Che materia stai cercando?

Scienze politiche - capi di governo Appunti scolastici Premium

Appunti inerenti l'esame di Scienze Politiche del prof. Massari riguardanti Esecutivo duale, Potere esecutivo, Capo del governo, nomine dei ministri, poteri del primo ministro, sistemi parlamentari, voto di fiducia, governo ombra, premiership duale e altro ancora.

Esame di Scienza politica docente Prof. O. Massari

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

FRA. Esecutivo duale. Potere esecutivo tecnicamente attribuito al primo

ministro. Presidente nomina primo ministro e su sua proposta i

ministri. Il Presidente detiene il potere di scioglimento dell’assemblea

(precluso primo anno di vita). In fase coabitazione cambiano i

rapporti: il Presidente non dispone del governo poiché la

maggioranza parlamentare e primo ministro sono espressione di

quella maggioranza a lui contraria (opposizione), cosi il primo

ministro avrà posizione incontrastata nei confronti assemblea. Il

governo assume le funzione senza esplicita investitura parlamentare.

Due tipi di primo ministro: - primo ministro subordinato in caso

consonanza politica; - primo ministro, dominante, in fase di

coabitazione. Dal 1959 ad oggi vi sono stati solo 3 primi ministri di

coabitazione. In fase di coabitazione il Presidente perde il potere di

nomina del primo ministro e designa il capo del governo sotto il

vincolo della maggioranza parlamentare. Non può licenziare il primo

ministro, può farlo sciogliendo l’assemblea. In fase di consonanza

politica il Presidente ha il destino del primo ministro nelle sue mani,

di solito intorno a metà mandato il Presidente rimuove primo

ministro (fa da parafulmine politico), il secondo primo ministro fa di

solito parte dell’entourage del presidente. I primi ministri sono

proveniente sempre o quasi dall’aristocrazia amministrativa e hanno

avuto esperienza ministeriale. Il cambiamento di inquilino all’Eliseo

ha sempre comportato la sostituzione del primo ministro. Il

Presidente può ricorrere al potere di scioglimento. In condizioni di

maggioranze omogenee, il presidente controlla le politiche di domaine

reservè (politica estera e difesa), il primo ministro controlla il

bilancio.

Il primo ministro esercita un potere arbitrale nei confronti dei ministri.

L’iniziativa di legge, affidata al Governo e condivisa con il

Parlamento, è assoluta preminenza dell’esecutivo sulla produzione

legislativa. Il primo ministro può imporre la priorità dei propri

progetti di legge su quelli di iniziativa parlamentare. Per difendere il

proprio progetto il primo ministro può impegnare la responsabilità

governo ricorrendo al cosiddetto voto bloccato, oppure utilizzare il

decreto per favorire l’esecuzione del suo programma.

GER. Il Capo del governo è detto cancelliere (denominazione recuperata

da Bismarck). I governi tedeschi sono stati tutti di coalizione e la

carica di capo del governo sempre di appannaggio dei due partiti

maggiori della coalizione, ossia CDU o SPD. Il cancelliere viene eletto

dal Bundestag a scrutinio segreto, e se ottiene la maggioranza

assoluta dei voti il capo di stato procede alla sua nomina, altrimenti il

Bundestag ne può votare un altro 14 giorni dopo. Nel caso venga a

mancare l’elezione, viene eletto il candidato che ottiene la

maggioranza relativa dei voti in una nuova votazione, e il presidente

scegliere di procedere alla nomina oppure sciogliere il Bundestag. Il

Cancelliere propone al presidente i ministri, i quali entrano in carica

senza passaggio parlamentare. Il cancelliere è l’unico a godere del

sostegno parlamentare e solo lui può proporre la loro destituzione al

capo di stato. Una delle componenti del Kanzlerprinzip (principio

monocratico detto del cancelliere). Altra componente riconoscimento

al cancelliere è la definizione della responsabilità delle linee generali

della politica governativa. Il Cancelliere decide anche quali dicasteri

istituire, mentre l’organizzazione interna dei singoli dicasteri spetta ai

singoli ministri ( Ressortprinzip, principio ministeriale). Terzo

principio, Kabinettprinzip (collegialità del Gabinetto), in presenza di

eventuali dissensi fra i ministri decide il governo nel suo insieme.

Sempre il Cancelliere ha la responsabilità delle decisioni di tutti i

membri del governo, non c’è responsabilità parlamentare nel suo

insieme. Importante è il voto di sfiducia costruttivo, il Parlamento

può far cadere governo solo se è in grado di eleggere a maggioranza

assoluta un altro cancelliere. Il cancelliere può porre la questione di

fiducia e far pressione su una maggioranza che gli viene meno, ma il

ricorso al voto di fiducia è previsto solo in caso di emergenza

legislativa. Il Cancelliere non ha potere di sciogliere il parlamento. Il

ministero della presidenza rappresenta il nucleo forte del potere del

cancelliere, svolge compiti di una segreteria, ma il suo compito

principale è preparare e attuare la politica del cancelliere. La

cancelleria costituirebbe uno dei cardini della Kanzlerdemokratie che

secondo Niclaus si regge su 5 principi: - supremazia del cancelliere

(kanzlerprinzip); - posizione preminente del cancelliere nel maggior

partito di governo; - contrapposizione tra governo e opposizione; -

protagonismo cancelliere in politica estera; - personalizzazione dello

scontro politico.


PAGINE

9

PESO

104.09 KB

AUTORE

nadia_87

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche e relazioni internazionali (POMEZIA, ROMA)
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher nadia_87 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Scienza politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Massari Oreste.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Scienza politica

Scienza politica - Domande e risposte
Appunto
Introduzione alla scienza politica, Della Porta - Domande
Appunto
Riassunto esame Scienza politica, prof. indefinito, libro consigliato Intruduzione alla scienza politica, Della Porta
Appunto
Partiti e sistemi di partito
Dispensa