Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Con l’eccezione del MELANOMA NODULARE, le caratteristiche di crescita

degli altri sottotipi sono di “crescita radiale” senza potenzialtà

metastatiche mesi od anni prima dell’invasione del derma

MELANOMA A CRESCITA RADIALE

-Tipo più comune di melanoma (70%)

-TRONCO ( maschi e femmine), GAMBE (femmine)

30-50 anni

-Lesione piatta o leggermente elevata, pigmentata

(nero, blu, rosa, bianco)

-Generalmente > 6 mm di diametro

-Margini asimmetrici ed irrregolari

MELANOMA NODULARE

15-30 % dei casi

-Gambe e tronco

-Crescita rapida (settimane o mesi)

-Papula scura (marrone o nera) o nodulo a cupola

-Può essere amelanotico

-Può non presentare i segni ABCDE

-Ulcerazione e sanguinamento

LENTIGO MALIGNA MELANOMA

4-14 % dei melanomi cutanei

-Testa , collo e braccia

(cute con danni da irraggiamento solare o costituzione chiara)

-Età media: 63 anni

-Crescita lenta: 5-20 anni

5-8 % origina da una precedente lesione

(lentigo maligna)

-In situ: > di 3 cm in diametro.

L’invasione del derma è caratterizzata dallo sviluppo di

noduli rilevati o lesioni maculari scure

MELANOMA LENTIGGIOSO ACRALE

-Forma meno frequente di melanoma (2-8 %)

29-72 % dei melanomi in pazienti con cute pigmentata

(afro-americani, ispanici)

-Generalmente la diagnosi è tardiva

-Palmo della mano, pianta del piede, sotto la piattaforma ungueale

-Diagnosi differenziale: nevo melanocitico giunzionale

VARIANTI RARE di MELANOMA

-DESMOPLASTICO / NEUROTROPICO

-NEVO BLU MALIGNO

-MELANOMA “LENTIGGINOSO”

-MELANOMA in nevo gigante congenito

-MELANOMA DEI TESSUTI MOLLI

(sarcoma a cellule chiare)

MELANOMA AMELANOTICO

-Colore rosa

-Frequentemente compare nell’ambito di un

melanoma nodulare

-Presumibilmente dovuto alla incapacità delle cellule

scarsamente differenziate di produrre pigmento

ESAMI di LABORATORIO e

WORKUP INIZIALE

-Esame obiettivo

-Biopsia del linfonodo sentinella

(per neoplasie con profondità > 1 mm)

-Livelli di lattato deidrogenasi (LDH)

-Livelli sierici di Proteina S-100

-Test di funzionalità epatica

-Radiografia del torace

-PET (Tomografia ad emissione di positroni)

-Bone scanning

-MRI

ESAME ISTOLOGICO

-SPESSORE della NEOPLASIA

(Profondità secondo Breslow)

-LIVELLO ANATOMICO di INVASIONE

(Livello di Clark)

-PRESENZA di ULCERAZIONI

-PRESENZA di MITOSI

-REGRESSIONE

-INVASIONE di VASI LINFATICI o

coinvolgimento di VASI SANGUIGNI

-RISPOSTA IMMUNITARIA

(Linfociti infiltranti la neoplasia)

IMMUNOISTOCHIMICA

-PROTEINA S-100

-HOMATROPINE METHYLBROMIDE 45 (HMB 45)

-Ki67


PAGINE

31

PESO

1.46 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni)
SSD:
Università: Cagliari - Unica
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher nunziagranieri di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Patologia generale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cagliari - Unica o del prof Montaldo Caterina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Patologia generale

Patologia generle - la fisiopatologia del fegato
Appunto
Patologia generale - la steatosi
Appunto
Patologia generale - la fisiopatologia del cuore
Appunto
Patologia generale - l'angina pectoris
Appunto