Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

2. un ammalato

3. un corteo funebre

4. un’asceta

Da quel momento il Buddha si dedicò alla riflessione filosofica sui maggiori temi dell’esistenza.

Lasciò tutti i suoi averi, la moglie e il figlio e si disfò delle vesti diventando così un uomo

nuovamente nato. Disabbigliandosi fonda una prima concezione del corpo buddhista: il corpo si

libera della veste sociale per adottarne una simbolica libera dalle costruzioni sociali.

Abbandonato tutto si dedicò alla meditazione, che la tradizione vuole, lo condusse al La

Risveglio.

meditazione fu di 4 stadi:

1. veglia in cui prese coscienza delle vite trascorse

2. veglia in cui schiuse l’occhio divino

3. la presa di coscienza del perché della nascita e della morte

4. presa di coscienza della circolarità delle cause

La notte del risveglio è fatta cadere tra maggio e aprile. Da allora predicò quanto aveva compreso

attirando a sé una schiera di ‘fedeli’ e ‘credenti’.

L’ammaestramento del Risvegliato consiste in uno stile di vita che comprenda una via di

mezzo per poter arrivare al NIBBANA che è il fine ultimo del buddhismo. Coloro che decidono di

abbandonare la vita mondana non devono indugiare ai due estremi della vita: piaceri sessuali,

considerati infimi e mortificazione del sé, considerato ignobile e vano. Bisogna seguire un sentiero

mediano. Il buddhismo fonda il suo insegnamento sulle QUATTRO NOBILI VERITA’ che vertono sul

tema della sofferenza ( DUKKHA). Queste costituiscono l’essenza del DHAMMA: l’ordine fisico e

morale sul quale si regge l’universo.

Le Quattro Nobili Verità sono:

1. la nascita è dolore

2. la vecchiezza è dolore

3. la malattia è dolore

4. la morte è dolore

La cessazione del dolore si attua soltanto con l’estinzione e il rifiuto della brama di cose; per

questo il monaco ordinato si spoglia delle sue vesti e dei suoi averi, per allontanarsi dai piaceri

fugaci costruiti dalle società e dalla cultura. Seguendo questi insegnamenti si arriva all’ANATTA,

ovvero quella dottrina che nega l’esistenza di un sé personale. Secondo il Buddha la credenza

erronea nel sé genera attaccamenti che disturbano la mente. Per far questo ci si deve dedicare alla

meditazione che può essere di due tipi:

- concentrazione o raccoglimento SAMATHA

- meditazione di concentrazione o chiara visione SATIPATTHANA

Nel primo caso il meditante dovrà focalizzare la sua concentrazione su un oggetto singolo. Per

allenarsi all’attenzione potrà concentrarsi su 4 oggetti di focalizzazione, che sono:

- il corpo

- le sensazioni

- gli stati della mente

- gli oggetti

Nel secondo caso il meditante praticando la chiara visione potrà arrivare a comprendere:

- il carattere impermeante ANICCA

- il carattere doloroso DUKKHA

- la mancanza di un’esistenza intrinseca ANATTA

Il Buddhismo Theravada è anche conosciuto come Buddhismo del sud. È diffuso in Sri Lanka,

Thailandia, Cambogia, Laos e Vietnam. Attualmente è l’unico rappresentante delle 18 scuole del

buddhismo antico. Le caratteristiche principali si possono riassumere essenzialmente in una serie

di punti:

- sono coloro che raggiungono contemporaneamente lo stato di ARHAT e

Illuminati

BUDDHA;

- ARHAT è inaccessibile all’odio, all’ignoranza e alla seduzione;

- il Buddha è il migliore degli esseri umani e prova compassione per tutte le creature viventi;

- può esistere un solo Buddha alla volta sulla terra;

- dopo la sua scomparsa il Buddha si manifesta tramite reliquie o l’insegnamento che gli

sopravvive;

- il Buddha può scegliere se rinascere in un dominio inferiore per aiutare gli esseri umani;

- deve avere una vita monastica;

- deve praticare la meditazione SAMATHA;


ACQUISTATO

7 volte

PAGINE

6

PESO

85.05 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Scienze della moda e del costume
SSD:
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher bonnie_park di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Simbologia del vestire e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Saggioro Alessandro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Simbologia del vestire

Riassunto per Simbologia del vestire, Prof. Saggioro, libro consigliato Abiti sciamanici, W. Montanari
Appunto
Appunti esame Simbologia del vestire, prof. Saggioro.
Appunto
Riassunto per Simbologia del vestire, Prof. Saggioro, libro consigliato Abiti sciamanici, W. Montanari
Appunto
Appunti esame Simbologia del vestire, prof. Saggioro.
Appunto