Che materia stai cercando?

Riassunto esame storia diritto romano privato e pubblico, prof. Petrucci-Procchi, libro consigliato Nozioni elementari di Diritto, Romano Petrucci Appunti scolastici Premium

Riassunto dei seguenti argomenti: divisione del diritto privato, matrimonio, dote, divorzio, patria potestà, mancipio e potestà dominica, adozione, capacità di agire, persone giuridiche, successioni, donazioni, diritti reali, classificazione delle cose, proprietà, diritti reali di godimento, obbligazioni, diritti reali, danneggiamento, contratto, storia diritto pubblico,... Vedi di più

Esame di Storia del diritto romano privato e pubblico docente Prof. R. Petrucci

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Spese

→ Spese necessarie alla conservazione delle cose,queste devono essere rimborsate dal

proprietario a qualunque possessore,di buona o

cattiva fede.

→ Spese utili queste incrementano il valore della cosa posseduta e devono essere rimborsate solo

al possessore di buona fede.

→ Spese voluttuari,spese che abbelliscono la cosa,il proprietario non le deve rimborsare a nessuno

Azione negatoria

Azione a disposizione del proprietario per respingere la rivendicazione di diritti reali minori

(usufrutto,servitù prediali) da parte di un altro soggetto.

Azione di regolamento di confini

Vale solo per beni immobili e serve a stabilire l'appartenenza all'uno o all'altro proprietario le

porzioni di terra poste al confine tra fondi quando si ha l'incertezza.

Azione di apposizione dei termini Quando le linee di confine non sono più visibili i proprietari.

Usucapione

È un modo d'acquisto della proprietà che si fonda sul possesso prolungato per un certo periodo di

tempo. Nasce come modo d'acquisto della proprietà solo su fondi italici,non provinciali.

Requisiti ;

→ Suscettibilità; la cosa deve essere usocapibile. ES il lido del mare no.

→ Giusta causa,sul quale si deve fondare,colui che acquista il possesso lo deve aver acquistato

in base ad una relazione giuridica che lo giustifichi.

→ Buona fede iniziale del possessore,che deve credere di entrare in possesso di una cosa sua.

Stato che deve esserci nel momento iniziale del possesso,ma

può scomparire in un secondo momento.

→ Possesso ,cioè chi possiede deve essere il proprietario.

→ Periodo di tempo,stabilito dalle XII tav 1 anno per le cose mobili e 2 anni per le cose mobili.

Usucapione abbreviata; Si realizza in 10 anni solo per i beni immobili e si basa sui 5 requisiti.

L'usucapione non si poteva estendere ai fondi situati nelle province ,perchè di proprietà pubblica

(Province senatorie → Stato e popolo romano ed amministrate dal senato,

Province imperiali → dell'imperatore) non usocapibili perchè avevano un proprietario pubblico.

Per i fondi nelle province nasce:

Prescrizione di lungo tempo; (cioè l'acquisizione di un diritto). Nasce per stabilizzare il possesso

protratto nel tempo sui fondi nelle province,si ha quando un sogg proprietario di un fondo

provinciale permette ad altri sogg di occuparlo,coltivarlo e possederlo,se l'occupante è in buona

fede,potrà ufficializzare il possesso una volta raggiunti i 10 anni se il possessore e il proprietario

vivono nella stessa località,20 anni se questi vivono in località diverse.

Nella codificazione di Giustiniano usucapione e prescrizione di lungo tempo diventano sinonimi e

hanno come effetto l'acquisto della proprietà. Si mantengono i requisiti di buona fede iniziale e la

giusta causa.

Ciò che cambia è ; → La durata,per le cose immobili da 2 anni 10 se i due soggetti vivono nella

stesa località,se non vivono nella stessa località da 2 a 20 anni, per le cose mobili da 1 a 3 anni.

Se si ha un possesso a cui mancano i requisiti iniziali? se si possiede per più di 20 anni anche se

non si hanno i requisiti,il sogg diventa proprietario.

Diritti reali di godimento

Usufrutto

Usufruttuario → colui che gode del bene e diventa proprietario dei fruttifera

Nudo-proprietario → proprietario della cosa di cui gode un altro soggetto

Diritto reale di godimento in base al quale l'usufruttuario ha il diritto di usare e trarre frutti da una

cosa altrui,non modificando la sostanza e la destinazione economica della cosa.

Facoltà dell'usufruttuario → Godere della cosa

→ Di trarne i frutti,cioè diventa proprietario dei frutti che la cosa produce

Limite dell'usufruttuario → Non può modificare la struttura e la destinazione economica della

cosa,cioè non la può né migliorare né peggiorare.

Caratteristiche;

→ Usufrutto non si può trasmettere ne con atto tra vivi ne per causa di morte quindi il titolare

dell'usufrutto non può mai cambiare,con la morte dell'usufruttuario si estingue anche

l usufrutto, la stessa conseguenza si ha se scompare il bene oggetto di usufrutto.

→ Usufruttuario può vendere il suo diritto di usufrutto? Si,ma è rischioso per chi lo compra.

→ Temporaneità,non dura per sempre ma si limita alla durata della vita dell'usufruttuario.

Può essere usufruttuario una persona giuridica? Si,durata temporale di 100 anni.

Quasi-usufrutto

Solitamente le cose fungibili,quindi soggette al consumo, non possono essere oggetto di

usufrutto,così il denaro,ad eccezione che questo sia compreso in un complesso di beni.

Servitù Prediali

Si ha quando tra due fondi vicini esiste una situazione oggettiva in base alla quale uno dei due

fondi “fondo dominante” trae un 'utilità dal fondo vicino “fondo servente”.

Requisiti; → Il fondo dominante e servente devono appartenere a due diversi proprietari.

Colui che esercita il diritto di servitù è il proprietario del fondo dominante.

Tipi di servitù Servitù Rustiche → Si instaurano tra fondi situati in campagna.

Servitù Urbane → Si instaurano fra fondi situati in città .

Le servitù possono essere Servitù Positive,il proprietario del fondo dominante ha il diritto di

compiere qualcosa nel fondo servente

Servitù Negative, il proprietario del fondo servente deve astenersi da

una certa attività nei confronti del fondo dominante.

Caratteristica → Tipicità esistono solo le servitù prediali previste dal codice. Ma le due parti

possono accordarsi come meglio credono → Misura della servitù,si

aggiunge al modello di servitù previsto dal ordinamento giuridico degli

accordi che fanno conciliare le esigenze dei due proprietari.

Superficie → vale solo per i fondi posti in città

Nel diritto romano colui che era proprietario del suolo era anche proprietario della superficie,cioè

della costruzione che c'era sul suolo,quindi chi era proprietario del suolo era anche proprietario

delle cose postevi. Se il proprietario voleva cedere ad un sogg il godimento dell'edificio poteva →

dare in locazione l'edificio,ma questo essendo un contratto dava origine ad un diritto di credito,che

ha il locatore,cioè il proprietario nei confronti dell'inquilino.

Se non vuole cedere il godimento dell'edificio con un contratto può → cedere un diritto reale di

superficie,il vantaggio è per il superficiario,cioè colui che occupa il bene,che può far valere il suo

diritto verso tutti e non solo verso il proprietario.

Enfiteusi → vale solo per i fondi posti in campagna

Enfiteuta → colui che acquista il diritto reale,godendo di tutti i diritti che ha un proprietario

L'enfiteusi è un diritto reale concesso dal proprietario all'enfiteuta di usare e coltivare un fondo per

una durata di tempo che supera i 20/30/ 40 anni.

L'enfiteusi crea in capo all'enfiteuta un diritto reale,che può essere fatto valere nei confronti di

chiunque,in più crea in capo all'enfiteuta 2 obblighi → Migliorare la coltivazione del fondo

→ Obbligo di pagare un canone.

Possesso

Si fonda su 2 requisiti → Disponibilità materiale di una cosa.

→” Animo di possedere”,cioè chi ha la disponibilità materiale della

cosa,deve considerarla come propria sia in mala che in buona fede.

Interdetti possessori ; → Interdetti di manutenzione del possesso,per conservare il possesso,il

possessore li può utilizzare contro chiunque gli arrechi molestie.

