Che materia stai cercando?

Psicologia dell'adolescenza – Analisi comportamento

Appunti di Psicologia dell'adolescenzaAnalisi comportamento. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Analisi e terapia del comportamento, Nell'infanzia e nell'adolescenza, Formismo, Meccanicismo, Organicismo, Contestualismo, Watson,... Vedi di più

Esame di Psicologia dell'adolescenza docente Prof. R. Larcan

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

analisietarapiadelcomportamento

conoscenza sul piano storico siano imp per la comprensione risulta inefficiente

sul piano operativo. Risulta essenziale la collaborazione del paziente.

Ogni appr che si attua per tentativi ed errori ha come base il comp operante

ossia il comp considerato come variabile controllata da stimoli rinforzanti. La

ricerca si è concentrata su:

1. Paradigma dei riflessi condizionati che comprende gli appr dovuti alla

sostituzione di stimoli; riguarda per ex l'esperienza emotiva del bambino;

2. Categoria delle risposte strumentali.

Thorndike è stato il primo a studiare le condizione in cui vengono apprese le

risposte spontanee non riflesse; egli formulò la nota "legge dell'effetto". Fu

però Skinner a precisare il concetto di operante che si riferisce ad una classe

di risposte la quale si caratterizza in termini di probabilità di comparsa.

Vantaggi del metodo operante:

* Possibilità dello studio intensivo di sogg singoli;

* Facilità di controllo della situazione sperimentale

* Scarsa influenza delle risposte ripetitive

* Obbiettività delle misure di valutazione

* Definizione operazionale dei termini

* Osservazione e misurazione obbiettiva con possibilità di registrazione

automatiche.

* Possibilità di studiare il comp in bimbi molto piccoli con cui è improponibile

pensare di ottenere collaborazione.

Tre sono i possibili orientamenti nella controversia natura-cultura:

1. Punto di vista maturazionale: lo sviluppo psicologico è rigidamente

determinato dallo sviluppo organico (Gesell).

2. Costruttivista: lo sviluppo è funzione della maturazione biologica e

dell'attività del sogg (Piaget).

3. Comportamentale: (Staats e Bandura) l'importanza delle stimolazioni

ambientali non è solo maturativa ma formativa.

L'ambientalismo comportamentale non può prescindere tuttavia dalla base

biologica. Sono però i problemi di appr ad essere all'origine di quelli di comp;

l'intervento educativo deve allora prevedere di insegnare ad utilizzare gli

stimoli con una modalità diversa a seconda della diversità indotta nei processi

di appr da un funzionamento neurobiologico modificato dall'handicap. Da un lato

l'implementazione dell'hardware ossia la maturazione biologica; dall'altro le

possibilità del software ossia le leggi dell'appr; al centro le procedure di

adattamento di queste al tipo di processore biologico posseduto dal soggetto.

Inizialmente si tratta di individuare un'eventuale differenza nel modo di capire

dei soggetti con ritardo rispetto ai "normali"; a livello sperimentale la

comprensione viene osservata come capacità di appr (vedi Hull). Tra i due tipi

di sogg la differenza risulta essere di grado non qualitativa. In generale poi

soggetti di eguale età cronologica si differenziano nell'acquisizione di

risposte condizionate e maggiormente per la resistenza all'estinzione quando si

è in presenza di un ritardo di natura organica. Anche i sogg con ritardo

mentale risultano capaci di apprendere ad apprendere (learning set, Harlow).

1. Gerarchie naturali = si vuole portare i sogg con ritardo ad un learning set;

si tratta di determinare quanto possa capire;

2. Fading = produce generalizzazione di una risposta mediante attenuazione dello

stimolo guida e consiste nel controllare un comp in condizioni più favorevoli di

quelle usuali per trasferirlo gradualmente in esse.

3. Modeling = correlato dell'imitazione introdotta da Bandura.

4. Chaining = tecniche di concatenamento che permettono di realizzare appr di

comp complessi attraverso una sequenza fissa di passi;

5. Shaping = modellaggio, ossia tecnica di modificazione del comp per

approssimazioni successive al comp meta.

