Sao Tome

geo. fisica: -arcipelago vulcanico situato nel Golfo di Guinea, composto da due isole maggiori e

altri isolotti

Guinea Equatoriale: -Malabo

-colonia spagnola fino al 1968

-regge tutta la sua economia sull’estrazione del petrolio

Repubblica Centrafricana: -Bangui

-fra il 1966 e il 1979 ha sofferto il feroce regime di Bokassa

Congo: -Brazzaville

-ex colonia francese

-guidato di continuo da governi autoritari

-popolazione etnicamente composita, caratterizzata da alti tassi di natalità

Kenia

Nairobi

economia: -l’agricoltura riesce a soddisfare il fabbisogno interno

-il settore industriale è in espansione ma ancora limitato

-il paese resta comunque povero

storia: -ex colonia inglese

-una propensione filooccidentale ha garantito una discreta stabilità ed un inizio di sviluppo

Repubblica Unita di Tanzania

Dodoma

geo. fisica: -importanti sono i laghi: Lago Vittoria, Lago Manganica, Lago Malawi

-davanti alla costa vi sono numerose isole, fra cui Zanzibar

storia: -nata nel 1964 dall’unione dei possedimenti britannici del Manganica e dello Zanzibar

Uganda: -Kampala

1971-1979 – violento regime di Idi Amin Dada

26


ACQUISTATO

16 volte

PAGINE

36

PESO

232.00 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Geografia
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere
SSD:
Università: Pisa - Unipi
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Karenina3 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Geografia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pisa - Unipi o del prof Macchia Paolo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Geografia

Riassunto esame Geografia, prof. Macchia, libro consigliato Il globo terrestre, Palmieri, Parotto
Appunto
Riassunto esame Geografia, Prof. Macchia, libro consigliato Geografia della popolazione, Degradi
Appunto
Riassunto esame Geografia, prof. Macchia, libro consigliato Le città del mondo, De Matteis, Lanza
Appunto
Riassunto esame Geografia, prof. Macchia, libro consigliato Cartografia nei secoli
Appunto