→ Per recuperare il possesso contro chi glielo ha sottratto

Obbligazioni e diritti reali

Creditore → soggetto autorizzato a pretendere un comportamento o una cosa

Debitore → soggetto che assume un comportamento dovuto

Obbligazioni → Relazione giuridica con contenuto patrimoniale,tra uno o più soggetti determinati,

creditori e debitori. Quando si parla di obbl ci si pone dal punto di vista dei debitori,

facendo riferimento ad un comportamento dovuto (lato passivo),

ma queste hanno un lato attivo → diritto di credito.

Diritto di credito → Lato attivo del rapporto,l'obbli è un vincolo giuridico in base al quale il deb è

tenuto a compiere o tenere un certo comportamento nei confronti del credit.

Fonti delle obbligazioni → si trovano nelle istituzioni di Gaio

Contratto Fatto illecito (delictum)

Ci sono altre 2 obbligazioni che non derivano da queste due fonti :

Pagamento di indebito → Un sogg in buona fede erroneamente crede di essere deb di un sogg

e paga una somma di denaro o da una cosa a colui che crede credit,

anch'esso in buona fede. Una volta scoperto l'errore nasce l'obbligaz

secondo cui chi ha ricevuto una cosa non dovuta è obbligato a restituirla

Gaio in un'altra opera aggiunge;

Varie figure di cause → Obbligazioni possono nascere da altre fonti Es pagamento di indebito.

Successivamente ci fu una riorganizzazione delle fonti d'obbligazione: (secondo Giustiniano)

Le obbligazioni nascono da

Contratto → Atto lecito perchè vi è il consenso cioè l'accordo tra le parti.

Quasi contratto pagamento di indebito → Tutti gli atti leciti che fanno nascere obbligazione,

tutela dell'impubere dove manca il consenso delle part.

Es di Q.Con → Gestione di affari altrui;c'è un sogg che tratta un affare di un'altra persona ma

non ne ha ricevuto l'incarico,perchè se avesse ricevuto l'incarico sarebbe stato un

contratto di mandato. Es pago una tassa x un sogg che è all'estero,ma che so che

gli è utile → da diritto al rimborso spese o risarcimento dei danni.

Delitto → Comportamenti contrari,illeciti, previsti dal diritto civile.

Quasi delitto → Comportamenti contrari,illeciti, previsti dal diritto onorario → creata dal

pretore.

Normalmente i Q.Delitti e D. creano un'obbligaz → pagamento di denaro in segno di risarcimento

Obbligazioni da fatto illecito

Caratteristiche;

Nossalità → Se il fatto illecito è commesso da un figlio sottoposto a potestà o da uno schiavo,

qualora l'avente potestà non lo avesse saputo o non lo avesse potuto impedire

poteva scegliere se

a) Pagare la pena pecuniaria

b) Consegnare il figlio o schiavo al creditore (sogg offeso dal fatto illecito),che

avrebbero pagato attraverso il lavoro.

Cumulatività → Intesa in 2 sensi ; a) Quando sono più sogg a commettere il fatto illecito

ciascuna di esse è obbligata a pagare l'intera pena Es rubati 300 da 3 sogg,

ognuno di questi paga 300,non si divide

b) La pena in denaro,che forma l'ogg dell'obbl,si può cumulare ad un'altra obbl,

quella del risarcimento dei danni Es furto,rubata una cosa che poi viene

distrutta,in questo caso il ladro ha su di se 2 obbligazioni ;

- Pagare una pena in denaro per aver commesso il furto

- Risarcire la cosa rubata andata distrutta.

Intrasmissibilità passiva → L'obbligazione che nasce da un fatto illecito che ha come oggetto il

pagamento di una pena in denaro non si trasmette agli eredi del

debitore,l'autore del fatto illecito,da qui deriva il principio che la

responsabilità penale è personale.

Termine → Le obbl che nascono da delitto sono perpetue,le obbl che nascono da quasi delitto

hanno durata annuale.

Danneggiamento → regolato per la I° volta dalla Lex Aquilia → oggi danno ingiusto

I Cap → Chiunque uccidesse uno schiavo o un quadrupede altrui era obbligato a pagare a titolo di

pena al padrone una somma di denaro equivalente al valore più altro che lo schiavo o

l'animale aveva avuto nell'anno precedente.

Ogg dell'obbl → pagamento somma più alta che la cosa aveva assunto nell'ultimo anno.

III Cap → Chiunque ferisse uno schiavo,un quadrupede o provocasse un danno ad una cosa altrui

bruciandola,rompendola o spaccandola era obbligato a pagare una somma di denaro

pari al valore più altro che quello schiavo animale o cosa avesse avuto nel mese preced

Ogg obbl → pagamento soma più alta che la cosa aveva assunto nell'ultimo mese.

Danno ingiusto → Contrario al diritto,illegittimo, tutte le volte che l'autore del danno lo abbia

commesso con dolo o con colpa allora vuol dire che quel danno è illegittimo.

Dolo → volontà di commettere il danno.

Colpa → quando l'autore commette il danno per negligenza, per una disattenzione.

Colpa grave → Condotta è talmente negligente da considerare il fatto come volutamente

compiuto,equiparandola al dolo.

Colpa lieve → Vera e propria colpa

Secondo la Lex Aquilia,il danno ingiusto poteva essere risarcito solo se commesso con forza fisica e

fosse stato un danno fisico. Succ si estende a danni che non determinano una lesione fisica e a a

danni commessi tramite un'azione fisica.

Modi d'estinzione delle obbligazioni;

Adempimento → Obbligazione viene eseguita dal debitore.

l'adempimento richiede dei requisiti

Soggettivi Oggettivi

L'adempimento si verifica quando l'obbl è L'adempimento deve essere fatto totalmente ed

eseguita dal creditore o dal sogg da lui indicato esattamente e deve avere come ogg la prestaz

(rappresentante),dal punto di vista del stabilita fra le parti in riferimento a questo si può

debitore è indifferente il sogg che compie modificare la prestaz stessa solo se il creditore è

l'adempimento. Salvo interesse contrario d'accordo.

del creditore. Rientrano luogo e il tempo dell'adempimento,

stabiliti fra le parti,se l'adempimento non si

verifica o non si verifica correttamente,allora il

debitore sarà responsabile.

Responsabilità; → Piena,Es c'è un ritardo che non viene sanato. → Mora.

→ Attenuata,Es ritardo nell'adempimento

Caratteristiche delle obbligazioni

Compensazione → Quando fra 2 sogg esistono debiti e crediti reciproci,questi si estinguono

totalmente o parzialmente cioè l'ammontare dell'obbligazione si riduce.

Remissione del debito → Rinuncia volontaria da parte del creditore all'adempimento,lo può fare

o con atti formali con atti formali o con atti informali.

Confusione → Le qualità di creditore e di debitore si fondono nella stessa persona.

Novazione → In cui una precedente obbligazione è sostituita da una nuova obbl,perchè la

precedente si estingue.

Oggettiva → Subisce la modifica l'oggetto dell'obbligaz.

Soggettiva → Quando cambia il creditore dell'obbl o il debitore.

La morte del debitore estingue l'obbligazione ? Di norma no. Nel caso di obbl da atto lecito,solo in

pochi casi la morte comporta l'estinzione dell'obbligazione.

Garanzie delle obbligazioni si dividono in 2

Garanzie reali → Vi è un ogg di garanzia sul quale il creditore si può soddisfare,qualora

l'obbligazione non venga adempiuta. Si ha un terzo sogg,diverso dal deb e dal credit, il quale

garantisce con il proprio patrimonio l'adempimento dell'obbligazione,per conto del debitore

originario,qualora questo non adempisse.

Le Garanzie reali si dividono in 2 rami,entrambi possono avere come oggetto cose mobili,

immobili o dei diritti (cose incorporali). In entrambi i casi gli ogg dati in garanzia non devono

essere per forza del debitore ma possono essere anche di una 3 persona che vuole garantire

un debito altrui. Il titolare di un diritto di pegno o di ipoteca è titolare di un diritto reale o di

garanzia,cioè può ottenere il possesso dell ogg nei confronti di chiunque (I e p seguono il bene)

a) Pegno; La cosa che funge da garanzia viene consegnata al creditore il quale ne acquista il

possesso benchè sappia che la cosa non è sua . → Debitore pignoratizio.

