Che materia stai cercando?

Modulo diritti umani

Questo appunto riporta una rielaborazione delle lezioni e dei testi consigliati dal Prof. Carlo Cardia, relativamente al corso di Filosofia del Diritto tenutosi nell'anno accademico 2006 per le lauree triennali.
Si troverà un'esposizione schematica degli argomenti affrontati nell'ambito del modulo relativo ai diritti... Vedi di più

Esame di Filosofia del Diritto docente Prof. C. Cardia

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

A P P U

N

T I D

I F

I L O

S

O

F

I A D

E

L D

I R I

T

T O

M

O

D

U

L O D

I R I

T

T I U

M

A N

I

1

. I N T

R O

D U Z

I O

N E

 Dir. umano nasce dopo che è stato negato.

 Dir. umani affermati con le rivoluzioni.

 Evoluzione implica anche regresso e contraddizioni.

 Dir. umani insiti nell’uomo (naturali), ma sorgono a seconda dell’epoca storica (storicità).

 Oggi diritti sempre nuovi, seguono progresso, in alcuni Stati si devono ancora affermare (es.

Islam).

 Democrazia presupposto per loro affermazione.

2

. L E R

I V

O

L U Z

I O N

I D E

L L ’

E

P O

C A M

O

D E

R

N A

1° RIVOLUZIONE INGLESE (1640-1660)

 Caratterizzata da violenza, spargimenti di sangue e guerra civile.

 Storia: re vuole governare da solo, scioglie il Parlamento, fa arrestare, vuole dare alla

Chiesa la proprietà della gentry. Nel 1640 Parlamento insorge, Re processato e ucciso da

minoranza; Parlamento monco con Cromwell al potere che fa assemblea devoti

(DITTATURA). A sua morte Carlo II richiamato a regnare tenendo validi decreti Carlo

I: riv. Come cancellata.

 Genera disgusto nella popolazione, mal ricordata da inglesi, Cromwell non è eroe.

2° RIVOLUZIONE INGLESE (1689)

 Detta la Gloriosa per i suoi esiti positivi, neanche una goccia di sangue.

 Storia: Scintilla è sempre re che vuole governare da solo, paura del parlamento, timore

restaurazione cattolica. A processo re sconfitto, vince Parlamento e lui fugge in Francia.

che avesse abdicato, viene chiamato Guglielmo d’Orange che firma Bill of

Si fa finta

Rights. NASCE MONARCHIA COSTITUZIONALE.

 Bill of Rights: codificazione dei diritti umani, principio di legalità, terzietà del giudice,

dell’assolutismo, vittoria del parlamento.

bilanciamento dei poteri (2 camere e Re). Fine

Nasce da Habeas Corpus Act del 1679 e Magna Charta Libertatum del 1215.

 Grandezza Riv. Inglese: innovazione nella continuità, preservare la tradizione

(monarchia) adeguandosi alle esigenze della società che cambia (affermazione

borghesia).

RIVOLUZIONE AMERICANA (1776-1783)

 Storia: colonie americane si dichiarano indipendenti da madrepatria, lotta di

emancipazione, parte da questione fiscale (tasse sul te, no rappresentazione in

parlamento), Inghilterra mantiene buoni rapporti con USA, soprattutto commerciali,

si limita a riconoscere situazione di fatto.

 Condizione USA: caratterizzata da melting pot, no religione o classe dominante, non

c’è stato medioevo, nativi sterminati, popolo di avventurieri, dissidenti, esiliati

politici.

 Novità Riv. e Costituzione americana: codificazione dei diritti umani (american

dream; libertà, uguaglianza, principio legalità, difendersi con le armi),

bilanciamento dei poteri (Congresso = espressione del popolo, Senato = potere

degli Stati, Presidente eletto dal popolo, esecutivo, libero nella difesa e politica

estera, legato al Congresso per economia e politica interna, no eletto per più di due

mandati ). Scarsa fiducia nel legislatore: è umano può sbagliare, costituzione

sempre modificabile, poteri e leggi sottomessi a Costituzione (ruolo di vigilanza).

