Che materia stai cercando?

Storia della lingua italiana - Anniversario di Curtatone

Appunti di Storia della lingua italiana per l'esame del professor Girardi con analisi metrica e stilistica della poesia "Anniversario di Curtatone" di Giovanni Prati nell'ambito del corso universitario di Storia della lingua italiana su lingua, stile, retorica della poesia risorgimentale.

Esame di Storia della lingua italiana docente Prof. A. Girardi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

 

Anniversario di Curtatone di Giovanni Prati

NOTA BIOGRAFICA: Giovanni Prati nacque a Campomaggiore (Trento) nel 1814 e studiò

legge all’Università di Padova. Nel 1840, sospettato dalla polizia austriaca, fu imprigionato.

Scagionato, nel ’41 si recò a Milano dove conobbe Manzoni e gli altri cattolici moderati

milanesi. Successivamente fu a Torino, e agli inizi del ’48 tornò in Veneto, prima a Padova,

poi a Venezia e infine a Treviso. Fu imprigionato una seconda volta per il suo atteggiamento

filo-monarchico e moderato, che gli valse anche un’espulsione da parte dei democratici

prima da Venezia e poi da Firenze, dove era accorso dopo l’insurrezione. Tornò quindi a

Torino dove fu nominato storiografo della Corona. Nel 1862 fu deputato al Parlamento, nel

’71 seguì il governo a Roma e ottenne la direzione dell’Istituto Superiore di Magistero. Nel

’76 fu nominato senatore. Morì a Roma nel 1884.

La sua prima opera è Edmengarda, una novella in versi pubblicata nel 1841, a cui

seguirono altre raccolte liriche tra cui Canti per il popolo (1843), Ballate (1843), Memorie e

lagrime (1844), Passeggiate solitarie (1847), Storie e fantasie (1851), Canti politici (1851),

il poemetto Armando (1868), Psiche (1876) e Iside (1878).

METRO: Baldacci la definisce una ballata romantica (o romanza) tuttavia mancano

ritornelli o iterazioni, elementi tipici di questo metro. Il poeta cita in discorso diretto le

parole dei soldati italiani (vv. 11-24) e del soldato ungherese (vv, 33-48), e ciò conferisce

teatralità al componimento.

La ballata è caratterizzata dall’alternanza di versi piani, sdruccioli e tronchi, tutti

settenari, e lo schema ritmico è: a b c’’ d’ e’’ b f’’ d’. Questa successione di accenti sulla

terzultima, penultima e ultima sillaba dà al componimento un certo ritmo.

Si tratta di un componimento scritto a Torino nel 1851 e rientra nella raccolta Canti politici

(1852). Scritta in onore dei morti nella battaglia di Curtatone (combattuta nel 1848 nei

pressi di Mantova contro gli austriaci), la ballata ha quindi un tema patriottico.

La poesia potrebbe essere divisa in tre parti. La prima (vv. 1-24) in cui il poeta, per

mezzo delle parole dei sopravvissuti, si rivolge ai giovani che un giorno diventeranno

valorosi guerrieri, e li incita a vendicare i caduti di Curtatone, morti per la patria. La

seconda (vv. 25-56) vede il poeta descrivere i punti di vista di due diversi popoli, italiano e

ungherese, il «guardian straniero» del verso 25, i quali entrambi si trovano sotto una

dominazione straniera e vogliono ribellarsi a quest’ordine: «Così con varii modi / canta chi

vinse e giacque, / ma in un medesmo palpito / arde il medesmo ver» (vv. 49-52). Il Prati

riprende qui il tema dei popoli accomunati nelle guerre d’indipendenza contro il

dominatore, trattato anche da Tommaseo nei Canti popolari toscani, corsi, illirici e greci

(1842). La terza e ultima parte (vv. 57-80) è un nuovo omaggio ai morti per la nazione, e un

«la

augurio che presto si possa dimenticare lugubre / canzone della morte» (vv. 77-78) e

festeggiare la libertà.


PAGINE

2

PESO

80.19 KB

AUTORE

nina128

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere
SSD:
Università: Verona - Univr
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher nina128 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia della lingua italiana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Verona - Univr o del prof Girardi Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia della lingua italiana

Riassunto esame Storia della lingua italiana, prof. Girardi, libro consigliato Breve storia della lingua italiana, Marazzini
Appunto
Storia della Lingua Italiana -  Appunti
Appunto
Lezioni di storia della lingua italiana (corso introduttivo), Prof. Girardi
Appunto
Storia della lingua P
Appunto