Che materia stai cercando?

Sistemi di elaborazione I - i sistemi informativi Appunti scolastici Premium

Appunti di Sistemi di elaborazione I per il corso del professor Ferrari. Gli argomenti trattati sono i seguenti: i sistemi informativi, come sono organizzati nei database relazionali i dati, la progettazione di un database aziendale, l'esempio di Data Base come sovrapposizione delle diverse "Viste d'utente".

Esame di Sistemi di elaborazione I docente Prof. C. Ferrari

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Vista dell'amministrazione

Dipendente Reparto

nome, cognome, nome reparto

si trova in

titolo di studio indirizzo reparto,

mansione, giorno telefono reparto

indirizzo personale

telefono personale Vista complessiva

Dipendente Reparto

nome, cognome,

titolo di studio nome reparto

si trova in

ind. studio prof., indirizzo reparto,

mansione, giorno telefono reparto

indirizzo personale

telefono personale Vista di sistema

Φ l'azienda e' costituita da dipendenti identificabili con

nome e cognome

Φ i dipendenti lavorano nei reparti dove esercitano le

loro mansioni sulla base del loro titolo di studio

Φ i reparti sono rintracciabili con i loro indirizzi

Φ i dipendenti sono contattabili per telefono

Φ ai dipendenti possono essere inviate informazioni

presso il loro indirizzo (di reparto e personale)

Φ i dipendenti possono esercitare anche attivita'

professionali esterne su apposita autorizzazione

Normalizzazione

Φ prima forma normale: non vi sono gruppi ripetitivi di

attributi all'interno della struttura della relazione

Φ seconda forma normale: ogni attributo dipende

pienamente dalla chiave

Φ terza forma normale: ogni attributo non dipende da

altri attributi

Esempio di tabella non normalizzata

reparto dipendente

nome del reparto, indirizzo, direttore nome , cognome , mansione

cardiologia via verdi 20 neri paolo rossi medico

cardiologia via verdi 20 neri bruno conti medico

cardiologia via bianchi 20 neri paolo maldini inferm.

ortopedia via bianchi 30 bellini roberto baggio medico

ortopedia via bianchi 30 bellini dino baggio inferm.

gruppi ripetitivi

Esempio di tabella in prima

forma normale

nome reparto si

indirizzo Dipendente

REPARTO trova

direttore

tel. e indirizzo

del direttore nome cognome mansione

Esempio di tabella in terza forma

normale

nome reparto si

REPARTO

indirizzo Dipendente

trova

diretto da

direttore nome cognome mansione

Direzione

tel. e indirizzo

del direttore TECNOLOGIA OLE

Φ la tecnologia OLE serve a collegare

(linking) o ad incorporare (embedding)

oggetti in una data applicazione MS

Φ tra gli ambienti che possono usufruire

della tecnologia OLE, ricordiamo

– VISUAL BASIC

– ACCESS

– POWER POINT

OGGETTI OLE

Φ IMMAGINI

Φ FILE VIDEO

Φ FILE SONORI

Φ FILE ESEGUIBILI

Analisi e Progettazione dei

Sistemi Informativi

Metodologia in tre fasi

Φ Analisi del sistema

Φ Progetto logico

Φ Progetto fisico

ANALISI

Φ Analisi del sistema attuale

– costruire il modello delle funzioni di elaborazione e

dei dati del sistema informativo

– documentare i problemi ed elencare le possibili

soluzioni

Φ Specifica dei requisiti

– costruire il modello del sistema desiderato e la

relativa documentazione esplicativa

Progettazione Logica e Fisica

Φ Progettazione Logica

– progettazione concettuale ed elenco delle relazioni delle

basi di dati

– progettazione dei processi con tecniche di descrizione

formale ad alto livello (Reti di Petri, Automi, etc.)

Φ Progettazione Fisica

– Specifiche delle basi di dati con un DBMS relazionale

– Specifiche implementative dei programmi (flow chart,

SDL, etc.)

TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE

DEI SISTEMI INFORMATIVI

Φ Diagrammi di flusso dei dati (Data Flow Diagrams)

Φ Modello delle Entita' (Entity Model)

Φ Normalizzazione delle Entita' (Normalization)

Φ Dinamica delle Entita' (Entity Life Histories)

Φ Dinamica dei Processi (Process Outline)

Φ Regole per la trasformazione delle specifiche logiche nelle

specifiche implementative (Physical Design Control)

DATA FLOW DIAGRAMS:

elementi costitutivi

Φ Funzioni o Processi di elaborazione

– interni (si schematizzano con rettangoli)

– esterni (si schematizzano con ellissi)

Φ flussi di dati o di messaggi tra i processi

Φ archivi di dati ( )

si schematizzano con rettangoli aperti

APPUNTAMENTI

DOCENTE SEGRETERIA STUDENTE

richiede

legge registra appuntamento

DATA FLOW DIAGRAMS:

dove e a che cosa servono

Φ Analisi del sistema attuale: i DFD consentono di

descrivere "COME" il sistema opera sia dal punto di vista

fisico (Current Physical) che dal punto di vista logico

(Current Logical)

Φ Analisi dei requisiti e loro specificazione: i DFD

consentono di descrivere "COSA" il sistema deve attuare

sia dal punto di vista logico (Required Logical) che dal

punto di vista fisico (Required Physical)

Top-Down Design by System Refinement

Ogni funzione dei DFD puo' essere esplosa in una

struttura piu' dettagliata contenente funzioni di

significato piu' specifico rispetto alla funzione di

partenza ISTITUTO

Docente I/O

messages

Segreteria STUDENTE

Data Store ENTITY MODEL:

elementi costitutivi

Φ strutture dati o entita' (rettangoli)

Φ relazioni tra le strutture dati (ellissi o triangoli)

Φ attributi delle entita' e delle relazioni (cerchi)

Φ chiavi di entita' e relazioni (cerchi di colore diverso)

Docente chiede Studente

appuntamento

Nome, Cognome DATA Nome, Cognome

ENTITY-RELATION MODEL:

dove e a che cosa servono

ν Analisi del sistema attuale: GLI ERM consentono di

descrivere la struttura dei dati dal punto di vista

logico in relazione al funzionamento attuale del

sistema informativo (Current Logical)

ν Analisi dei requisiti e loro specificazione: GLI ERM

consentono di descrivere la struttura dei dati dal

punto di vista logico in relazione al funzionamento

desiderato del sistema informativo (Required Logical)

DATASTORE/ENTITY

CROSS REFERENCE

e' un grafico che serve a collegare gli archivi (Data

Stores) introdotti nei DFD con le entita' introdotte

negli ERM in modo da verificare che gli archivi

contengano almeno una entita' e viceversa le entita'

siano contenute almeno in un'archivio

Entity1 Entity2

Datastore REL.

Esempio di Datastore/Entity

Cross Reference

Docente chiede Studente

appuntamento

Nome, Cognome DATA

APPUNTAMENTI

DOCENTE SEGRETERIA STUDENTE

richiede

legge registra appuntamento

Entity/Function Matrix

E' una matrice che serve a collegare le

funzioni introdotte nei DFD con le Entita'

introdotte negli ERM

STUD DOC APP

Studenti R

Segreteria W, M, D

Docenti R

Entity Life History

Il modello dinamico delle entita' serve a verificare

che l'evoluzione dei dati e' corretta nel senso che

Φ le istanze delle entita' vengono inserite, modificate, lette,

manipolate e quindi calcellate dai processi nei momenti in

cui essi ne hanno il diritto (System Security)

Φ ogni istanza non si trova mai in uno stato di blocco

(deadlock)

Φ ogni istanza deve prima o poi terminare cioe' deve essere

cancellata

Esempio di Entity Life History

APPUNTAMENTO

Segreteria

Inserimento

1 Segreteria

Segreteria Cancellazione

Modifica Docente

Lettura

Normalization

Process Outline

i processi possono essere descritti mediante una

scheda dove vengono riportate:

Φ le entita' su cui il processo opera

Φ le azioni che il processo esegue sulle entita'

Φ in quale stato l'entita' si trova e dove si porta dopo

essere stata manipolata dal processo

Φ i documenti prodotti in uscita

Esempio di Process Outline

Processo Segreteria

entita' stato attuale stato futuro azione

1

azione 1 appuntamento iniziale inserimento

azione 2 appuntamento 1 iniziale cancellazione

Process Specifications as an

Automaton STATO 1

INGRESSO / USCITA INGRESSO / USCITA

STATO 2

Process Specifications as a Petri

Network

POSTI o STATI

TRANSIZIONI

Esempio di Sistema Informativo

Universitario: Scelta del Piano di studi

Φ lo studente chiede la guida alla segreteria

Φ lo studente chiede un appuntamento ai

professori per consigli sulle proprie scelte

Φ lo studente presenta il proprio piano di studi

Φ la segreteria comunica allo studente l’esito

della valutazione del piano (accettato, non

accettato, da modificare)

