Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

!

Tale separazione consenta la valutazione cognitiva dello stimolo stesso , indica una separazione

tra le due.Tale separazione implica la possibilità di gestire le proprie emozioni entro certi limiti, di

orientare in modo positivo,di poterle modificare nel tempo.Ed è per questo che si parla di

APPRENDIMENTO EMOTIVO nel bambino e dunque della possibilità di cambiare i propri stili

emotivi nell’età adulta.!

Le emozioni, essendo processi che attraversano la nostra mente ci spingono all’azione dunque:!

-in caso di attrazione e simpatia ci avviciniamo agli altri siamo capaci di creare rapporti profondi!

-in caso di repulsione e antipatia ci allontaniamo, talvolta fuggiamo dalla loro presenza.!

!

COMUNICAZIONE EMOTIVA, a livello evolutivo la comunicazione emotiva precede certamente

quella linguistica!

!

COMUNICAZIONE LINGUISTICA, la maggior parte delle emozioni si manifestano a livello non

verbale.!

!

Per definire le emozioni la storia risulta fondamentale poiché ogni cultura presenta una propria

sensibilità:!

!

- chi è attento all’onore!

- chi al successo!

- chi all’autostima individuale e chi al gruppo!

!

Ciò è necessario per dare un’idea di quanto è grande la complessità delle emozioni.!

!

Oatley, partendo dagli epicurei e dagli stoici pone in evidenza quanto gli esseri umani siano

interessati a vivere e a gestire le proprie emozioni.!

Darwin e la sua scoperta ci aiutano a capire meglio la storia delle emozioni in quanto esse hanno

radici profonde.!

Oatley analizza gli aspetti neurobiologici delle emozioni:!

-sottolinea quanto la storia personale sia importante per l’elaborazione delle emozioni in quanto

ognuno di noi ha un proprio stile emotivo ; propria sensibilità - propria facoltà emotiva.!

-le emozioni sono attivate da circuiti nervosi che orientano la risposta emotiva in un modo rispetto

che ad un altro.Oggi siamo arrivati alla scoperta dei psicofarmaci.!

!

Le emozioni crescono con la propria esperienza a partire dal momento della nascita, ed è per

questo che le perso e che sono andate incontro a traumi presentano con più probabilità DISTURBI

EMOTIVI.Sono l’incapacità di gestire la propria emotività così cadendo poi in forme di depressione

o eccessi emotivi.!

!

Oatley nel suo volume si prefigge di favorire lo sviluppo della cosiddetta “intelligenza emotiva”.!

- capacità di imparare a governarle e indirizzarle positivamente ; attraverso un diario personale

oppure attraverso una conversazione!

- ovvero quella capacità di riconoscere le proprie esperienze emotive e quelle di altri!

Il traguardo è quello di raggiungere uno stato di benessere soggettivo che consenta a ciascuno di

vivere lontano dall’ansia con il raggiungimento dell’eccellenza e permette di ottenere una

condizione di contentezza che comporta una situazione di equilibrio tra i vincoli dell’ambiente e le

emozioni e i propri desideri.!

!

!

!

!

!

!

PREFAZIONE pagina 13 !

Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce…!

!

Abbiamo tre diverse concezioni delle emozioni:!

-PRIMA CONCEZIONE = EVOLUZIONISTA : le risorse che in passato si sono dimostrate vincenti

si sono tramandate fino ad oggi attraverso i geni (riferimento a Darwin).Infatti alcuni aspetti delle

nostre emozioni risalgono a milioni di anni fa quando i nostri antenati cominciarono ad estinguersi

rispetto ai membri di altre specie pre-umane poiché meno dotati di quelle risorse emotive e

pratiche di cui invece erano provvisti i nostri antenati.!

!

-SECONDA CONCEZIONE = STORIA PERSONALE : dunque la nostra capacità di amare è

influenzata dal modo in cui siamo stati amati durante l’infanzia.Infatti le emozioni si sviluppano in

ognuno di noi sin dalla nascita e grazie alla relazione con gli altri.!

!

-TERZA CONCEZIONE = PIU’ GENERALE: In quanto si collega alla storia delle idee e dei

movimenti sociali, dunque in che modo le emozioni sono state concepite nella nostra cultura e in

che modo sin dal passato hanno influito e continuano ad influire su di noi.!

Per esempio in molte società un’unione sessuale duratura trova il suo corrispettivo nel concetto di

matrimonio.!

!

Sin dal 21° secolo si inizia a parlare di emozioni.!

A volte diffidiamo dalle emozioni ma sappiamo allo stesso tempo che esprimono e governano i

nostri valori più importanti (se vuoi sapere quello che le persone apprezzano, ascolta le loro

storie).!

In Occidente ad esempio l’amore e la collera sono il nocciolo di molte storie forse, perché questi

problemi entrano in relazione con il nostro modo più profondo e intimo di dar significato alla vita.!

