Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Macchia pigmentaria da pigmentazione eterologa “voluttuaria”:

tatuaggio

Macchia pigmentaria da pigmentazione eterologa “accidentale”:

‘berloque dermatitis’ (da profumo contenente ‘musk ambrette’)

Rilevatezza molle

POMFO di colorito roseo

Nel pomfo, alla semplice “angio-flogosi”

con iperemìa attiva (come negli “eritemi”),

si associa un aumento della permeabilità

vasale, con conseguente edema

interstiziale dermico

FUGACE

(!!!)

Lesione tipica dell’ORTICARIA

Rilevatezza molle

POMFO di colorito roseo

Nel pomfo, alla semplice “angio-flogosi”

con iperemìa attiva (come negli “eritemi”),

si associa un aumento della permeabilità

vasale, con conseguente edema

interstiziale dermico

FUGACE

(!!!)

Lesione tipica dell’ORTICARIA

Dermografismo

(orticaria dermografica)

SFALDAMENTO PERCETTIBILE DEL CORNEO

SQUAMA DA ANOMALA CHERATINIZZAZIONE

(p. es., psoriasi)

PSORIASI +

Sub-ittero sclerale +

Astenia +

Ipo-albuminemia

Ipoacusìa

Miòsi

Iperuricemìa

Iper-γ-globulinemia +

Aumento transamminasi +

Riduzione colesterolo esterificato =

CIRROSI EPATICA

Eritema +

Squame = Psoriasi

Eritema +

Squame = ??????

SFALDAMENTO PERCETTIBILE DEL CORNEO

SQUAMA DA ANOMALA CHERATINIZZAZIONE

(p. es., tinea corporis) Eritema

squama (macchia vascolare da iperemia attiva)

Eritema +

Squame = micosi superficiale

(p. es., tinea corporis)

MACCHIA (o MACULA)

------------------------------------ VARIAZIONE

CHIAZZA [=macchia di grandi dimensioni] CIRCOSCRITTA

DEL COLORITO

DELLA CUTE

NO ELEVAZIONE

NE’ DEPRESSIONE

MACCHIE:

1) VASCOLARI

2) PIGMENTARIE

1) MACCHIE VASCOLARI

• ERITEMATOSE : da iperemia attiva

(colore rosso +/- acceso)

• CIANOTICHE: da iperemia passiva

(colore rosso bluastro)

• LEUCHEMATOSE: da vasocostrizione

(colore biancastro)

• ANGIOMATOSE: da esagerato sviluppo

vascolare

• PURPURICHE: da stravaso ematico ERITEMA

SFALDAMENTO PERCETTIBILE DEL CORNEO

SQUAMA DA ANOMALA CHERATINIZZAZIONE

(p. es., tinea corporis) Eritema

squama (macchia vascolare da iperemia attiva)

LESIONI ERITEMATO-SQUAMOSE

Micosi superficiale (p. es., tinea corporis) Psoriasi

PAPULA LESIONE SOLIDA,

CIRCOSCRITTA ,

(Ø < 1 cm)

RILEVATA SULLA CUTE

CAUSE:

1. Infiltrati nel derma

2. Iperplasia di cellule

- dermiche

- epidermiche

LICHEN RUBER PLANUS

Primo esempio: Da quanche mm a

0,5-1 cm

LICHEN RUBER PLANUS

Sulle papule del ‘lichen’ si osservano piccole squame

biancastre, che hanno come riscontro istologico

un’ipercheratosi più o meno marcata

Cute normale Infiltrato infiammatorio nel derma superficiale

PAPULA LESIONE SOLIDA,

CIRCOSCRITTA,

RILEVATA SULLA CUTE

CAUSE:

1. Infiltrati nel derma

2. Iperplasia di cellule

- dermiche

- epidermiche

Morbo (o ‘sarcoma’) di Kaposi

*

* = tumore maligno derivante da ancora non ben precisate cellule dermiche di origine mesenchimale

PAPULA LESIONE SOLIDA,

CIRCOSCRITTA,

RILEVATA SULLA CUTE

CAUSE:

1. Infiltrati nel derma

2. Iperplasia di cellule

- dermiche

- epidermiche

Verruca volgare

N.B.: Ogni virus ha un proprio, più o meno specifico, ‘effetto citopatico’.