Ipotesi in cui si adempie all'obbl; Il diritto reale si estingue cioè il creditore pignoratizio è

obbligato a restituire l'ogg ricevuto in pegno.

b) Ipoteca. Il possesso della cosa che funge da garanzia resta al debitore. In questo caso

serve una forma di pubblicità.

Ipotesi in cui si adempie all'obbl; La cosa ipotecata diventa libera.

Ipotesi di inadempimento → ci sono due possibilità in base all'accordo tra deb e cred.

a) Il cred insoddisfatto diventa proprietario dell ogg ricevuto in pegno o dato in ipoteca

(davanti all'inadempimento il creditore diventa proprietario della cosa a garanzia)

b) Il cred fa vendere la cosa in pegno o ipoteca e si soddisfa sul ricavato della vendita,

ipotesi più facile nel pegno, che nell'ipoteca, perchè il creditore ha già il possesso del

bene. Questo doppio sistema dura fino a Costantino,il quale succ vieta il primo sistema

considerato “patto commissorio “→ patto in base al quale cred e deb si mettono

d'accordo che di fronte in adempimento il creditore diventa proprietario dell ogg a

garanzia.

Garanzie personali si dividono in due rami;

a) Fideiussione; Questa può accompagnarsi a qualunque obbl. Contratto di stipulazione che

ha una funzione di garanzia cioè il fideiussore (pers diversa dal debitore)

assume il ruolo del garante promettendo al creditore l'adempimento

dell'obbligazione del debitore,cioè l'adempimento di un'obbl altrui.

La garanzia del fideiussore ha condizioni ; questo non può

impegnarsi in maniera più gravosa rispetto al debitore principale Es il deb

iniz deve 100,il fideiussore può garantire fino a 100.

Accessorietà → se obbl principale è invalida, anche l'obblig di garanzia è

invalida.

Solidarietà passiva → ci sono più sogg obbligati (deb princ e fid),

però il sogg che paga libera anche l'altro.

Diritto di regresso → obbligo del debit a restituire quanto pagato al cred,da fideius.

C'è un'eccezione,introdotta da Giust è “Beneficio di escussione”, in favore del

fideiussore,in caso di inadempimento dell'obb principale,il creditore è costretto a

rivolgersi prima contro il debitore principale e dopo contro il fideiussore.

b) Mandato di credito; Mandante (garante) <--> Mandatario(credit) <---> Terzo (deb pricip)

Mandante incarica il mandatario di prestare una somma di denaro a una 3 persona.

Qui si hanno 2 rapporti contrattuali → Il mandato tra mandante e mandatario

→ Il mutuo tra mandatario e terzo.

Il mandatario può esigere la restituzione della somma data al mandante per pagare il 3.

Contratto

Definizione; Più antica → Data dal giurista Labeone ,è un contratto quell'atto da cui nascono

obbligazioni corrispettive cioè che sono a carico di entrambe le parti,

entrambe le parti sono impegnate. Es compravendita.

Più recente → Data dal giurista Sesto Pedio,è un contratto quell'atto fondato sul

consenso delle parti dal quale nascono le obbligazioni. Si ha una nuova

visione del contratto,visto come unico modo di far nascere

un'obbligazione. Da qui l'elemento centrale de contratto è l'accordo.

In che modo si poteva modificare o estinguere un'obbligazione?

Con un NUDO PATTO → Accordo di volontà che modifica o estingue un'obbligazione. Nudo per

evidenziare che l'atto non ha la veste di contratto.

Contratti

Tipici Innominati

Tipici Contratti reali ; Si può concludere solo se oltre al consenso tra i contraenti (parti),una di

queste consegna un ogg all'altra. Consegna che può trasmette o meno la

meno la proprietà.

Comprende:

Pegno → La consegna della cosa implica il passaggio del possesso.

Deposito → La consegna della cosa implica il passaggio della detenzione.

Imperfettamente bilaterale (una delle parti è sempre obbligata in

questo caso è depositario). Un sogg (depositante) trasmette la

disponibilità di una cosa mobile ad un altro sogg (depositario) il quale la

deve custodire senza usarla per poi restituirla alla scadenza del termine

o quando il depositante gliela richiede. Depositario ha un'obbligazione di

restituzione. Alcune volte è il depositante in obbligo se il depositante

ha sostenuto delle spese o abbia subito danni.

Deposito irregolare → Unico caso in cui si trasferisce la proprietà.

Comodato →La consegna della cosa implica il passaggio della detenzione.

Imperfettamente bilaterale (perchè l'obbligazione è solo a carico del

comodatario) in base al quale il comodante trasmette la

disponibilità di una cosa mobile o immobile al comodatario il quale

la può usare senza pagare un corrispettivo.

A differenza del depositario,il comodatario può usare la cosa.

Mutuo → La consegna della cosa implica il trasferimento del diritto di proprietà.

È un contratto reale in forza del quale un sogg (mutuante) trasmette la

proprietà di una somma di denaro o di una quantità di cose fungibili ad

un altro sogg (mutuatario) in capo al quale sorge l'obbligazione di

restituire un equivalente somma di denaro o di cose fungibili.

Obbligazione nasce in capo ad uno dei soggetti.

Fiducia → La consegna della cosa implica il trasferimento del diritto di proprietà.

Il fiduciante trasmette la proprietà di una cosa mobile o immobile al

fiduciario pero il trasferimento è temporaneo perchè il

fiduciario dovrà ritrasmette la proprietà della cosa al fiduciante o per

sua richiesta o quando sarà adempiuta l'obbligazione per la quale la

cosa è stata data in fiducia.

Fiducia creditore

Fiducia amico

Verbali ; Non basta il solo consenso delle parti, ma occorre utilizzare delle forme orali.

Consensuali ; Basta il consenso delle parti per far concludere il contratto.

Letterali ; Non basta il consenso delle parti,ma occorre utilizzare delle forme scritte.

Contratti consensuali → Per essere validi hanno bisogno del consenso fra le parti,non richiedono la

presenza obbligatoria dei contraenti,non è necessario scambio di beni mobili e il consenso può

essere espresso in maniera tacita o esplicita → comportamenti.

Compravendita → Contratto Consens a prestazioni corrispettive dove un sogg (venditore) si

obbliga a trasmettere il possesso di una cosa al compratore, a garantirlo

nel caso di evizione e per eventuali vizi occulti,mentre il compratore si

obbliga a pagare una somma di denaro,prezzo,che può essere determinata

alla conclusione del contratto o determinabile,in questo caso il prezzo sarà

deciso da un terzo soggetto.

Elementi ogg del contratto ;

Prezzo (determinato determinabile) e la cosa ( presente o futura )

Obbligazione del compratore; pagare al venditore il prezzo.

Obbligazione del venditore; trasmettere il possesso della cosa,che non implica per forza il

passaggio di proprietà.

Garantire nel caso di evizione (quando una terza persona riesce a dimostrare attraverso il

processo di essere lui il proprietario della cosa venduta,in questo caso il venditore deve

risarcire il danno e restituire il prezzo raddoppiato all'acquirente cioè al compratore.

Garantire l'acquirente in caso di vizi occulti,difetti che non si manifestano in modo palese,

quando il compratore scopre il vizio può scegliere;

a) Risolvere il contratto; il compratore restituisce il bene al venditore e questo ridà il

prezzo → azione redibitoria

b) Mantenere la cosa benchè sia viziata ma chiede un riaggiustamento delle condizioni

contrattuali cioè chiede la restituzione di una parte del prezzo equivalente al diminuito

valore della cosa perchè ha il vizio → azione estimatoria

Locazione /conduzione → ha 3 sotto figure ;

Locazione di cosa ; Contratto consensuale in base al quale il locatore mette a

disposizione una propria cosa mobile o immobile ad un altro sogg

detto conduttore il quale può utilizzare,trarne frutti pagando un

corrispettivo in denaro al locatore.

