Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Fisiologia

• Descrivi i cambiamenti che avvengono nel pene durante il ciclo di

risposta sessuale

Stato di riposo: il pene pende ed è flaccido.

Eccitazione-Plateau: i corpi cavernosi e il corpo spugnoso si riempiono di sangue, il che

causa l’erezione; il sangue viene trattenuto e aumenta di pressione; la tunica

albuginea si ispessisce e si contrae contribuendo a mantenere il sangue ad alta

pressione. Troviamo un allungamento dell’uretra, un raddoppiamento del suo diametro

e un aumento di 3 volte del bulbo uretrale per consentire la fuoriuscita del liquido

spermatico. Le ghiandole di Cowper producono delle goccioline mucoidi chiare (liquido

spermatico).

Orgasmo: negli uomini si suddivide in emissione (sensazione di inevitabilità

dell’eiaculazione) dove lo sperma si racchiude nel bulbo uretrale ricevendo l’apporto

delle vescichette e della prostata, che si contraggono insieme ai dotti efferenti; ed

espulsione dove le contrazioni dei muscoli dell’uretra permette di espellere l’eiaculato.

Risoluzione: si ha una rapidissima perdita dell’erezione e una più lento ritorno alle

dimensioni di riposo. Poi segue il periodo refrattario che varia da uomo a uomo.

• Descrivi i cambiamenti che avvengono a livello vaginale durante il ciclo

di risposta sessuale

Stato di riposo: canale “virtuale” visto che in questo stato è chiusa per ridurre al

minimo possibili infezioni.

Eccitazione: c’è un afflusso di sangue che provoca una serie di modificazioni e inizia la

lubrificazione e l’apertura del canale vaginale. Vi è tumescenza delle piccole labbra

che fuoriescono nelle nullipare a causa dell’apertura e del sollevamento delle grandi

labbra ed apertura dell’ostio vaginale mentre nelle pluripare vi è solo distensione

delle grandi labbra.

Plateau: la vasocongestione provoca la formazione della piattaforma orgasmica dove

si dilatano i circuiti circumvaginali, il 3° interno della vagina diventa un elemento di

sostegno per la penetrazione, si distanziano le pareti dei 2\3 interni, vi è un

allungamento del canale vaginale, vi è lubrificazione e c’è una rotazione del clitoride

che si ritrae. Poco prima dell’ orgasmo si ha cute sessuale delle piccole labbra.

Orgasmo: massima dilatazione, massima lubrificazione e contrazione dei muscoli

bulbocavernosi pubococcigei e perianali.

Risoluzione: scomparsa dell’ espansione vaginale e dell’aumento di volume delle

piccole labbra; discesa del clitoride nella posizione di riposo e scomparsa di cute

sessuale.

• Descrivi i cambiamenti che avvengono nei testicoli durante il ciclo di

risposta sessuale

Stato di riposo: pendono e sono flaccidi.

Eccitazione: per vasocongestione si inturgidiscono e aumentano di dimensioni, inoltre

si alzano e si abbassano più volte a causa della contrazione del muscolo cremasterico,

del muscolo darto e del funicolo spermatico.

Plateau-orgasmo: sono completamente sollevati.

Risoluzione: tornano alle dimensioni e allo stato iniziali, riabbassandosi.

• Descrivi i cambiamenti che avvengono nell’utero durante il ciclo di

risposta sessuale

Stato di riposo: la posizione normale dell’utero è di solito anteversa.

Eccitazione: si solleva per far spazio ai movimenti coitali.

Orgasmo: utero massima elevazione, si contrae anche se ciò non viene percepito

dalla donna.

Risoluzione: l’utero riscende in modo che la cervice possa appoggiarsi alla parte della

vagina dove è depositato il liquido seminale.

• Descrivi i cambiamenti che avvengono nelle mammelle durante il ciclo

di risposta sessuale

Stato di riposo: mammelle formate da capezzolo circondato dall’ aureola e dalle

ghiandole e dotti lattiferi.

Eccitazione: per vasocongestione aumentano nei seni più grandi le dimensioni, si

evidenziano le ramificazioni venose e vi è erezione dei capezzoli.

Plateau: tumescenza di tutta l’areola e di tutta la mammella cosicché i capezzoli

vengono sommersi dall’areola e non sembrano più eretti.