Nel caso del virus delle verruche (Human Papilloma Virus), l’effetto citopatico è rappresentato dalla iperplasia dei cheratinociti

Infezione virale Verruche ‘piane’

(cosiddette perché poco rilevate sul piano

cutaneo)

Verruche ‘volgari’

(rispetto alle v.v. piane, sono alquanto più

Esofìtiche, cioè rilevate sul piano cutaneo)

NODULO Rispetto alla ‘papula’, la differenza è solo una questione di

NODOSITA’ ‘quantità’ . Ciò nel senso che queste lesioni risultano avere

una massa maggiore e una tendenza a coinvolgere strati più

GOMMA profondi del tegumento.

LESIONE SOLIDA,

PALPABILE, CIRCOSCRITTA

SEDE:

- metà superiore del derma (nodulo)

- derma a tutto spessore (nodosità)

- tegumento a tutto spessore, cioè anche l’ipoderma (gomma)

CAUSE:

1. INFILTRATO INFIAMMATORIO

2. PROLIFERAZIONE NEOPLASTICA

- A PARTENZA EPIDERMICA

- A PARTENZA DERMICA

Tubercolosi

(nodosità/gomme da infiltrato infiammatorio)

NODULO

NODOSITA’

GOMMA LESIONE SOLIDA,

PALPABILE, CIRCOSCRITTA

SEDE:

- metà superiore del derma (nodulo)

- derma a tutto spessore (nodosità)

- tegumento a tutto spessore, cioè anche l’ipoderma (gomma)

CAUSE:

1. INFILTRATO INFIAMMATORIO

2. PROLIFERAZIONE NEOPLASTICA

- A PARTENZA EPIDERMICA

- A PARTENZA DERMICA

Carcinoma basocellulare

(proliferazione neoplastica epidermica)

CARCINOMA

BASOCELLULARE

ISTOLOGIA PALIZZATA

CARCINOMA

BASOCELLULARE

ISTOLOGIA PALIZZATA

NODULO

NODOSITA’

GOMMA LESIONE SOLIDA,

PALPABILE, CIRCOSCRITTA

SEDE:

- metà superiore del derma (nodulo)

- derma a tutto spessore (nodosità)

- tegumento a tutto spessore, cioè anche l’ipoderma (gomma)

CAUSE:

1. INFILTRATO INFIAMMATORIO

2. PROLIFERAZIONE NEOPLASTICA

- A PARTENZA EPIDERMICA

- A PARTENZA DERMICA

Linfoma a cellule T

(proliferazione neoplastica a partenza dai linfociti dermici)

VESCICOLA Anche in questo caso, come

------------------- VESCICOLA

per macchia/chiazza o

papula/nodulo, è una RACCOLTA DI LIQUIDO

BOLLA differenza fondamentalmente

“quantitativa”. SEDE: INTRAEPIDERMICA

BOLLA

RACCOLTA DI LIQUIDO

SEDE: INTRA-EPIDERMICA

SOTTO-EPIDERMICA

Le VESCICOLE sono raccolte di liquido in seno all’epidermide.

Ne esistono due tipi: A) spongiosiche (da edema intercellulare) e B) da degenerazione epiteliale (per edema

intracellulare)

Le v. spongiosiche sono tipiche delle dermatiti eczematose in fase acuta, in cui si osserva un fenomeno detto ‘exoseròsi’,

consistente nel passaggio di liquido essudatizio dal derma nel contesto dell’epidermide. Ciò provoca edema

intercellulare, con progressiva separazione dei cheratinociti gli uni dagli altri

Le v. da degenerazione epiteliale sono invece tipiche delle infezioni erpetiche, in cui si osservano le alterazioni

citologiche correlate all’effetto citopatico del virus, vale a dire una degenerazione idropica (=edema intracellulare) che

porta in ultimo alla “esplosione” dei cheratinociti ed accumulo del liquido in essi contenuto

Dermatite eczematosa allergica acuta del polso

N.B.: Negli eczemi acuti è estremamente difficile osservare vescicole INTEGRE.