Locaz di opera ; Contratto consensuale in base al quale il locatore consegna una cosa al

conduttore, che realizza un certo risultato in riferimento a quella cosa,

Es data uva ci fa il vino. Il locatore è obbligato a dare la cosa e a pagare

un corrispettivo in denaro mentre il conduttore è obbligato a realizzare

il risultato promesso. (Obbligaz di pagamento è opposta a quella prima).

Locaz di giornate di lavoro ; Contratto consensuale dove il locatore mette a disposizione la

propria forza lavoro al conduttore,che utilizzerà in modo

che crede ,che pagherà il locatore (datore di lavoro).

Contratto di società ; Tra due o più soci i quali mettono in comune cose o attività lavorativa al

fine di ricavare lucro. Questi si spartiscono profitti ed eventuali perdite.

Obbligazione dei soci: a) mettere in comune beni,attività lavorat nella

misura concordata b) dividersi profitti e perdite,che devono

corrispondere agli apporti in denaro o ai beni. Es se un sogg mette 30%

del capitale ha diritto al 30%,questa divisione era adottata

precedentemente, success si lascia che siano i soci a mettersi d'accordo

Es uno dei soci da 50% del capitale ma riceve solo il 30 % degli utili e o

perdite. Proibito patto leonino, → socio non può essere escluso utili.

Contratto di mandato ; Mandante da incarico al mandatario di compiere un'attività per suo

conto senza ricevere un corrispettivo. È un contratto imperfettamente

bilaterale,perchè l'obbligazione è in capo al mandatario. Il mandante è

obbligato solo quando mandatario subisce danni o effettua spese. Se

il mandatario agisce al di fuori de limiti dell'incarico,se l'atto viene

ratificato è a capo del mandante,altrimenti è a capo del mandatario.

Contratti formali

Tra questi vi è il Contratto verbale,di cui fa parte a sua volta il

Contratto Stipulazione; Consiste in una domanda che il futuro creditore fa al futuro deb e in una

risposta immediata (lo stesso verbo usato nella domanda) che il futuro deb

dà al futuro creditore manifestando il suo accordo. Es prometti?,prometto.

Questo può essere adattato a qualunque interesse fra i contraenti.

- Stipulazioni nel dare → il sogg obbligato(debitor) deve trasmettere la proprietà di un ogg al credit

- Stipulazione nel fare → Il deb si obbliga a qualunque altra azione diversa dalla trasmissione della

proprietà verso il creditore.

Comprende ; L'oggetto ; Possibile,lecito e determinato al momento del contratto o determinabile

con riferimento ad una circostanza futura.

La causa ; → Scopo,fondamento riconosciuti dal diritto. L'assenza di questa

determina l'invalidità del contratto.

Contratti innominati → Indicati con dei verbi

Do affinchè tu dia Dare cioè trasferire la proprietà di qualcosa.

Do affinchè tu faccia Contratti a prestazioni corrispettive,cioè c'è sempre una

Faccio affinchè tu dia prestazione e una contro prestazione.

Faccio affinchè tu faccia Ha rilevanza la causa del contratto → non basta

l'accordo,ma deve essere fatta un'azione,che è la causa della

nascita della II obbligazione.

Se uno dei soggetti esegue la prestazione e l'altro no?

Colui che ha adempito può ; → Far causa all'inadempiente e chiedergli la contro prestazione.

→ Può chiedere la risoluzione del contratto,nei casi di dare chiede la

restituzione,nei casi del fare si ha il risarcimento danni .

Forme organizzative delle attività imprenditoriali

Negoziazione → Impresa → Riguarda l'attività.

Può essere organizzata ; Individualmente,vi è un solo imprenditore che la gestisce personalmente

Mediante il contratto di società

“ pers sottoposte a potestà ; quando l'imprenditore affida la gestione

dell'impresa a un sogg sottoposto a potestà e

Lo può fare in due modi ;

a) con una preposizione institoria →l'atto di nomina dell'institore (rappresentante

dell'imprenditore che esercita l'impresa)

Imprenditore ---> Institore- -> terzi ,che possono esercitare contro l'imprenditore l'azione institoria.

b) con un Peculio Profettizio; patrimonio separato di cui è dotata la pers in potestà

Imprenditore ---> persona con peculio ---> terzi, azione Nei limiti del peculio,qui la responsabilità

dell'imprenditore non è rivolta all'intero ammontare dell'obbl inadempiuta ma è una

responsabilità che può avere come limite max l'importo del peculio.

Taberna attrezzata → Azienda → Complesso di beni e uomini organizzati dall'imprenditore per

l'esercizio dell'impresa.

Storia diritto romano Pubblico

Il periodo giuridico romano si estende per 13 secoli,dalla metà del VIII sec. a.C (fondazione della

città di Roma753 a.C. ) fino alla metà del VI sec.d.C.(565 d.C morte di Giustiniano)

Secoli divisibili in 3 esperienze giuridiche.

Le forme di governo che conobbe Roma ; Monarchia 753 a.C fondata da Romolo

Repubblica,terminata nel 29 a.C

Impero conclusosi con la morte di Giustiniano 565d.C

ogni forma di governo ha avuto la sua costituzione

Monarchia Repubblica Impero

754 / 753 29 565 morte

0 Giustiniano

Durante l'esperienza giuridica romana non esisteva l'abrogazione esplicita di una norma,rendendo

possibile la presenza di norme dell'epoca monarchica durante l'epoca imperiale.

Erano fonte del diritto;

Pareri dei giuristi,cioè degli studiosi del diritto. Questi si esprimevano su episodi uguali,dando

ognuno una visione giuridica diversa,creando situazioni di disaccordo e rendendo ancora più

caotica la modalità di giudizio di un caso.

Succ la Costituzione giustinianea,nata come volume scolastico. 533 d.C

Norme di 3 tipi;

Fas/Nefas;quello che gli Dei vogliono/non vogliono,da rispettare per garantire la Pax Deorum.

Mores gentiliz; Cioè gli antichi usi e costumi delle genti,all'epoca dei pagi.

Ius; Diritto fatto appositamente per regolare la vita comune.

Per questo Giustiniano,ben presto fece ; passando alla storia come il più grande codificatore

1 Nel 529 ordinò ad una commissione di giuristi di preparare il I°codice in cui si raccoglievano tutte

le leggi che si riteneva essere in vigore in quell'arco di tempo. (sistemazione del diritto)

2 Nel 530 ordina la stesura del “Digesto”(separazione di ciò che è importante da ciò che non lo è),

un nuovo libro dove si raccoglievano i pareri,ritenuti validi,dei giuristi riguardo a vari casi,

eliminando ogni contraddizione,così non ci fu più possibilità di avere più opinioni sullo stesso caso.

3 Nel 533 chiede ai giuristi di redigere”Istituzioni” un libro per gli studenti del I° anno di

giurisprudenza,dove all'interno fossero spiegati,in maniera elementare i principi del diritto

romano. Questo volume,una volta completato fu pubblicato direttamente dall'imperatore,il quale

lo promulgò con una Costituzione imperiale conferendogli valore di legge.

4 nel 533 fu commissionato un II° codice giustinianeo (pubblicato nel 534).4 libri suddivisi in 3 parti

che ispirò le successive codificazioni europee.

I° libro → dedicato alle persone

II/III° libro→ riguardanti Res,rapp giuridici patrimoniali comprensivi di diritti reali e rapp obbligatori

IV° libro → dedicata alle azioni → cioè al processo civile .

Succ Giustiniano emana altre leggi che non raccoglierà,che prenderanno il nome di leggi

“Novelle”,successivamente,furono oggetto di raccolte private

528-529 (codice di riordine del diritto)

530-533 (digesto,eliminazione contraddizioni)

533-534 (istituzioni) 533-534 (II codice)

dal 534 leggi Novelle

Le interpretazioni;

Scuola dei Glossatori ; interpretavano parola per parola i testi giustinianei

Scuola dei Commentatori ; non si studia più parola per parola,ma fanno Studiano

un commento generale tradizione

Movimento Umanista ; Cercano di capire il vero senso del testo originario latino Giustineanea

I romani non ne ebbero mai una costituzione formale,scritta,ma la ebbero materiale,contenente i

principi affermatisi gradualmente. L'assetto dello Stato veniva designato in via di fatto,mediante la

stabilizzazione di conflitti politici. Fondazione archeologica

”Pagi” → Territori su colli romani e zone circostanti al Tevere,abitate da comunità cittadine.

