Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

tale compressione anzichè un soffio ne provoca anche un secondo,che segue immediatamente il primo e

che dà l’impressione di un rumore di va e vieni.

: poggiando leggermente il fonendoscopio su un’arteria superficiale(ascellare,femorale,

COLPO DI PISTOLA

carotide…),allorchè esista una notevole pressione differenziale,la cospicua ed improvvisa distensione della

parete arteriosa genera un tono forte e secco che ricorda un colpo di pistola.Si riscontra nella insufficienza

aortica ma anche nell’ipertensione arteriosa,nella tireotossicosi,nell’anemia.

nell’insufficienza aortica sulle grosse arterie,specie sulla femorale,sono udibili

DOPPIO TONO DI TRAUBE:

due toni:uno di espansione ed uno,ad esso immediatamente seguente,di retrazione della parete

vasale,collegato al reflusso diastolico aorto-ventricolare .

un’accentuazione patologica di un fenomeno fisiologico che

SEGNO O POLSO ARTERIOSO DI KUSSMAUL:è

suole verificarsi in rapporto a profondi atti inspiratori.Consiste in una riduzione dell’ampiezza del polso

durante l’inspirazione e in un suo aumento durante l’espirazione in rapporto ad atti respiratori non

profondi(o addirittura in condizioni di riposo);in questa condizione,nell’inspirazione,si verifica un

abbassamento della pressione arteriosa superiore a 10 mmHg e la pressione venosa rimane invarita o

aumenta.Si riscontra nella mediastino-pericardite cronica,nel tamponamento cardiaco e nel versamento

pericardico. nella stenosi dell’istmo aortico(coartazione aortica) è possibile

PULSAZIONI DELLE ARTERIE INTERCOSTALI:

apprezzare pulsazioni a carico delle arterie intercostali che appaiono dilatate e talora sede di fremiti specie

al dorso,ovvero in corrispondenza del tratto iniziale di dette arterie.

solco diagonale presente sul lobulo dell’orecchio nei soggetti precocemente predisposti

SEGNO DI FRANK:

a coronarosclerosi. : maggiore evidenza del normale disegno venoso superficiale legato ad una

SEGNO DI GASBARRINI

accentuazione della lassità del tessuto sottocuatneo.E’ un reperto normale negli anziani ma può essere

anche espressione di una condizione di iponutrizione con carenza di acidi grassi essenziali,come accade

nelle sindromi di malassorbimento.

va ricercato con paziente seduto a 45˚ ed è espressione di pressione venosa

TURGORE DELLE GIUGULARI:

sistemica elevata;si risconta nelle seguenti condizioni: scompenso cardiaco congestizio,ostruzione della

vena cava superiore,negli stati pletorici,occupazione mediastinica,tamponamento cardiaco,pericardite

essudativa,nella stenosi e nella insufficienza tricuspidale,ecc….;è un segno molto sensibile e specifico di

scompenso cardiaco. comprimendo il fegato il turgore venoso delle giugulari diviene più evidente

REFLUSSO EPATO-GIUGULARE:

perché la compressione epatica favorisce lo scarico della vena cava inferiore,ma ostacola lo scarico della

vana cava superiore.Si riscontra ogni qualvolta esiste un ostacolo allo scarico del sangue nelle sezioni destre

del cuore. : pulsazione del fegato sincrona con la sistole cardiaca;se la pulsazione è propria del fegato

POLSO EPATICO

appoggiando le mani a piatto ai due lati opposti del fegato esse si avvicineranno e allontaneranno

alternativamente;è apprezzabile in corrispondenza dell’ipocondrio destro e dell’epigastrio in caso di

scompenso cardiaco congestizio con insufficienza tricuspidale ma anche nella severa insufficienza aortica.

: dilatazione inspiratoria delle vene del collo (specie delle giugulari);suole

SEGNO VENOSO DI KUSSMAUL

riscontrarsi in caso di:pericardite cronica adesiva,pericardite essudativa,grave insufficienza ventricolare

destra,cardiomiopatie restrittive,occupazione mediastinica.

collasso protodiastolico,cioè durante il periodo di rapido riempimento ventricolare,

SEGNO DI FRIEDREICH:

delle vene del collo. : retrazione sistolica degli spazi intercostali della regione postero-laterale sinistra

SEGNO DI BROADBENT

del torace evidenziabile in caso di aderenza tra il pericardio e la parete toracica(mediastino-pericardite

adesiva). quando è presente una trombosi venosa profonda a carico delle vene della gamba,se il

SEGNO DI PRATT:

flusso ematico viene deviato verso il circolo superficiale,si ha una visione netta dei circoli superficiali e la

cute appare calda,tesa e lucida in sede pre-tibiale.

: comparsa di dolore al polpaccio nella dorso-flessione forzata del piede a ginocchio

SEGNO DI HOMANS

esteso;è positivo in caso di trombosi venosa profonda.

: dolore al polpaccio alla compressione del muscolo surale contro la membrana

SEGNO DI BAUER

interossea in caso di trombosi venosa profonda.

: diminuita ballotabilità del polpaccio a gamba flessa in caso di trombosi venosa

SEGNO DI NEUHOF

profonda. : dolorabilità alla palpazione dell’inguine rinvenibile in caso di trombosi venosa

SEGNO DI DUCUING

profonda. : si osserva nelle fosse sopraclavicolari a livello del bulbo inferiore

HUM VENOSO O RUMORE DI TROTTOLA

delle giugulari interne;è bilaterale,continuo,scompare con la compressione della vena giugulare,ha un

timbro dolce e si intensifica nella posizione eretta. Si riscontra in presenza di flusso ematico turbolento

dovuto da una diminuita viscosità ematica,come negli stati anemici, e/o negli stati ipercinetici tra cui figura

l’ipertiroidismo. comparsa o accentuazione del turgore delle giugulari evidenziabile facendo

SEGNO DI PEMBERTON:

innalzare entrambi gli arti superiori in estensione al di sopra del capo,in modo tale che essi arrivino a

toccarsi tra di loro;si riscontra in caso di occupazione mediastinica(gozzo retrosternale o in relazione ad

altre condizioni morbose).

si ricerca invitando il paziente a tenere la testa iperestesa all’indietro nel mentre

SEGNO DI OLIVER:

l’esaminatore spinge verso l’alto,con il pollice e l’indice,la cartilagine tiroidea.Consiste in una pulsazione in

senso verticale della cartilagine cricoidea;è riscontrabile nell’aneurisma dell’arco aortico e nei tumori

mediastinici. Si ricerca con il paziente a testa iperestesia all’indietro;consiste in una pulsazione

SEGNO DI CARDARELLI:

laringo-tracheale visibile sincrona con la sistole cardiaca ,in senso laterale,per lo più da sinistra a destra. Si

rinviene nell’aneurisma dell’arco aortico e nei tumori mediastinici.

: consiste in un abbassamento della cartilagine cricoidea durante l’inspirazione;ciò suole

SEGNO DI VILLA

realizzarsi in caso di estesi processi aderenziali mediastinici per il costituirsi di coacervi inglobanti la

biforcazione della trachea con il sacco pericardico.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

5

PESO

52.53 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Semeiotica
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - durata 6 anni) (CASERTA, NAPOLI)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Semeiotica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Seconda Università di Napoli SUN - Unina2 o del prof Apperti Marco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Semeiotica

Semeiotica - edema
Appunto
Semeiotica - principali soffi cardiaci
Appunto
Semeiotica - shock e ustioni
Appunto
Semeiotica - vomito
Appunto