Che materia stai cercando?

Selvicoltura e Dendrometria - Formule di Dendrometria

Tutte le formule per l'esame di dendrometria in un'unica dispensa!

****************

Contenuto del corso

1 - Richiami di statistica: varianza, deviazione standard, coefficiente di variazione, t di Student, errore campionario, errore percentuale, dimensionamento del campione

2 - Come fare un rilievo dendrometrico: cavallettamento, distribuzione di frequenza, proporzione... Vedi di più

Esame di Selvicoltura e Dendrometria docente Prof. G. Alberti

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

4 Rapporti peso-volume Rapporto di snellezza

=

Umidità del legno RS h /◦ 1.30

tot

P P

u 0

=

u

% P Altezza relativa d’inserzione

0

dove è il peso umido (fresco) e è

P P

u 0 =

AR h /h

il peso secco. inserzione totale

Densità basale Coefficiente di rastremazione

=

ρ P /V

0

basale fresco ◦ /◦

1 1.30

h

Vengono rapportati peso 2

Attenzione!

e volume ! Dove è il diametro a metà

P V

secco fresco ◦

0 fresco 1 h

2

La densità è direttamente proporzio- dell’altezza totale della pianta.

ρ

nale all’umidità (ρ ∝ u). 6 Cubatura: alberi interi e

5 Coefficienti ed indici soprassuolo

Il volume reale è: 6.1 Tavole stereometriche

= · ·

V F G H Formula delle

reale tavole di cubatura:

Dove è l’area basimetrica (al solito petto

G h ri

d’uomo di 1.30 m), è l’altezza (dunque = X

H G· V n V

i i

tot h

= ) ed è il ti

V F

H coefficiente di i

cilindrometrico (F = ) definito

6 f, F > f

riduzione ordinario Dove è il volume totale del bosco, il

V n

come i

tot

numero di piante della classe il volume

i, V

V i

reale

=

F delle piante di classe è l’altezza reale

ord i, h

V ri

cilindrometrico delle piante e l’altezza data dalla tavola

h

ti

stereometrica.

5.1 Indici di portamento Questo a causa dalla proporzione:

Coefficiente di chioma : = :

= V h V h

cc /◦ reale reale tabella tabella

1.30

chioma

Profondità di chioma 6.1.1 Cubatura con le tariffe

= −

P h h Sono tavole a una entrata, differenziate

tot inserzione

ch a seconda del tipo di popolamento (piceo-

Coefficiente di asimmetria faggeto, acero-frassineto. . . )

R r Si sceglie la tariffa più adatta, cioè con

=

AS r , e curva ipsometrica che

medio h h

media dominate

Dove è il raggio maggiore della più si adatta al tuo popolamento. Alla fine

R

chioma e è il raggio minore. ottieni un valore di m

3

r /pianta.

4

Alla fine

6.1.2 Tavole a doppia entrata

Il più preciso. Il volume è funzione di = X

V V i

soprassuolo

diametro ed altezza i

= (◦ dove è il volume del gruppo

V f , h) V i.

1.30 i

Come sempre, raggruppi le piante per clas- Dividi il soprassuolo in gruppi di

Hartig

si diametriche; poi costruisci la seriazione ugual area basimetrica. Ogni gruppo ha la

(frequenza di piante per clas-

diametrica stessa area basimetrica g

si: numero di piante all’ettaro rispetto alle

classi diametriche) e la curva ipsometrica = gruppi

g G/numero

(relazione tra classi diametriche ed altezza). Poi abbatti piante rappresentative di ogni

6.2 Metodo degli alberi modello gruppo per calcolare il coefficiente di forma.

Se le tavole di cubatura non sono utiliz-

zabili, usi questo. Gli alberi “modello” sono 6.2.3 Metodo di Pressler

un gruppo di individui rappresentativi del Misurare il a 2/3 di altezza della pianta

popolamento. ◦

Calcoli il volume complessivo del

V = 2/3

popolamento forestale: · ·

V S h

= dove è la sezione a 2/3 della pianta.

· V

V N S

dove è il numero di individui del po-

N 6.2.4 Metodo delle aree di saggio

polamento e è il volume medio di un

V

individuo. Applicato ai boschi cedui (che si

rinnovano naturalmente dopo tagliati).

6.2.1 Albero modello unico S

= X

V V i

s

= i

· ·

V F G H

m m dove è la superficie totale del soprassuolo,

dove è l’area basimetrica totale, l’al- S

G H

m la superficie dell’area di saggio e il

tezza media (l’altezza del diametro medio, s V

i

volume dei diversi assortimenti.

a suo volta derivante dall’area basimetrica

media) e il medio

F coefficiente di forma

m

(F = ).