Struttura Sociale; Gli abitanti erano le “Genti”,(posizione sociale di preminenza) rispetto agli

stranieri,famiglia d'impronta patriarcale,fondata sul matrimonio endogamico. (stesso sangue).

Struttura Economica ; Economia chiusa fondata sull'agricoltura di sussistenza e allevamento. La

proprietà privata verrà aggiunta successivamente,con la nascita della città.

Dinamiche Sociali; spesso gli stranieri raggiungevano il Pagus,offrendo la propria forza-lavoro in

cambio di protezione e sostentamento da parte dei gentili. Lo straniero che entrava a far parte del

Pagus prendeva il nome di “Cliente” ed era legato al gentile da un rapporto di fiducia. I pagus

(villaggi) vivevano in una condizione di indipendenza l'uno dall'altro, condizione che sparì con

l'aumentare delle guerre,che spinsero più Pagus ad unirsi,contro il nemico. Inizialmente era

un'unione provvisoria,finita la guerra ogni Pagus tornava indipendente, succ quest'unione divenne

stabile. Da questa unione nacque il Senato,ovvero la riunione degli anziani gentili dei vari Pagus.

Senato Pagus matrimoni endogamici.

Gentili Clienti (stranieri Agricoltura di sussistenza

(gente originaria) uniti al pagus Allevamento

Fra loro c'era un rapporto di fiducia Organizzazione

patriarcale

Roma nasce ; Dalla fusione di più pagi,inizialmente le due componenti sociali lavorarono parimente

alla costruzione della città,ma una volta conclusosi il lavoro,la componente familiare,prese il

sopravvento sulla componente dei clienti,dando vita alla divisione sociale fra Patrizi e

Plebei,distinzione di tipo; familiare patrimoniale (possedimenti terrieri)

La Monarchia (753 / 754) a.C

Divisione della popolazione a Roma fin dal I Re ,Romolo,Re mitologico,la società era divisa per ;

Stirpi

Tities Luceres Ramnes

(stirpe Latina) (stirpe Etrusca) (stirpe Savina)

Tities Lucere Ramnes

10 Curie 10 Curie 10 Curie (Curie = Distretti) tot 30 C

Ogni curia era un distretto territoriale,ulteriormente suddiviso in 10 Decurie,cioè sotto distretti.

10 Curie 10 Curie 10 Curie (Decurie=sotto distretti)

tot 300 D

100 Decurie 100 Decurie 100 Decurie

Ogni decuria era dotata di un esercito,formato da; 10 fanti tot 3000 fanti (300x10)

1 cavaliere tot 300 cavalieri (300x1)

tot finale 3300 uomini.7 Re

Re di Roma; 7 1 Romolo

Di stirpe Latina 2 Numa Pompilio

3 Tullo Ostilio

4 Anco Marzio

Di stirpe Etrusca,il passaggio fu dettato dalla crescita 5 Tarquinio Prisco

economica di Roma e dalla capacità di commercio 6 Servio Tullio

degli etruschi. 7 Tarquinio il Superbo

I primi organi costituzionali; 4

1 Monarca (Rex),carica vitalizia e non ereditaria,eletto dal Senato che consultava prima il parere

divino,ma non poteva esercitare il suo potere se non prima di aver avuto il consenso del Comizio

Curiato. Cessata la carica il potere tornava nelle mani del Senato,il periodo di tempo che passava

da un monarca all'altro era detta “Interregno”. Il re deteneva;

Il Sommo potere,di Coercizio,dirittodi ordinare ad ogni uomo dell'esercito di uccidere un altro

uomo

Politico,come sommo giudice

sommo legislatore

Religioso,come sommo sacerdote,incaricato di mantenere la Pax deorum.

Amministrativo,sommo magistrato.

Garante del rapporto di patronato fra patrizi e plebei,se qualcuno non adempiva a tale obbligo

pagava con la morte. Patto che svanì nel 509 a.C periodo dal quale i patrizi presero il

sopravvento.

Dal potere legislativo del Re nacquero le Leggi Regie,atti normativi,fonte del diritto,che

cristallizzavano i mores,consuetudini genitilizie. Queste vennero trascritte per rendere conoscibili

le consuetudini che avranno potere legislativo.

Nell'età Repubblicana la figura del Re si svuota a tal punto da esercitare solo poteri sacerdotali.

I poteri persi vedremo che si consolidano nelle mani dei 2 consoli.

2 Comizio Curiato (assemblea popolare),la divisione del popolo era su base di decurie,divisi su

base territoriale.

Fu; → strumento principale di reclutamento militare,in carica fino alla monarchia etrusca.

→ attribuivano al re il potere d'imperium

→ funzione di pubblicità legale,davanti a questo si celebravano i fatti che dovevano essere resi

conoscibili a tutti,come; a) Adozione b)Testamento c)Arrogazione

Organo che decade,lasciando spazio al Comizio Centuriato,mantenendo però il potere

costituzionale,ovvero quello di riconoscere ed attribuire al monarca il potere d'imperium.

3 Senato ,inizialmente formato dagli anziani (Seniores) gentili che successivamente patrizi.

Ha poteri; Esecutivo,cioè imporre al popolo il volere del Rex e dei collegi Sacerdotali.

Scelta del Re.

Decisioni in campo economico e sull'organizzazione estera,

Di questo,fa parte l'Assemblea senatoria,che successivamente controllerà l'operato dei 2 consoli.

4 Collegio Sacerdotale,garanti della Pax Deorum,rispettando il Fas/Nefas,fondamentali per la

legislazione.

Collegio che si esprimeva in termini oracolari e non scritti,tramite oracoli,domande terrene con

risposte divine. Si occupavano di:

Creare

Interpretare le norme giuridiche secondo il Nefas e il Fas

Applicare

Si individuano 3 Collegi Sacerdotali; Tutti composti da membri Patrizi.

Collegio Pontefici; Il più importante,presieduto dal Pontefice Massimo,composto da 5

membri patrizi.

Questi si occupavano di: a) Creare

b) Interpretare Norme

c) Applicare giuridiche

Collegio Auguri; Composto da 5 membri patrizi,danno origine al diritto augurale.

Interpretavano i segni di volontà divina,che dovevano essere consultati prima di

ogni atto pubblico. Il responso prendeva il nome di “Augurium”. La consulta degli

Dei avveniva,anche per l'investitura del Re.

Collegio Feziali; Composto da 20 membri,controllavano le regolarità degli atti

internazionali che la città di Roma stipulava,cioè si occupavano dei rapporti

internazionali di Roma non andassero contro il volere divino.

Inoltre venivano interrogati in caso di guerra.

A questi collegi faceva riferimento anche il Re in caso di un dubbio sull'applicazione di una norma.

Questori → magistrati minori addetti alla cassa pubbl,in carica per 1 anno. Eletti dal C cent.

Pretori → magistratura superiore ordinaria,eletti dal comiz Cent,1 anno in carica,poteri d'imperio

militare e giurisdizionale.

-Durante la monarchia Etrusca nacque una nuova assemblea popolare,per il reclutamento militare.

Originariamente il reclutamento militare era svolto dal C. Curiato,dove ogni decuria partecipava in

ugual maniera alla formazione dell'esercito. Con la nascita del Comizio Centuriato

, il popolo era

diviso su base timocratica,per classi di censo (5 classi) basata su ricchezze immobili (terreni) che

formavano delle centurie e non decurie,. L'assemblea era composta nelle classi alte quindi

decisionali da patrizi,le classi più basse dai plebei. Il reclutamento militare avveniva in base alle

possibilità economiche (chi aveva di più,dava di più). Questa divenne l'assemblea più importante

per la gestione di Roma Repubblica.