DFD di livello 1

Send(Richiesta Guida)

Receive(Guida)

Send(Proposta Piano Studi)

STUDENTE SEGRETERIA

Send(Richiesta Appuntamento)

Receive(Appuntamento)

Receive(Valutazione Piano Studi)

Colloquio sul Appuntamenti e

PROFESSORE

Piano di Studio Valutazioni

DFD di livello 2 SEGRETERIA

Send(Richiesta Guida) Segreteria

Receive(Guida) Universita’

Send(Proposta Piano Studi)

STUDENTE Piani

Send(Richiesta Appuntamento) Segreteria

Receive(Appuntamento) Dipartim.

Receive(Valutazione Piano Studi)

Appuntam.

Colloquio sul PROFESSORE Valutazioni sui

Piano di Studio Piani

ERD GUIDA DELLO

STUDENTE

Chiede PIANO DI

STUDENTE Presenta STUDIO

Incontra PROFESSORE

Dalle Entita’ alle Tabelle

OR

Piano di Studio GUIDA DELLO

Guida (S/N) STUDENTE

Studente PIANO DI

STUDENTE STUDIO

Appuntamenti PROFESSORE

Studente Professore

Tabelle non normalizzate

Piano di Studio il gruppo di attributi del

Guida (S/N) professore e’ ripetitivo

STUDENTE Appuntamenti attibuti del professore

Chiave Professore

Chiave Studente

Tabelle normalizzate e ottimizzate

Guida (S/N) Studente PIANO DI

STUDENTE STUDIO

Appuntamenti PROFESSORE attributi

Chiave Studente Chiave Professore

Datastore/Entity Cross Reference

Studente

PIANO DI

Piani STUDIO Guida (S/N)

STUDENTE Chiave Studente

Persona attributi

PROFESSORE Chiave Professore

Chiave Studente

Appuntam. Appuntamenti Chiave Professore

DFD di livello 2 SEGRETERIA

Send(Rich. Guida)

Receive(Guida) Segreteria

Universita’

Send(Proposta Piano)

STUDENTE Persona

Send(Richiesta App.) Piani

Segreteria

Receive(App.) Dipartim.

Receive(Valut. Piano)

Valut. sui Piani Appuntamenti

Colloquio sul PROFESSORE

Piano di Studio

ENTITY-FUNCTION MATRIX

Appuntamenti Piani Persona

Studente R, M R, E

Professore I, D I,R,M,D

Segreteria Univ. I, M M R

Segreteria Dip.

ENTITY-FUNCTION MATRIX

Appuntamenti Piani Persona

Studente I, R, M, D I, M R

I, R, M, D R, E R

Professore E, D I,R,M,D

Segreteria Univ.

Segreteria Dip.

DFD di livello 2 SEGRETERIA

Send(Rich. Guida) Segreteria

Receive(Guida) Universita’

Send(Proposta Piano)

STUDENTE Persona

Send(Richiesta App.) Piani

Receive(App.)

Receive(Valut. Piano)

Valut. sui Piani Appuntamenti

Colloquio sul PROFESSORE

Piano di Studio

Modello dinamico dell’entita’ Piano di Studi

Piano di studio

Studente - I Timeout=1anno

Segreteria - D 1

4 3

Studente - I Segreteria - M

Professore - M 2 Professore - M

Modello dinamico dell’entita’ Piano di Studi

Piano di studio

ENTITA’

FUNZIONE Studente - I

Stato Timeout=1anno

Segreteria - D

dell’entita’ 1

4 3

Studente - I Segreteria - M

Professore - M 2 Professore - M

Modelli Dinamici mediante Automi 0

Segreteria

0 PS i 2/PSa

i / PS i 1/PSr

PSr/

Timeout=1anno 1

1 Professore

PSa/

3 0

OK Timeout=1 anno

2 i3/NO

Studente 4 PSa

NO i4/OK

1

PMod

RMod/PMod 2 i5/RMod

Rete di Petri: Studente Professore e Segreteria

0

0 i PS

1 PSr i1

PSa 1

2 0

OK i2

i3

T 3


PAGINE

98

PESO

640.72 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in statistica, economia e finanza
SSD:
Università: Padova - Unipd
A.A.: 2001-2002

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher melody_gio di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sistemi di elaborazione I e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Padova - Unipd o del prof Ferrari Carlo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!