Ad oggi le emozioni continuano ad attivare la nostra attenzione forse, perché ancora non ne

riusciamo a comprendere del tutto la natura.!

Ma in che modo esse ci permettono di comprendere gli altri?!

!

-CAPITOLO PRIMO: SIGNIFICATO E AMBIGUITA’ pagina 17-34!

L’AMORE E’ UN MOMENTO CARDINE DOVE LA STORIA INDIVIDUALE PUO’ EVOLVERSI.!

!

“come ti amo? ora le vie ne conto!

T’amo quanto profondo e alto e ambio…!

la mia anima più;

!

’ (Elisabeth Barret - circa 150 anni fa).!

!

La poesia ci aiuta a capire meglio che la persona amata entra a far parte del proprio si.!

Ci sono persone che non si sarebbero mai innamorate se non avessero mai sentito parlare di

amore (Rochefoucauld).!

La scrittrice viveva a Londra , aveva 39 anni all’epoca e già da sette anni viveva l’invalidità a causa

di una emorragia.Pieno di ammirazione Browining nel 1845 la andò a trovare .I due si scambiarono

lettere per circa un anno ma Elisabeth rifiutò la proposta di matrimonio poiché credeva che non era

di una donna invalida che lui avesse bisogno.La sua saluta però continuava a migliorare tanto che

nel 1846 si sposarono. La scrittrice lasciò la casa paterna e i sposi andarono a vivere in Italia e il

padre di Elisabeth non la perdono’ mai. Verso la fine del sonetto (1846) scrisse:!

!

t’amo / con la passione delle antiche pene….

!

!

poiché al suo dolore contribuiva anche la morte del fratello Edward. L’amore è un’emozione con

una sua storia sempre particolare , che fa parte del percorso compiuto per conoscere un’altra

persona.!

!

CHE COSA E’ UN’EMOZIONE?!

(L’amore è un esempio di emozione)!

!

Le emozioni sono provocate dal modo di giudicare gli eventi, gli psicologi lo definiscono

valutazione in rapporto a ciò che conta per noi.Esse possono comprendere cambiamenti corporei

infatti WILLIAM JANES padre della psicologia americana sosteneva che l’emozione fosse la

percezione del cambiamento corporeo (es. dell’orso).!

Secondo la maggior parte dei teorici moderni le emozioni coinvolgono corpo e mente.Le emozioni

più comuni si manifestano in modo piuttosto repentino (improvvisamente felice quando vediamo un

amico all’aeroporto). Dunque essa si può definire “ emozione reattiva “ . Le emozioni sono basate

su quel che conosciamo, su quel che comprendono pensieri, su ciò che è successo e che

potrebbe succedere.Spesso esse provocano in noi l’impulso a reagire istintivamente nei confronti

di qualcun altro (abbracciare o uscire dalla stanza).!

Nico Frijda sostiene che si tratta di stati in cui si trova nella immediata disposizione ad agire. Anche

se il sorriso o l’espressione crucciata durano pochi secondi, la sensazione di essere felici o irritati

può durare per minuti o ore. si fa riferimento agli stati d’animo ovvero quei processi che si

protraggono di più.!

A differenza delle emozioni reattive che hanno per noi cause ovvie, gli stati d’animo possono avere

origine incerta.Invece i sentimenti ovvero quegli stati emotivi che possono costituire la base del

rapporto per anni durano ancora di più.Poi vi è la preferenza ovvero un’emozione silenziosa.!

!

IL FUNZIONAMENTO DELLE EMOZIONI!

!

!

- EMOZIONI REATTIVE!

Avvengono quando i tratti del mondo in cui crediamo subiscono l’impatto con la realtà.!

La reazione emotiva che avviene di fronte a qualcosa di imprevedibile è l’incontro tra ciò che è

scontato e non. L’imprevisto a volte è piacevole, altre doloroso.!

Le emozioni reattive possiamo definirle come i segnali fasici che muovono l’arto.!

L’emozione emotiva provoca un cambiamento.!

Facendo riferimento al termine “impegno” , l’emozione reattiva è un cambiamento nel tipo di

impegno.Innamorarsi è un impegno, il fatto di impegnarsi con una persona nuova.!

!

!

- EMOZIONI DUREVOLI !

Sono i segnali del tono muscolare che mantengono fermo l’arto in modo durevole.!

Il sentimento diverso dell’emozione reattiva mantiene l’atteggiamento emotivo.!

Gli impegni sono alla base dei nostri rapporti dunque un sentimento è un impegno mantenuto nel

tempo.!

A differenza dell’innamorarsi , l’amore è mantenere nel tempo l’impegno con una persona.!

!

!

Entrambi sono segnali trasmessi a noi stessi e agli altri .!