Compiti del Comizio Centuriato

Questo sostituì progressivamente il Comizio Curiato,al quale rimase solo il potere

costituzionale,ovvero quel potere di riconoscere nelle mani del re il potere d'imperio.

Aveva funzione; a) Elettiva → eleggevano i magistrati supremi cioè i 2 consoli e i pretori.

b) Legislativa → approvavano le leggi.

c) Giudiziale → decidevano l'andamento dei processi.

Successivamente,divenne garante del diritto della “Provocatio ad Popolum” di ogni

cittadino,cioè nessuna magistratura aveva il potere decisionale sulla vita/morte del cittad romano,

quindi ci si appellava al C.Cent per procede la votazione a favore o contro la pena di morte

Strumento di reclutamento militare.

Divisione Comizio Centuriato

Il popolo era diviso per Centurie,100 uomini,per un tot di V classi. Queste votavano dalla più alta,al

raggiungimento dei 97 voti ci si fermava così da far votare,solo i patrizi.

La Classe più alta; 18 Cent. di cavalieri. Formata dai patrizi più ricchi, perchè non solo

potevano permettersi un cavallo e un'armatura.

Formata da; 9 Juniores

9 Seniores

I Classe di censo; 80 Cent,ognuna formata da 100 uomini (80X100)

Formata da ; 40 Juniores

40 Seniores

II Classe di censo; 20 Cent, ognuna formata da 100 uomini (20x100) TOT

Formata da 10 Juniore 193 C

10 Seniores

III Classe di censo; 20 Cent, ognuna formata da 100 uomini (20x100)

Formata da 10 Juniore

10 Seniores

IV Classe di censo; 20 Cent, ognuna formata da 100 uomini (20x100)

Formata da 10 Juniore

10 Seniores

X Classe di censo; 30 Cent, ognuna formata da 100 uomini (30x100)

Formata da 15 Juniore

15 Seniores

A queste si aggiungono 5 Cent. Di Ausiliari,di cui fanno parte i più poveri,nullatenenti.

Passaggio dalla monarchia alla repubblica.

Nell'ultima parte del VI sec a.C il ruolo del monarca cominciò a perdere potere.

I Fase; Il Re aveva potere d'Imperium (sommo potere). ES con l'aumento di minacce il Re si trova

più impegnato nella gestione dell'esercito,che lo porta fuori Roma,creando il vuoto di potere.

II Fase; al Re viene affiancata la figura del Maestro di Cavalleria,che coordinare l'esercito.

Da qui si ha un progressivo svuotamento della carica del Re al quale facevano capo sempre meno

poteri,mantenne soltanto il ruolo religioso. Quindi a capo dello stato non vi era più soltanto una

persona, ma due,il Re e il M. di cavalleria,dando origine ad una diarchia imperfetta = al potere vi

sono 2 uomini che non hanno gli stessi poteri.

III Fase: 2 soggetti al potere,i Consoli,in carica 1 anno,detentori di ugual poteri,cioè pari imperium.

Si ha una diarchia perfetta = al potere vi sono 2 soggetti con uguali poteri.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Consoli

Nati con l'avvento della Repubblica,queste 2 figure erano dei magistrati supremi a capo della città.

In un primo momento presero il nome di Pretori, succ Consoli. In carica per 1 anno, erano eletti dal

Comizio Centuriato. Questi avevano uguali Poteri che venivano esercitati in ugual maniera,dal

momento che ciascuno dei 2 era dotato di “

Diritto di Veto”,potere che faceva di questa forma di

governo una diarchia perfetta, era il diritto di paralizzare l'imperium altrui,Es l'iniziativa legislativa

dell'altro, potere che poteva essere esercitato anche nei confronti delle magistrature minori.

Questi,pur avendo sommi poteri,erano limitati in un atto, (introdotto nel 509 a.C dalla legge

Valeria) non potevano condannare a morte un cittadino,senza prima far riferimento alla garanzia di

quest'ultimo(Provocatio ad Popolum), consultando il C.Cent . Inoltre avevano il compito di redigere

il censo,passando in rassegna ogni singolo pater familias per valutarne il patrimonio immobiliare

così da farlo rientrare in una classe, attribuendogli, così,un posto nel Comizio Centuriato. Inoltre

dovevano valutare anche la pubblica moralità di tali ricchezze. Compito che gli verrà succ tolto,e

affidato ad una magistratura straordinaria “Censori” in carica per 18 mesi,redigeranno il censo ogni

5 anni. Alcuni anni i 2 consoli vengono sostituiti dal collegio di magistrati anche plebei di 3-6

uomini“Tribuni militari dotati di poteri consolari”,si hanno quando ci sono tante guerre.

449 a.C → Leggi Valerie-Orazie → fatte dai consoli Lucio Valerio Potito e Marco Orazio Barbato.

→ Riconosce i tribuni della plebe come magistratura romana. Quindi i 2 tribuni non furono più

organi incostituzionali,ma riconosciuti,quindi dovevano sottostare alle leggi.

→ I plebisciti (leggi fatte dai plebei)avevano valore di legge per l'intera comunità, qualora

ricevessero la successiva ratifica da parte del Senato.

→ In materia dell Provocatio ad popolum,si stabilisce che a Roma non potrà mai essere istituita

una magistratura in grado di decidere della vita-morte del cittadino romano,senza prima

consultare il Comizio Centuriato.

Anche queste sono leggi-contratto,frutto di un compromesso politico,fatte per evitare secessioni.

Sembrano a favore dei plebei,mentre chi continua a decidere sono in realtà i patrizi.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nel 376 a.C emanate nel 367 a.C → “Leggi Licinie-Sestie” → fatte da 2 tribuni dell Pl Caio Licinio e

Lucio Sesto,emanate da consoli.

→ Riduzione dei debiti plebei nei confronti dei patrizi

→ Mettere un limite all'assegnazione delle terre pubbliche,nessun pater familias potrà possedere

più di 500 iugeri,aumentabili di 250 per ogni figlio maschio per un massimo di 2. tot <o = 1000 iug

→ Regola per cui uno dei 2 consoli al potere dovrà essere plebeo.

+

Queste nascono come plebisciti che per essere vincolanti a tutta la comunità hanno bisogno della

ratifica del senato che ovviamente non la da,lasciandoli inapplicati. Nel 367 a .C viene aggiunto un

4° punto che consiste nella creazione di 2 nuove magistrature patrizie:

→ Pretura urbana (magistratura suprema,hanno il potere d'imperium,come quello dei consoli)

→ Edili Curuli (magistratura minore)

Leggi Licinie-Seste 4 leggi → riduzione debiti plebei

Leggi-contratto → 1 dei consoli plebeo

→ limite alla detenzione di terre

→ nascita delle 2 magistrature (Edili e Pretura)

Portano il nome dei 2 Tribuni che le proposero.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nel 339 a.C → “Lex puplilia Philonia de plebiscitis ”-> fatta da un dittatore plebeo.

→ I plebisciti,hanno valore di legge ,qualora avesse avuto la preventiva autorizzazione dal senato.

Fino ad ora,secondo le leggi Valerie-Orazie il plebiscito aveva valore di legge solo se aveva la

successiva approvazione/ratifica del senato. Dal 339 a.C ,con la Legge Publilia Philonia, al plebiscito

serve solo la preventiva autorizzazione del senato per acquistare valore di legge.

------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------------------------

Nel 286 a.C → Lex Ortensia

→ I plebisciti avranno valore di legge senza alcun controllo da parte del Senato.

Plebisciti non riconosciuti.

449 → Lex Valerie-Orazie → i plebisciti hanno valore di legge se ottengono la successiva ratifica del senato

339 → Lex Publilia Philonis → i plebisciti hanno valore di legge se ottengono la preventiva autorizzazione

dal senato

286 → Lex Ortensia → i plebisciti hanno valore di legge senza avere controllo da parte del senato

312 a .C → Censura di Appio Claudio Cieco → Era censore,stabilisce che dal censimento dal 312 in

poi i cittadini romani dovranno essere censiti sulla base delle ricchezze immobiliari e mobialiari e

non più solo su base immobiliare. Riforma che sconvolge i tradizionali assetti del com cent perchè

da questo momento nelle classi alte non ci saranno solo patrizi ma una classe mista patrizio-plebea

Ecco che si ha una nuova classe dirigente romana “Nobilitas Patrizio-Plebea”.

