Che materia stai cercando?

Semeiotica - shock e ustioni

Appunti di Semeiotica del professor Apperti sullo shock e le ustioni e sui seguenti argomenti: le cause dello shock, l'ipossia stagnante, shock prolungato, Shock ipovolemico, shock da ustioni, valutazione della profondità, trattamento dello shock, shock cardiogeno, shock settico.

Esame di Semeiotica docente Prof. M. Apperti

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Shock ipovolemico

(Perdita Ematica)

Penetrazione

Alterazione liquidi Emodiluizione

pressione extracellulari in

capillari circolo

Riduzione Riduzione PA e PVC

Riduzione letto vascolare Vasocostrizione

del Volume Acidosi

Oliguria Metabolica

Riduzione Ipossia

perfusione Insufficienza

funzionale

organica

Shock Ipovolemico

Riduzione massa circolante

Risposta Apporto O

neuroendocrina/catecolamine 2 Cuore

+

(Redistribuzione liquidi, Tess. Nervoso

Substrati

energetici)

↑substrati Centrale

Energetici

Shock Ipovolemico

Riduzione massa circolante

Riempimento ventricolare

Riduzione gittata cardiaca Vasocostrizione (Cutanea,

venosa ed renale,

Frequenza cardiaca

↑ arteriolare splancnica)

Shock Ipovolemico

Riduzione diffusione polmonare

Ipocapnia

Iperventilazione Alcalosi

Respiratoria

Shock Ipovolemico

Aumentata increzione di catecolamine,

glucagone e cortisolo Accumulo di

Consumo delle acido lattico

riserve di glicogeno Acidosi

metabolica

Shock Ipovolemico

Quadro clinico

Nel trauma recente, con notevoli

perdite ematiche:

• Sete

• Irrequietezza

• Ipotensione

• Svenimento in posizione assisa o eretta

• Pallore

Shock Ipovolemico

Quadro clinico

• Tachipnea

• Sudorazione

• Arti freddi

• Vene superficiali collassate

• Polso rapido e filiforme

• Oligo-anuria

Shock Ipovolemico: Rilievi clinici

Segni Vitali Deficit intravascolare

Polso 80

Paziente in buone condizioni, P.A. 120

non ansioso <700 ml

V.U.>40/45 ml/h

Lieve ansia, irrequietezza, pallore, Polso 80-100 1-2 l

cute fredda, talvolta sudorazione, P.A. 90-100

lipotimia in stazione eretta V.U.<30 ml/h 2-3,5 l

Forte ansia, disorientamento, Polso 130

fame d’aria, arti freddi, P.A. 70

abbassamento della T. corporea, V.U. 0

sete intensa

Shock da Ustioni

• Possono essere definite gravi se la zona

ustionata supera il 10% della superficie

corporea

• Nei primi 5 giorni si creano le premesse

per il successo terapeutico successivo

Ustioni

• Lesioni per T° superiori a 44°c., in

relazione alla estensione, spessore della

cute

• Danno cellulare per coagulazione

e danno vasale

• Shock (perdita di liquidi e calore)

• Infezione (tessuto necrotico)

Ustioni: Primo approccio

• Valutare l’agente ustionante

(calore, elettricità, agente chimico)

• Valutare le modalità della ustione

• Valutare la estensione della lesione

( meglio in eccesso che in difetto)

u

Ustioni Ustioni 9% 9%

Regola del 9

di Wallace 18% 18%

Valutazione 1%

della estensione delle

ustioni 18% 18%

Ustioni: Valutazione della profondità

• Distruzione cutanea a:

Spessore parziale Spessore totale

Cute rossa, vescicole, Cute secca, pallida

sensibile alla puntura o nerastra

di ago

Ustioni: primi trattamenti

• Ossigenoterapia (danni respiratori)

• Trattamento shock ipovolemico

• Freddo per diminuire il dolore nelle ustioni a

spessore parziale, entro i primi 30 m’(è

dubbio che diminuisca la gravità, pericolo di

raffreddamento corporeo se la superficie è

superiore al 20%)

• Ricoprire con materiale pulito o sterile

Ustioni

• Trasporto immediato in un

“centro ustionati”

Trattamento dello shock

• Il trattamento va di pari passo alla

diagnosi

• Esame obiettivo

• -infusioni e.v.

• -prelievi ematici

• -raccolta anamnesi (anche dei presenti)

---------- Diagnosi a volte facile------------

Trattamento dello shock

• Accertarsi che la ventilazione sia adeguata e

controllare la pervietà delle vie aeree (vomito,

protesi dentarie, lingua, corpi estranei)

• Controllare eventuali emorragie esterne

(compressione e non lacci emostatici)

• Controllare P.A. e Polso ogni 15m’

• Somministrare ossigeno

• Effettuare prelievi ematici, infusioni E.V.

Trattamento dello shock

• Inserire un catetere urinario

• Coprire il paziente con coperte per evitare

perdite di calore (“coperta spaziale”)

• Alleviare il dolore

• RICONOSCERE LA CAUSA DELLO SHOCK IL

PIU’ PRESTO POSSIBILE

per intraprendere la terapia specifica

Shock Ipovolemico

Terapia

•Infusione di Ringer lattato

•Infusione di albumina

•Infusione di sangue od emazie concentrate

•Correzione degli squilibri acido/base

•Infusione di corticosteroidi

•Somminisrazione di dopamina

•Somministrazione di O e antiH2

2

Ottenimento dei valori emodinamici ottimali

Shock Ipovolemico

Terapia

In caso di pazienti che rifiutino la

Somministrazione di emoderivati, è utile

l’uso di fluorocarbonati,

che aumentano

la quantità di O disciolto nel sangue

2

Soluzione in via

di

sperimentazione

Shock Ipovolemico

Correzione dell’ eccesso di basi

Se BE < -7 mEq/l, infondere sodio

bicarbonato

Quantità da

infondere in

mEq = BE x Peso

corporeo/5

Shock Ipovolemico

Correzione dell’ ematocrito

Infusione di emazie + plasma, in rapporto di

2:1, se l’ematocrito < 30%

Mantenimento

dell’ematocrito

tra 31% e 35%

• ________________________________

Shock Cardiogeno

Cause frequenti

•Infarto miocardico

•Aritmie

•Embolia polmonare massiva

Cause rare

•Ostruzione cavale

•Tamponamento cardiaco

•Miocarditi

•Endocarditi con embolia polmonare massiva

Shock Cardiogeno

Iperincrezione

catecolamine Vasocostrizione

venosa

Tachicardia ed arteriosa

Aumento del consumo

di O del miocardio

2

Shock Cardiogeno

Quadro clinico

•Sintomi della patologia cardiaca (dispnea,

dolore retrosternale, palpitazioni)

•Pallore

•Sudorazione

•Cianosi

•Oligo-anuria

•↑ PVC


PAGINE

59

PESO

719.82 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Semeiotica
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - durata 6 anni) (CASERTA, NAPOLI)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Semeiotica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Seconda Università di Napoli SUN - Unina2 o del prof Apperti Marco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Semeiotica

Semeiotica - edema
Appunto
Semeiotica - principali segni semiologici
Appunto
Semeiotica - principali soffi cardiaci
Appunto
Semeiotica - vomito
Appunto