Quadro istologico di una eczema acuto

Sezione istologica di eczema in fase acuta vescicole spongiosiche

Vasodilatazione

(macula eritematosa da iperemia attiva) Infiltrati rotondocellulari (linfociti, c. di Langerhans, monociti, ecc)

Edema intercellulare (exoseròsi)

Edema intercellulare (exoseròsi)

N.B.: Negli eczemi acuti è estremamente difficile osservare vescicole INTEGRE.

caratterizzato da chiazze eritematose a superficie ‘umida’ e/o costellate da

Il quadro clinico obiettivo è invece croste siero-ematiche

di piccole dimensioni. Tutto ciò dipende da due circostanze concomitanti: 1) le v. spongiosiche sono alquanto superficiali, e quindi

hanno un tetto sottile e poco resistente; 2) le lesioni eczematose sono sede di prurito intenso, e conseguentemente il trauma del

grattamento compromette l’integrità di lesioni dalla struttura così delicata.

Soffusione eritematosa

La “umidità” delle chiazzee eczematose è dunque correlata allo sversamento in superficie del contenuto liquido delle vescicole.

è da ricollegarsi alla disidratazione dell’essudato infiammatorio.

Mentre la presenza di croste siero-ematiche

Le VESCICOLE sono raccolte di liquido in seno all’epidermide.

Ne esistono due tipi: A) spongiosiche (da edema intercellulare) e B) da degenerazione epiteliale (per edema

intracellulare)

Le v. spongiosiche sono tipiche delle dermatiti eczematose in fase acuta, in cui si osserva un fenomeno detto ‘exoseròsi’,

consistente nel passaggio di liquido essudatizio dal derma nel contesto dell’epidermide. Ciò provoca edema

intercellulare, con progressiva separazione dei cheratinociti gli uni dagli altri

Le v. da degenerazione epiteliale sono invece tipiche delle infezioni erpetiche, in cui si osservano le alterazioni

citologiche correlate all’effetto citopatico del virus, vale a dire una degenerazione idropica (=edema intracellulare)

che porta in ultimo alla “esplosione” dei cheratinociti ed accumulo del liquido in essi contenuto

Herpes simplex

(vescicola da degenerazione epiteliale)

N.B.: Ogni virus ha un proprio, più o meno specifico, ‘effetto citopatico’.

Nel caso dei virus dell’Herpes, l’effetto citopatico è rappresentato dalla degenerazione

‘ballonizzante’ (idropica) dei cheratinociti

Anche questo tipo di vescicole conserva difficilmente la propria integrità, venendo ben presto sostituite

da croste sierose (herpes simplex) e/o siero-ematiche (herpes zoster)

Herpes simplex in fase sub-acuta, con lesioni

vescicolari prevalentemente in via di evoluzione

crostosa

Herpes zoster (paz.con pregressa

immunizzazione da virus varicelloso)

Vescicole da virus della varicella, con Si noti l’intensa congestione flogistica del metamero coinvolto

(br.oftalmica del trigemino dx) e l’avanzato stato di evoluzione

caratteristica ombelicatura centrale dell’eruzione, con lesioni prevalentemente in fase crostosa siero-ematica

Vescicole (o vescico-bolle) a contenuto

siero-emorragico sede di intensa

sintomatologia nevralgica:

Herpes zoster a carico di un

metamero intercostale sinistro


PAGINE

120

PESO

5.76 MB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Dermatologia e Venereologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Moffa Loredana.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Dermatologia e venereologia

Acne - Dermatologia
Appunto
Dermatite Seborroica
Appunto
Eczemi - Dermatiti eczematose
Appunto
Gonorrea - Venereologia
Appunto