312 a.C → Lex Ovinia → attribuisce ai censori il compito di stabilire chi era degno di sedere in

senato e chi non lo era. Da ora i censori non si occupano solo di passare in rassegna i beni mobili e

immobili del pater familias ma ne valuta anche la “pubblica moralità”.

Cursus Honorum → carriera politica,che non prevedeva retribuzione e fatta in anni alterni.

Questura – questore

– Edilità – edile

– Tribunato della plebe – tribuno della plebe

– Pretore

– Consolato – console

le magistrature straordinarie : → dittatura (in carica non + di 6 mesi) e → censura (eletti una volta

ogni 5 anni e stanno in carica per 18 mesi)

La prima secessione 494 a.C

In un primo momento chiesero;

L'abolizione del divieto di Connubium (sposare) tra patrizi e plebei.

Distribuzione di terre da parte dei patrizi,per sopravvivere e per non diventare schiavi.

Distribuzione di terre da parte dei plebei ricchi.

Non avendo ottenuto niente di tutto ciò nel 494 a.C abbandonarono la città di Roma per ritirarsi

sul Colle Aventino,ecco che si ha la secessione.

Qui i plebei : → elessero 2 rappresentanti,i Tribuni della Plebe,che prima di presentarsi alla

comunità patrizia romana, si legarono ai rispettivi plebei con un giuramento religioso,che obbligava

ogni singolo plebeo ad intervenire,anche uccidendo,chiunque minacciasse i 2 tribuni,da qui nacque

la I Lex Sacrata,legge perchè frutto di una decisione assembleale, sacrata perchè frutto di un

solenne giuramento (sacramentum).

Tribuni della plebe hanno Poteri di:

→ Coercizio; Tipico del potere del re,come sommo comandante militare,per cui questo poteva

dire a qualunque plebeo di uccidere un altro soggetto.

→ Intercessio; Nei confronti della magistratura patrizia, qualora questi legiferassero contro i plebei,

i tribuni sono autorizzati ad incaricare un plebeo a paralizzare con la forza l'operato patrizio.

È un potere analogo del diritto di veto a disposizione dei 2 tribuni,varia nella natura,in

quanto quello dei consoli era riconosciuto dalla legge,questo era un atto incostituzionale.

→Legislativi; Presentavano i plebisciti,che in un primo momento avevano valore di legge solo

per i plebei (questo fino al 339 a.C con la Lex Pubbl Ph)

Inizialmente i tribuni erano sogg incostituzionali,non riconosciuti dalle autorità politiche romane,

con loro anche il concilio della plebe,i plebisciti e tutto ciò che ne deriva.

Dopo due anni dalla I° secessione, nel 492 a.C i plebei si riunirono sull'Aventino,dove crearono

l'assemblea plebea “Concilio della plebe”(tessa funzione del comizio centuriato, cambiavano i

componenti ),questa,se presieduta dai 2 tribuni non dovrà essere disturbata da nessuno

soprattutto dai magistrati patrizi,qualora questo succedesse,il sogg sarà punito con la pena di

morte. I plebei si impegnarono con un giuramento religioso,diedero vita alla II° Lex Sacrata.

I Lex Sacrata; i plebei giurano di uccidere chiunque attenti all'incolumità dei due tribuni

II Lex Sacrata; i plebei giurano di uccidere chiunque disturbi il Concilio della Plebe

Poteri concilio della plebe:

Elettivo; Eleggere i 2 rappresentanti plebei,i Tribuni.

Legislativa; Elaborare,approvare i plebisciti,leggi proposte dai 2 tribuni.

Giudiziaria; Decidere le pene nei processi in cui venivano violate le Lex Sacr. e i plebisciti.

I plebei tornati a Roma chiesero delle norme giuridiche scritte,non più orali (mores) , così nel

450-451 a.C prese vita la proposta del un tribuno della pl.“Horsa”.Nacque il “Collegio Decenvirale”,

commissione di 10 uomini patrizi in carica per 1 anno al comando di Roma che sostituirono le

magistrature,compresi i 2 consoli,con il compito di mettere per iscritto i mores gentilizi

Alla fine del 1 anno di carica vennero fatte 10 leggi,chiamate Tavole.

1-3 Contenevano le antiche norme consuetudinarie in campo processuale

4 Conteneva le antiche norme consuetudinarie relative al diritto di famiglia

5 Conteneva le antiche norme consuetudinarie in materia d'eredità,tutela e cura della persona

6 Conteneva le antiche norme consuetudinarie relative ai negozi giuridici

7 Conteneva le antiche norme consuetudinarie in materia immobiliare

8-9 Contenevano le antiche norme consuetudinarie relative al diritto criminale,cioè penale

10 Conteneva le antiche norme consuetudinarie relative alla natura suntuaria e funeraria.

Scaduto l'anno di carica,nel 450-449 a.C viene eletta un'altra commissione decenvirale in carica per

1 anno,questa volta con componenti plebei,che al termine del mandato pubblica 2 tavole,a sfavore

dei plebei:

11/12 Prevedeva il divieto di connubium fra patrizi e plebei

Queste passarono alla storia come le Leggi delle 12 Tavole,che formarono il primo documento di

Ius Civile (codice civile) dell'epoca repubblicana. E vennero pubblicate dai 2 consoli Lucio Valerio

Potito e Marco Orazio Barbato.

Le 12 tav fatte dal collegio decenvirale che era stato istituito per mettere per iscritto i mores

Processi a Roma; processo penale comiziale questi si svolgevano in giorni alterni

I° Giorno; Ai consoli arrivava la notizia che un soggetto aveva commesso un reato

II° Giorno; Al sogg veniva comunicato pubblicamente il reato di cui era accusato.

III° Giorno; riservato all'accusato per prepararsi una difesa

IV° Giorno; ci si ritrovava nel foro tra accusato e accusatori,dove si ascoltano i testimoni

V° Giorno; si riorganizzavano le controprove di accusa-difesa

VI° Giorno; si ha l'inquisizione,il sommo magistrato decide le sorti penali.

Se l'imputato viene considerato colpevole e presenta i seguenti requisiti

→ Cittadino romano → Rischia la vita-morte → C'è un tribuno d pleb disposto ad aiutarlo con

l'intercessio contro il magistrato,scatta la garanzia della “Provocatio ad popolum”.

È qui che il Comiz Cent vota per la vita-morte.

Quindi la garanzia della Provocatio ad popolum scatta solo se vi è l'intervento di un tribuno della

plebe. Processo penale;

La cui forma è detta “Per quaestiones”,svolto mediante l'istituzione di tribunali preposti

all'accertamento delle responsabilità degli imputati.

Nel III - II sec a.C si hanno 2 grandi tipologie di tribunali;

Entrambi i tribunali hanno l'organo inquirente (pretore) ,che fa le indagini,che coincide con

l'organo giudicante.

Tribunali pre graccane Ex Plebiscitiis. Attivati sulla base di un plebiscito con valore di legge con

cui si invitava uno dei pretori a indagare sull'operato di un ex magistrato. Per indagare

bisognava aspettare la fine del mandato,in quanto i magistrati non potevano essere messi

sotto accusa durante la loro carica,questo per verificare se i poteri precedente conferitigli

erano stati usati per il bene comune o per scopi privati.

Tribunali pre graccane Ex Senatoconsulto. Attivati da un senatoconsulto,cioè una delibera del

senato,riguarda casi in cui il senato sente la necessita di creare una forma di reato,cioè di

punire tutti coloro che abbiano tenuto un determinato comportamento. Si ricorda il

senatoconsulto in materia baccanali,cioè feste,riti celebrati per rendere onore al dio bacco,

basati sulla depravazione.

Entrambi i tribunali sono accomunati dal fatto che l'organo inquirente ,pretore,coincide con

l'organo giudicante.