Risoluzione: la tumescenza cala rapidamente così che i capezzoli sembrano ancora in

posizione eretta non essendo più sommersi dall’areola, poi tornano alla forma di

riposo.

• Principali modificazioni genitali femminili durante l’eccitazione

C’è un afflusso di sangue che provoca una serie di modificazioni in tutti i genitali sia

interni che esterni. Inizia la lubrificazione e l’apertura del canale vaginale. Vi è

tumescenza delle piccole labbra che fuoriescono nelle nullipare a causa dell’apertura e

del sollevamento delle grandi labbra ed apertura dell’ostio vaginale mentre nelle

pluripare vi è solo distensione delle grandi labbra. Durante il plateau la

vasocongestione provoca la formazione della piattaforma orgasmica dove si dilatano i

circuiti circumvaginali, il 3° interno della vagina diventa un elemento di sostegno per

la penetrazione, si distanziano le pareti dei 2\3 interni, vi è un allungamento del

canale vaginale, vi è lubrificazione e c’è una rotazione del clitoride che si ritrae.

L’utero inizia a sollevarsi e vi è tumescenza delle mammelle ed erezione dei capezzoli.

Poco prima dell’ orgasmo si ha cute sessuale delle piccole labbra.

• Principali modificazioni genitali maschili durante l’orgasmo

Negli uomini, l’orgasmo, si suddivide in: emissione (sensazione di inevitabilità

dell’eiaculazione) dove lo sperma si racchiude nel bulbo uretrale ricevendo l’apporto

delle vescichette seminali e della prostata, che si contraggono insieme ai dotti

efferenti, ed espulsione, dove le contrazioni dei muscoli dell’uretra permettono di

espellere l’eiaculato. Durante l’orgasmo, i testicoli, grazie al lavoro del muscolo

cremasterico e del muscolo darto, sono al massimo del sollevamento e della

grandezza.

• Principali modificazioni genitali maschili durante l’eccitazione

Durante l’eccitazione, i corpi cavernosi e il corpo spugnoso si riempiono di sangue, il

che causa l’erezione; il sangue viene trattenuto e aumenta di pressione; la tunica

albuginea si ispessisce e si contrae contribuendo a mantenere il sangue ad alta

pressione. Troviamo un allungamento dell’uretra, un raddoppiamento del suo diametro

e un aumento di 3 volte del bulbo uretrale per consentire la fuoriuscita del liquido

spermatico. Le ghiandole di Cowper producono delle goccioline mucoidi chiare (liquido

spermatico). I testicoli si alzano e si abbassano indipendentemente l’uno dall’altro

grazie al lavoro del muscolo darto e del muscolo cremasterico.

• Principali modificazioni genitali femminili durante l’orgasmo

Nella fase di orgasmo l’utero è nella sua massima elevazione, la vagina nella sua

massima dilatazione, c’e un allungamento del recesso posteriore, si contraggono i

muscoli bulbocavernosi, pubococcigei e perianali. Si contrae anche l’utero, anche se

tali contrazioni non vengono percepite dalla donna.

• Percorso spermatozoi.

Tubuli seminiferi -> condotti efferenti -> epididimo (immagazzinamento e

maturazione) -> salgono attorno alla vescica dove incontrano le veschichette seminali

che danno il loro apporto di sostanze -> prostata -> dotti deferenti (eiaculatori) ->

uretra.

Ciclo di risposta sessuale

• Quali e quanti sono i differenti tipi di orgasmo femminile?

Per la Kaplan ci sono quattro tipi di orgasmo femminile: - assenza di orgasmo (donne

che non riescono a provare l’orgasmo in nessun modo); - orgasmo clitorideo (donne

che provano orgasmo solo con la stimolazione del clitoride); - orgasmo coitale

(l’orgasmo vaginale che si ha durante il coito); - orgasmo psichico (donne che sono in

grado di provare l’orgasmo senza nessun tipo di stimolazione fisica, usando solo la

fantasia).

• In che cosa si differenzia il ciclo di risposta sessuale presentato nel

DSM-IV da quello inizialmente proposto dalla Kaplan (1974)?

Il DSM-IV accetta la suddivisione trifasica della Kaplan ma aggiunge anche la

risoluzione che lei aveva scartato perché sosteneva non vi era nessuna risposta in

questa fase per includerla nel ciclo di risposta sessuale. il DSM sottolinea come vi è

rilassamento muscolare e benessere generale.