Nel primo caso poiché ci guidano verso elementi che giudichi utili per i nostri progetti mentre nel

secondo caso poiche’ , gli altri pur non avendo accesso diretto ai nostri sentimenti intimi possono

osservare le nostre emozioni reattive e i nostri sentimenti .Dunque sono delle guide per noi e per

gli altri ed essendo impegni sono i tendini e le articolazioni dei vostri rapporti.!

!

- LE EMOZIONI E LA STORIA DELLA SCRITTURA!

Esse sono una realtà molto complessa, problematica. Forse è proprio la loro complessità e

problematicità a renderle al centro narrazioni di tutto il mondo.!

A partire dai Sumeri con la storia della dea Inanna e Gilgamesh, per proseguire con l’Iliade, con il

racconto di Adamo ed Eva, fino ad arrivare alle tragedie di Eschilo e Sofocle, siamo sin dall’ora

emotivamente coinvolti.Mettono in scena i discendenti dell’antica civiltà europea: gli esseri umano

potevano agire, ma non erano in grado di prevedere le conseguenze più importanti delle loro

azioni. L’annebbiamento della vista era forse tale perché gli uomini erano accecati dalle emozioni?!

STORIE BASATE SULLE EMOZIONI IN QUANTO PROPRIETA’ UNIVERSALI DEGLI ESSERI

UMANI.!

La storia delle emozioni umane è problematica.!

L’amore si è trasformato nel corso della storia.!

Un padre che impedirebbe alla figlia di sposarsi oggi, sarebbe un fatto impensabile , dunque è

cambiata la nostra idea dell’amore e il modo in cui lo viviamo nel rapporto con i genitori e partner.!

Dunque le emozioni non sono stabilite una volta per tutte ; sono costituite da ciò che conosciamo a

livello culturale e ciò che crediamo giusto a livello sociale.!

La classica storia d’amore che attraversa vicissitudini è ancora attuale ma con le dovute

trasformazioni.!

!

PERCHE’ LE EMOZIONI SONO TANTO AFFASCINANTI PER GLI SCRITTORI?!

Perché riguardano i nostri più intimi interessi.!

A differenza delle emozioni passeggere, le emozioni durature sono il segnale di preoccupazioni o

aspirazioni.!

Freedman su 10.000 americani scoprì che l’amore era l’elemento essenziale della felicità del

matrimonio.!

Dunque le emozioni sono affascinanti perché sottolineano ciò che più conta per noi.!

Le emozioni reattive si manifestano in modo peggiore o migliore di ciò che aspettavamo.!

(per esempio: Elisabeth si era rassegnata alla sua vita da reclusa ma poi venne sorpresa).!

!

Emozioni Positive, sono segnali che indicano che le cose vanno bene.!

!

Emozioni Negative, sono segnali che indicano che le cose vanno male. !

!

Inoltre le emozioni sono così affascinanti poiché ci pongono dei problemi di difficile soluzione.!

Con l’esempio della storia di Abigail possiamo capire che quando un emozione penetra attraverso

gli strati delle nostre aspettative, avvengono sconvolgimenti del pensiero e allora arriviamo ad

interrogarci sulle ragioni e implicazioni di ciò che è successo.!

Nelle questioni più importanti della vita, lo sconvolgimento provocato dalle emozioni può avere lo

stesso effetto di un terremoto .!

!

!

- I PRIMI ABBOZZI DI ALCUNE EMOZIONI!

Alcune emozioni possono iniziare come qualcosa di vago e infame.!

Con l’esempio della storia di Louise Mallard riusciamo a capire quanto le emozioni emergono

lentamente e come nel caso della protagonista gli interessi a volte rimangono nascenti perché

difficili da ammettere.!

Quando un emozione reattiva o uno stato d’animo indicano interessi o aspirazioni che difficilmente

riconosciamo in noi, possono nascere problemi.!

Un emozione è come uno strattone ( a volte è una scossa violenta).!

!

Le emozioni rappresentano indicatori preziosi dell’importanza di un dato elemento e costituiscono

l’occasione per porsi un determinato problema dunque sono tra gli aspetti più affascinanti della vita

mentale.!

!

!

-CAPITOLO QUINTO !

STORIE SOCIALI: EMOZIONI E RELAZIONI pagina 105!

!

LE DUE COMPONENTI DELL’AGGRESSIVITA’!

La maggior parte degli episodi di collera è seguita da una riconciliazione.!

Grazie all’episodio del 9 Novembre 2001 (durante uno stato di collera, l’uomo dopo aver urlato alla

donna e tamponata , morì) Crisippo ci spiega per cosa s’intende per .!

!

PRIMO MOVIMENTO, è la componente mentale dell’esperienza di Darwin, è il movimento che

prepara la mente - cervello dunque prepara a continuare con ciò che si stava facendo, a fare ogni

possibile sforzo a desistere .!