Obbiettivo educativo fondamentale è insegnare abilità e conoscenze che

permettano di agire consapevolmente cioè nel rispetto dei valori etici e

culturali del gruppo sociale: insegnare autonomia ed autocontrollo. Utilissimo

sono i metodi che utilizzano dei rinforzi: non c'è da badare a quei pregiudizi

che vedono il rinforzo come un artificio strumentalizzato per controllare. Un

modo efficace per guidare l'individuo verso l'autonomia è la contrattazione

delle contingenze di rinforzo, o sistema di economia simbolica ("token

economy").Per quanto diffusa in ambito scolastico almeno, non risulta applicata

correttamente tenendo in scarsissima considerazione la parte dello studente come

Pagina 2

analisietarapiadelcomportamento

parte contraente. Rispetto a generici programmi di rinforzo qui si prevede il

ricorso a rinforzatori condizionati, generalizzati e simbolici; alla stregua del

denaro consentono l'accesso ad una varietà di rinforzatori. Il rinforzatore

simbolico deve essere consegnato subito dopo il comp corretto e lo scambio con

un vero rinforzatore deve differire nel tempo. Vantaggi:

* poiché i token sono rinforzatori generalizzati difficilmente il sogg se ne

sazierà;

* imparando ad usare i token anzi il sogg imparerà ad aspettare e a scegliere e

a spendere bene;

* con questo metodo si possono rinforzare catene di comp senza interromperli.

In caso di insuccesso si può usare una tecnica come il "costo della risposta"

che prevede una sorta di multa con sottrazione di token.

La token economy permette di modificare comp tipo:

* Comp disadattativi di natura sociale

* Comp accademici scorretti

* Comp psicotici

Passi procedurali:

1. Identificazione del comp target

2. Rilevazione della baseline

3. Individuazione dei rinforzatori di sostegno

4. Selezione del tipo di token più appropriato

5. Procedure specifiche per l'attuazione del prg

Un'obiezione molto comune è che il metodo funzioni solo finché resti in

funzione, ma ciò è falso se si pone la giusta cura al delicato momento della

generalizzazione quasi uno svezzamento dai token con modalità centrate

sull'intermittenza; graduale decremento del numero di comp che meritano token;

scambi dei token meno frequenti; trasferire il controllo dell'erogazione dei

token ai sogg stessi.

Area della patologia del linguaggio:

insegnamento incidentale = l'adulto focalizza l'attenzione del bambino

chiedendogli di emettere un espressione verbale riferita all'ogg scelto; si

tratta di uno strumento potente per arricchire il linguaggio spontaneo e

corregerlo; essenziali sono setting ricchi di stimoli e l'attuazione casuale

durante il giorno.

Solitamente è necessario programmare training che permettano al sogg di

rispondere alle domande in assenza di cue: prerequisito fondamentale per tale

acquisizione è la capacità di stabilire la relazione tra l'azione ed il nome.

Già Skinner notò come prima il bimbo impari a comprendere e solo in seguito a

produrre.

Un caso ( p.106.

Una caratteristica delle interazioni verbali è la capacità di porre e rispondere

alle domande; prima i bambini imparano a rispondere; utilizzano le cosiddette

wh-questions.

Oggi i ricercatori sono incoraggiati a sviluppare metodi di ricerca più

naturalistici: l'insegnamento ambientale comprende in realtà varie tecniche.

È dimostrato come con le normali tecniche di intervento gli insegnanti

elementari non riescano ad ottenere risultati nella correzione dell'uso di

dialettalismo nei dettati. La ricerca in questione dimostra l'efficacia di un

approccio basato sul modeling o apprendimento per imitazione, che riveste un

ruolo importante anche nella riduzione di errori nelle risposte presenti. Di

rilievo gli studi sul fenomeno dei modelli sequenziali a spirale messi in atto

dai genitori quando ripetono le verbalizzazioni del bambino in forma corretta.

Un caso ( p.125.

Una definizione corretta di iperattività è estremamente difficile: è stata

definita come sindrome ipercinetica con iperattività disorganizzata, oppure

rientra in quadri nosografici diversi come nel DSM-IV o nel WHO

(=classificazione internazionale dei disturbi psichici); la risposta del

disturbo alle anfetamine fa pensare ad uno scarso controllo corticale sulla

sostanza reticolare ascendente per cui verrebbe meno la selettività con

conseguente iperstimolazione corticale. Con questi sogg è difficile trovare

rinforzatori appropriati. Gli obbiettivi primari sono sviluppare un'inibizione

reattiva e realizzare una situazione di controllo stabile dello stimolo; diverse

le tecniche possibili:

* Pratica negativa, come la ripetizione del comp sino alla saturazione

* Modellaggio, intervenendo con il rinforzo

* Modellamento, attraverso l'imitazione

Pagina 3


PAGINE

5

PESO

20.22 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Psicologia dell'adolescenzaAnalisi comportamento. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Analisi e terapia del comportamento, Nell'infanzia e nell'adolescenza, Formismo, Meccanicismo, Organicismo, Contestualismo, Watson, ecc.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in teorie della comunicazione e dei linguaggi
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia dell'adolescenza e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Larcan Rosalba.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia dell'adolescenza

Psicologia dell'adolescenza – Palmonari
Appunto
Psicologia dell'adolescenza – Teorie
Appunto
Psicologia dell'adolescenza – Adolescenza
Appunto
Psicologia dell'adolescenza – Comportamento disadattivo
Appunto