I° Guerra Punica,264 - 241 La conquista della I° provincia,la Sicilia

Nel III a.C Roma ha tutta la penisola,l'interesse per l'espansione è degli Equites,che traggono le

proprie ricchezze dai commerci. Roma fino a questo periodo non disponeva di navi commerciali

perchè legata da un trattato internazionale,”Fedus”,con Cartagine,la quale si impegnava a

riconoscere il dominio romano sui porti della penisola italica e i romani riconoscevano l'influenza

cartaginese sul resto del mediterraneo. Nel 269 a. C Roma per la I° volta conia moneta d'argento, il

materiale della moneta usata nei traffici commerciali internazionali, (valore della moneta dipendeva

). Segnale che era pronta per un commercio marittimo

dalla materia,valore intrinseco

Nel corso della storia Roma ha coniato 2 tipi di monete:

Moneta bronzo per lo scambio di tutti i giorni. Moneta d'oro per l'accumulo di ricchezze (per i

nobili proprietari terrieri).

Si crea una spaccatura di carattere economico all'interno della nobilitas → classe dirigente, tra

coloro che traggono la loro ricchezza dai latifondi agricoli (Senatori) e coloro che traggono la

ricchezza dal mondo dei commerci (Cavalieri).

Senatori → traggono la ricchezza dal latifondi agricoli

Nobilitas Cavalieri → traggono la ricchezza dai commerci.

Successivamente un'ambasceria di mercenari,d'origine campana,chiamati “mamertini”,chiese

aiuto a Roma perchè assediati dal tiranno di Siracusa Gerone. Il senato romano nega l'aiuto perchè

non ci avrebbero guadagnato niente,diversa la visione dei cavalieri che vedevano nella Sicilia un

luogo di porti. Così i cavalieri ottennero dal C della Plebe,con un plebiscito, il permesso di

intervenire in Sicilia. Intervento che portò la violazione del trattato internazionale con i cartaginesi

che avevano il controllo sulla Sicilia,(dichiarare guerra a Cartagine).

Nel 264 scoppia la I° guerra punica,nel 241 Roma vince la battaglia che ne segna la chiusura e la

conquista della I° provincia romana,I° terra extraitalica.

I territori extraitalici divennero “ Provincia”,governate da un ex pretore → Propretore o da un

console → Proconsole a cui il senato affidava il governo per un 1 anno con possibile proroga.

In Sicilia ,Gerone aveva introdotto la tassazione del reddito (tassazione della decima parte di un

prodotto),sconosciuta ai romani,che succ la estesero alle altre province con la Lex Hieronica,legge

di Gerone,l'invenzione delle tasse porta un problema ; chi le riscuote?,non c'era una struttura

pubblica attrezzata per questo scopo. I giuristi si rivolsero ai cittadini romani ricchi proponendogli

di ritirare le tasse nelle province. In anticipo lo stato romano voleva 5 milioni di sesterzi, in cambio

lasciava tutto il ricavato ai riscossori. Gli appaltatori furono cavalieri che presero il nome di

“Pubblicani”.Nasce il contratto d'appalto,riguardo alla riscossione delle tasse e il contratto di

società fra più sogg per accaparrarsi l'appalto.

Vantaggi a seguito della I° Guerra punica; Imposta delle tasse sul reddito

Coniazione della moneta d'argento (apertura ai commerci)

Pretore Peregrino

Con la fine della I° guerra punica,con la nascita della I° provincia e con l'apertura di Roma ai traffici

si creano sempre più contatti fra commercianti stranieri e romani questo crea problemi

giurisdizionali, nasce nel 242 a.C il nuovo organo giurisdizionale “Pretore Peregrino”,che si occupa

delle controversie fra romani e stranieri,con una forma di processo nuova,fondata sul processo

formulare.

I° tappa della laicizzazione del diritto III sec a.C

A Roma era pontefice Tiberio Coruncanio,di discendenza plebea,che cambiò il corso della storia

della giurisprudenza. Fu il primo ad obbligare il coll sacerdot a confrontarsi ed elaborare il processo

logico che portava alla risoluzione di un caso giuridico in pubblico,davanti a chiunque ne fosse

interessato , questo ruppe la tradizione oracolare. Questo permetteva al singolo di risolvere lui

stesso analoghe controversie.

Precedentemente le parti si rivolgevano al collegio dei pontefici,i quali si ritiravano nel tempio per

svolgere in segreto il ragionamento che portava al responso, a questo vi partecipavano solo i

sacerdoti. (domanda → responso,non si sapeva il procedimento) Dal III sec a.C i sacerdoti erano

tenuti a discutere pubblicamente. Il passaggio dalla segretezza alla pubblicità dei ragionamenti che

precedevano la sentenza accelerarono il processo della laicizzazione del diritto (processo con cui

l'interpretazione giurisprudenziale diventa conosciuta anche ai laici,cioè i cittadini) .

218-201 a.C La II° Guerra Punica

Nel 218 ”Plebiscito Claudio”, plebiscito con valore di legge in favore dei cavalieri, vieta ai senatori

di possedere navi da carico,vietandogli,così,il commercio. Nello stesso anno scoppia la II° guerra

punica fra Roma e Cartagine,finita nel 201 con vittoria romana che porterà alla creazione di 2

nuove province cioè a) Spagna inferiore

b) Spaga superiore.

Nel 133 a.C Roma ha 11 province; Sicilia, Sardegna , Corsica, Spagna inferiore, Spagna superiore

Illiria, Macedonia, Acaia, Africa, Asia e Gallia cisalpina

Nelle province hanno origine atti d'estorsione da parte di pubblici ufficiali (senatori) nei confronti

dei ricchi provinciali,reato oggi chiamato concussione . Così il senato nel 149 approva una

Lex Calpurnia de Repetundis,in materia di pecunie repetunde (soldi presi con ricatti da restituire) ;

prevede un processo civile in cui i provinciali chiedevano ai governatori la restituzione di ciò che

era stato sottratto,questa legge non risolve il problema perchè il governatore doveva solo restituire

ciò che ha rubato, ma non viene sanzionato.

Tiberio Gracco

Nel 133 è tribuno Tiberio Gracco,colui che attaccò i senatori,fazione nobiliare a cui apparteneva.

Rendendosi conto che il latifondo agricolo italico non viene totalmente sfruttato dai senatori,i quali

hanno troppe terre e quindi molte sono incolte,ripropose l'antica regola creata con le lex Licinie VI,

nessun Pater F poteva essere proprietario di + di 500 iugeri aumentabili di 250 per ogni figlio con

un limite di 2 figli, lex sempre violata. Nel 133 Tiberio emana un plebiscito Lex Sempronia Agraria

che ripropose tali limiti,inaugurando una magistratura

“Triunviri” 3 uomini che vigilino sul rispetto

della legge . Le terre in eccesso erano date al popolo. La nobilitas senatoria,rifiutando tali limiti

risponde con un evocatio → chiamata del popolo alle armi,con conseguenza la morte di Tiberio .


PAGINE

41

PESO

256.10 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto dei seguenti argomenti: divisione del diritto privato, matrimonio, dote, divorzio, patria potestà, mancipio e potestà dominica, adozione, capacità di agire, persone giuridiche, successioni, donazioni, diritti reali, classificazione delle cose, proprietà, diritti reali di godimento, obbligazioni, diritti reali, danneggiamento, contratto, storia diritto pubblico, la monarchia, i tribuni, i consoli, i senatori, gli imperatori, passaggio alla repubblica, le secessioni, i triumvirati, il processo penale, le guerre puniche.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Diritto dell'Impresa, del Lavoro e delle Pubbliche Amministrazioni
SSD:
Università: Pisa - Unipi
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher macchia17 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia del diritto romano privato e pubblico e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pisa - Unipi o del prof Petrucci Romano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in diritto dell'impresa, del lavoro e delle pubbliche amministrazioni

Diritto comparato
Appunto
Istituzioni di diritto processuale completo
Appunto
Riassunto di diritto bancario, prof Passalacqua, libro consigliato La regolazione pubblica delle banche, Amorosino
Appunto
Diritto previdenziale completo
Appunto