Secondo l’ipotesi MacLean - Panksepp, tutto questo avviene nel sistema linbic , oltre a segnalare

dunque prepara il cervello ad uno stato di disponibilità rispetto a ciò che è successo.!

!

SECONDO MOVIMENTO, è un momento più riflessivo ad opera della corteccia. E’ il movimento

che ci permette di scoprire che cosa ha generato la nostra collera di valutarla e rivalutarla. Tale

momento perciò si verifica quando cerchiamo di capire un emozione .!

Il guidatore del furgone ha creduto che il comportamento della donna richiedesse una reazione

punitiva, senza che la controparte potesse fare nulla per cambiarlo.!

!

!

!

!

SCOPI ED EMOZIONI!

! EVENTI SCATENATI LEGATI AD UNO SCOPO!

EMOZIONI / !

! \PIANO SECONDO MOVIMENTO DELL’EMOZIONE!

!

!

!

! SCOPI REALIZZATI!

FELICITA’ /! ! ! ! ! ! !

! \CONTINUARE A IMPEGNARSI !

!

!

! PERDITA DEGLI SCOPI!

TRISTEZZA / !

\NON FARE NIENTE, RITIRARSI IN SE STESSO!

!

!

! SCOPI FRUSTATI!

COLLERA /!

\CONTINUARE A PROVARE, SFORZARSI!

!

! PERICOLO O CONFLITTO TRA GLI SCOPI!

PAURA /!

\IMMOBILIZZARSI, SOPRAVVIVERE ALL’AMBIENTE, FUGGIRE!

!

!

!

Sebbene ciascuna emozione di solito è associata ad uno scopo , spesso è indipendente dal

mondo esterno. Si può essere felici o tristi senza alcuna ragione.!

Le emozioni possono anche essere stati d’animo che durano molto tempo,modificati direttamente

da farmaci che agiscono sul cervello.!

!

!

!

!

!

!

!

!

!

SCOPI SOCIALI ED EMOZIONI SOCIALI!

!

Il mondo sociale ha assunto la massima importanza ed è diventato l’oggetto principale delle

emozioni umane.!

!

!

EMOZIONI SCOPI SOCIALI PIANI SOCIALI!

!

!

Felicità/Tristezza essere con gli altri/perdita di rapporto collaborare,mostrare !

! ! ! ! ! ! ! ! ! affetto,cercare aiuto e !

! ! ! ! ! ! ! ! ! nuove forme di rapporto!

!

!

!

!

Collera insulti,perdita di rispetto,di reputazione reagire aggressivamente,!

! ! ! ! ! ! ! ! ! entrare in conflitto!

!

!

!

!

Paura separazione,rifiuto sociale essere intimiditi,ritirarsi!

! ! ! ! ! ! ! ! ! dagli altri!

!

!

!

Amore/Disprezzo vicinanza fisica e mentale, minaccia supporto,aiuto,prendersi!

! ! ! proveniente da una persona esterna cura. Trattare l’altro come !

! ! ! al gruppo una non persona!

!

!

!

!

!

Il cambiamento tra le due tabelle è dimostrato dalla dimensione sociale di scopi e piani (2°

movimento).!

!

Lo scopo dell’emozione è preparare la struttura per il 2° movimento.!

!

Anche se ci possiamo sbagliare sull’altra persona coinvolta (come il guidare del furgone si sbaglia

sulle intenzioni della donna), gli altri in genere sono sia la causa che l’oggetto delle emozioni.!

Infatti, nella seconda tabella sono state aggiunte due voci che riguardano inevitabilmente gli altri:

AMORE E DISPREZZO.Le emozioni sociali si basano su scopi e interessi molto specifici,nati con

la storia dell’evoluzione umana e perfezionati nel suo corso.Tali emozioni predispongono ai copioni

specifici: la felicità determina la collaborazione. ecc..!

Dunque si tratta dei coinvolgimenti in cui una certa modalità di relazione ha la sua priorità su tutto il

resto per un lungo o corto periodo di tempo.!

!

!

!

!

!

!


ACQUISTATO

9 volte

PAGINE

14

PESO

141.86 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'educazione e della formazione
SSD:
Università: Carlo Bo - Uniurb
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher martinajagothor di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia dell'educazione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Carlo Bo - Uniurb o del prof Giallongo Angela.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia dell'educazione

Appunti di storia dell'educazione, lezioni
Appunto
Riassunto esame Storia dell'educazione, prof Giallongo, libro consigliato Breve storia delle emozioni, Oatley
Appunto
Riassunto esame filosofia della cultura, prof. De Simone Antonio, libro consigliato Intervista a Machiavelli, Antonio De Simone, Davide D'Alessandro
Appunto
Riassunto esame didattica dei linguaggi simbolici, prof.Salis, libro consigliato Educazione e sviluppo della mente, Gardner
Appunto