V /V 6.3 Metodi speditivi

r c 6.3.1 Metà area basimetrica

6.2.2 Alberi modello multipli

Dividi il soprassuolo in 3–5 grup-

Ulrich 1

pi con lo stesso numero di piante. Ad = tare eventuali

·

V GH

2

ogni gruppo, applichi il metodo dell’albero

modello unico. Qui si assume un = 1/2 fisso.

F

5 1

6.3.2 Formula di Denzin = =

k r/d 2 sin (α/2)

per conifere:

Solo dove è il raggio dall’area di saggio, il

r d

diametro della pianta, il loro rapporto

k

= 10 2

V d (dunque =

r kd).

è l’angolo formato tra due segmenti

α

Il volume [m ] coincide numericamen-

2 immaginari che uniscono te agli estremi del

te al diametro al quadrato della pianta diametro dell’albero che stai guardando (tu

moltiplicato per 10. sei il vertice).

6.4 Biomassa arborea se la pianta è dentro. La rilevi.

r < kd

È la sommatoria di tutte le componen- se la pianta è fuori. La escludi.

r > kd

ti dell’ecosistema, non solo i volumi che se = pianta contata a metà. . .

abbiamo calcolato. →

r kd Φ Contributo

Fattore di numerazione

6.4.1 Relazioni allometriche di una singola pianta all’area

basimetrica totale

Relazione ◦–biomassa. 2500

Φ = =

G

= b

·

B a D i 2

k

log = log + log

B a b D Φ è il vero e proprio fattore di nume-

razione. numericamente è lo stesso,

G

dove è la biomassa e il diametro. I para- i

B D ma concettualmente indica il contribu-

metri e sono ottenuti da una regressione

a b to della singola pianta all’area basime-

lineare. trica totale. è il coefficiente visto

k

prima.

Biomass expansion factor

6.4.2 Area basimetrica totale

= Φ ·

G N

= ·

B V BEF tot = 10 sin (α/2) (col relascopio)

4 2 · N

dove è un fattore di espansione della

BEF

biomassa. dove è il numero delle piante per cui

N

r < kd. Sì, so che è noioso con tutti questi

“dove, dove, dove”. . .

7 Relascopia 7.1 Determinazione dell’area ba-

L’idea è fare aree di saggio proporzionate simetrica

alle dimensioni delle piante. Fai due aree di

saggio (1 e 2) con raggio .

r < r Numero di aree

1 2

• : area piccola rilievo piante piccole = 2S + 2

r n

1 √

=8

n S

• : area grande rilievo piante grandi

r

2 6


PAGINE

8

PESO

307.35 KB

AUTORE

lucalevi

PUBBLICATO

8 mesi fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Tutte le formule per l'esame di dendrometria in un'unica dispensa!

****************

Contenuto del corso

1 - Richiami di statistica: varianza, deviazione standard, coefficiente di variazione, t di Student, errore campionario, errore percentuale, dimensionamento del campione

2 - Come fare un rilievo dendrometrico: cavallettamento, distribuzione di frequenza, proporzione all'ettaro, area basimetrica, diametro, altezza

3 - Cubatura di piante a terra: superficie di base, volume, trochi abbattuti, formule di Huber, Smalian, Cavalieri-Newton, Heyer, dei trapezi

4 - Rapporti peso-volume: umidità del legno, densità basale

5 - Coefficienti ed indici: indici di portamento, coefficiente di chima, profondità di chioma, coefficiente di asimmetria, rapporto di snellezza, altezza relativa d'inserzioe, coefficiente di rastremazione

6 - Cubatura di alberi interi e soprassuolo: tavole stereometriche, cubatura con le tariffe, tavole a doppia entrata, metodo degli alberi modello, metodo di Pressler, aree di saggio, metodi speditivi, biomassa arborea

7 - Relascopia: fattore di numerazione, area basimetrica totale, determinazione dell'area basimetrica, calcolo del volume

8 - Dendroauxologia: incrementi medio, periodico, corrente, percentuale; metodo dell'analisi del fusto, metodo della differenza di tariffa, metodo degli inventari successivi, formule di Schneider e Mayer-Lötsch

****************

Tutta la dendrometria che ti serve in un unico compendio. Buono studio!

Appunti creati per lo studio sulla base delle dispense di prof. Giorgio Alberti dell'anno accademico 2013/2014 del corso di Selvicoltura e Dendrometria presso l'Università degli Studi di Udine, area Agraria.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze per l'ambiente e la natura
SSD:
Università: Udine - Uniud
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher lucalevi di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Selvicoltura e Dendrometria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Udine - Uniud o del prof Alberti Giorgio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Selvicoltura e dendrometria

Selvicoltura e Dendrometria - Relazione bosco colle di Medea
Esercitazione
Selvicoltura e Dendrometria - Relazione bosco colle di Medea
Esercitazione