• In che cosa si differenzia il ciclo di risposta sessuale presentato nel

DSM-IV da quello inizialmente proposto da Masters e Johnson (1966)?

La differenza sta nel fatto che Masters e Jhonson avevano suddiviso il ciclo di risposta

sessuale in riposo, eccitazione, plateau, orgasmo e risoluzione mentre il DSM include il

desiderio e accorpa eccitazione e plateau perché come diceva la Kaplan differiscono

dal punto di vita quantitativo e non qualitativo. Cosi il suo ciclo diventa: desiderio,

eccitazione, orgasmo e risoluzione.

• Che tipo di soggetti hanno usato M&J per il loro studio sulla risposta

sessuale?

I soggetti dello studio pilota erano persone derivanti dalla prostituzione. Per lo studio

sperimentale sono stati usati uomini e donne di tutte le età. Questo campione non è

rappresentativo perché si sono presentati volontariamente e le loro caratteristiche

erano: erano volontari, avevano un livello di intelligenza ed uno stato socio-economico

più alto della media, dovevano essere capaci di riportare le proprie reazioni, dovevano

esserci assenze di anomalie socio-sessuali (solo eterosessuali) e ci dovevano essere

assenze di patologie genitali o di alterazioni anatomiche.

• Che utilità hanno avuto i soggetti provenienti dal mondo della

prostituzione nello studio di M&J?

Sono stati utili per condurre lo studio pilota dove si vede se la procedura scelta è

adeguata per misurare quello che intendo misurare. Inoltre sono stati utili per studiare

gli strumenti per gli organi sessuali femminili che, essendo interni, non i potevano

facilmente studiare dall’esterno.

• Per quali motivi il modello di ciclo di risposta sessuale proposto da M&J

è innovativo?

È innovativo perché è il primo lavoro che si basa sulle osservazioni dirette e non su

interviste come si era fatto finora ed inoltre si concepisce la risposta sessuale come un

ciclo diviso in fasi e non come una risposta unica, come sempre creduto.

• In che cosa si differenzia il ciclo di risposta sessuale maschile da quello

femminile secondo il DSM-IV?

Si differenzia nella presenza nei maschi del periodo refrattario, dove essi sono

fisiologicamente refrattari a ulteriori erezioni o orgasmi mentre le femmine possono

essere in grado di rispondere a nuove stimolazioni quasi immediatamente.

• Principali differenze tra i cicli di risposta sessuale proposti da Masters

e Johnson e dalla Kaplan.

Le principali differenze sono che nel ciclo di riposta sessuale della Kaplan troviamo il

desiderio, che non vi è in quello di M&J a causa dell’impossibilità di studiarlo con gli

strumenti a loro disposizione; inoltre la Kaplan accorpa eccitazione e plateau poiché

differiscono sotto il punto di vista quantitativo e non qualitativo; infine la Kaplan non

include la risoluzione nel suo ciclo poiché sostiene che non vi sono risposte fisiologiche

in tale fase.

• Perché il campione studiato da Masters e Johnson (1966) proveniente

dal mondo della prostituzione non è stato considerato adeguato dagli autori

per gli studi fisiologici successivi?

Perché a causa della loro professione queste persone erano soggette a patologie

croniche della zona pelvica-genitale, patologie che le rendevano persone non

“normali”. L’altro motivo è che queste persone tendenzialmente nomadi e non erano

disponibili per lunghi periodi di tempo, mentre lo studio era di tipo longitudinale, della

durata di 11 anni.

Embriologia

• Che sostanza provoca la differenziazione in senso maschile delle

gonadi embrionali?

Testosterone.

• Che sostanza provoca la differenziazione in senso femminile dei

genitali interni?

Estrogeni e progesteroni.

• Sviluppo embrionale dei genitali interni maschili.

Dalla settima settimana di gestazione le cellule del Sertoli situate nel testicolo

embrionale iniziano a produrre il fattore antimulleriano che provoca la regressione dei

dotti di Muller. Dall’ottava settimana le cellule di Leyding situate nel testicolo

embrionale iniziano a produrre testosterone che provoca lo sviluppo dei dotti di Wolff,

da cui deriva l’apparato interno maschile: l’epididimo, i vasi deferenti, le vescichette

seminali e i dotti eiaculatori.

• Sviluppo embrionale dei genitali interni femminili

Nella femmina anche in assenza di gonadi i dotti di Wolff regrediscono: dai dotti di

Muller deriva l’apparato interno femminile: l’utero, le tube e i due terzi interni della

vagina.

• Sviluppo embrionale dei genitali esterni maschili

Dalla settima settimana di gestazione le cellule del Sertoli situate nel testicolo

embrionale iniziano a produrre il fattore antimulleriano che provoca la regressione dei

dotti di Muller. Dall’ottava settimana le cellule di Leyding situate nel testicolo

embrionale iniziano a produrre testosterone che fa si che dal tubercolo genitale derivi

il pene, dalle pieghe uretrali l’uretra e dalle pliche labio-scrotali lo scroto.

• Sviluppo embrionale dei genitali esterni femminili

Nella femmina anche in assenza di gonadi i dotti di Wolff regrediscono. L’apparato

esterno femminile si forma: dall’seno urogenitale origina il terzo esterno della vagina,

dal tubercolo genitale il clitoride, dalle pieghe uretrali l’uretra e le piccole labbra e

dalle pliche labio-scrotali le grandi labbra.

• Quanti e quali sono le accezioni scientifiche del termine sesso?

1) Sesso gametico; 2) sesso gonadico; 3) sesso genitale; 4) sesso encefalico; 5)

sesso psichico.

Endocrinologia

• La pubertà maschile dal punto di vista endocrinologico

Nei maschi gli ormoni prodotti in maggiore quantità sono gli androgeni, che

determinano l'aumento della statura e della muscolatura, l'abbassamento del timbro

della voce, l'aumento del volume del pene e dei testicoli e la comparsa

dell'eiaculazione.

• La pubertà femminile dal punto di vista endocrinologico

Nelle femmine gli ormoni sessuali più abbondanti sono gli estrogeni. Sono questi a fare

aumentare di volume il seno e a determinare l'aumento delle secrezioni della vagina.

Tuttavia vengono prodotti anche altri ormoni, tra cui gli androgeni, che sono

responsabili della crescita della peluria pubica e ascellare. Gli steroidi sessuali

provocano un rapido aumento staturale e l’aumento del cingolo pelvico.

• Differenze nella produzione ormonale dell’ipotalamo in maschi e

femmine

L’ Ipotalamo secerne messaggeri ormonali che in seguito interagiscono diversamente

nella produzione degli ormoni sia del testosterone maschile che del progesterone e

degli estrogeni femminili.

• Quali sostanze vengono prodotte durante l’orgasmo e qual è la loro

funzione?

Vengono prodotte endorfine che danno il senso di piacere e benessere anche nel post

ed ossitocine, che si ritiene generi sensazioni affettive, protettive e di benessere che si

manifestano anche nell'ambito della coppia innamorata, di cui rafforza soprattutto la

componente emotiva dell'innamoramento.

• Interazione tra testosterone e comportamento

Inizialmente si credeva che il testosterone favoriva l’aggressività, il rischio, l’egoismo

e la propensione alla violenza. Studi più recenti hanno dimostrato come invece il

testosterone sarebbe alla base di comportamenti di tutt’altro tipo come gentilezza,

fair-play e persino genialità. i livelli di testosterone hanno un ruolo fondamentale per

quanto riguarda la fertilità, la buona salute e la vitalità; contribuisce a garantire la

fertilità, in quanto agisce sulla maturazione degli spermatozoi nei testicoli. Inoltre

influenza qualità e quantità dello sperma prodotto.

• Effetti degli estrogeni e del progesterone sul comportamento sessuale

Provocano libido e reattività sessuale.

• Quali sono i principali effetti fisiologici dei progestinici nella femmina?


ACQUISTATO

3 volte

PAGINE

15

PESO

35.74 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in psicologia dinamica clinica e di comunità
SSD:
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher fedibolo90 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia della sessualità e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Panzeri Marta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea magistrale in psicologia dinamica clinica e di comunità

Dalla pediatria alla psicoanalisi, Winnicot , 1975, 1991
Dispensa
Psicologia dello sviluppo - Io transazionale - Appunti
Appunto
Psicologia clinica e di comunità - Bronfenbrenner
Appunto
Dilemmi identità
Dispensa