RIVOLUZIONE FRANCESE (1789)

 Storia: 1° fase = 1789-1791 (abbattimento ancièn regime, nasce cittadino,

’89, fase simile alla Gloriosa), 2° fase = fino a 1793 (periodo

codificazione diritti del

terrore, della violenza, Costituzione del 1793), 3° fase = fino a 1795 (Costituzione

con inizio imperialismo napoleonico).

 Elementi Riv. francese: totale abbattimento del passato, uso estremo della

violenza, affermazione logica amico-nemico, fiducia totale nel legislatore

espressione della volontà generale del popolo (infallibile, illuminato, non è soggetto

a nessuna costituzione), nasce cittadino, utopia società perfetta, diritti umani

(civili e anche sociali).

 dell’uomo, abbozzo di diritti sociali

Costituzione 1791: libertà e diritti fondamentali

(istruzione pubblica).

3

. C O

N T

R A

D D I Z

I O

N

I O

C C I D E N

T E

SCHIAVITU’ USA

 Abolita formalmente (XIII emendamento) solo nel 1865 da A. Lincoln a seguito della guerra

di secessione.

 1° Sentenza Corte Suprema (1857): caso di uno schiavo nero emancipato che chiede

cittadinanza americana, negata. Occasione per ribadire soggezione completa dei neri ai

bianchi, termini offensivi (inferiori, stupidi, selvaggi…), se la Costituzione sembra estendere

era scontato che chi l’ha fatta volesse escludere i neri.

a tutti i diritti è solo apparenza,

Esposta anche condizione degli indiani: emigranti in casa propria, riconosciuto onore delle

armi, se diventano sedentari e si integrano in società bianca assumono pieno diritto. Ma

questo è distruggere la loro identità e dignità di cacciatori, pescatori nomadi, pochi lo fanno,

gli altri finiscono nelle riserve. (citazione De Tocqueville).

 2° Sentenza Corte Suprema (1896): schiavitù ormai abolita, giustificare razzismo. Elemento

società, nell’animo umano, condizione di fatto, la legge non può farci nulla.

radicato nella

 tratta dei neri d’Africa, commercio triangolare, piantagioni del Sud.

Nascita schiavitù:

Considerati inferiori da Gesuiti (articolo denigratorio), Chiesa benedice schiavitù con scopo

di evangelizzazione. Quando si pronuncia contro maltrattamenti indigeni sud America è

ignorata.

APARTHEID

 Usa: conseguenza diretta della schiavitù, nonostante abolizione formale, la situazione di

fatto dei neri rimane inferiore, ostilità radicata nella società.

 Sud Africa: vera e propria codificazione del razzismo con leggi assurde (vietati matrimoni

misti, patenti di razze, divieti di utilizzare i servizi dei bianchi, divisione delle zone…),

abolita solo nel 1994. La giustificazione è che i boeri (contadini olandesi) dovevano

difendersi dai troppi barbari e pagani.

SOVRANITA’ POPOLARE

 Nonostante codificazione diritti umani non tutti a avevano diritto di voto.

 Poteva votare solo chi aveva proprietà: ideologia di Locke, chi aveva cultura (Constant) e

non le donne.

 Chi esercitava il voto era pieno cittadino, gli altri erano passivi o consociati (Kant).

 Giustificazione: giustezza (non mettere sullo stesso piano un uomo di cultura con un

contadino) e naturalità (donna inferiore per natura).

CONDIZIONE DELLA DONNA

 Sottomessa all’uomo in tutte le epoche e in tutte le classi sociali. Ha raggiunto

l’emancipazione solo in epoca recentissima, dopo 1° guerra mondiale (donne si erano

agli uomini nell’amministrazione della casa, del lavoro, andavano

sostituite anche al fronte).

 Concezione donna: per Hegel esiste una divisione naturale di compiti tra uomo e donna, per

la donna deve servire e soddisfare l’uomo, per

Fichte Kant è come un minore, incapace per

natura. Per Feuerbach differenza sessuale anche nel midollo, Marx ed Engels vedono sua

emancipazione con ingresso nel mondo della produzione. L’inferiorità della donna poggia su

un elemento antropologico, si fa discendere dalla natura (donna meno intelligente, scopo

procreativo), anche economico (lavora solo uomo, donna non in grado).


PAGINE

7

PESO

645.00 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Questo appunto riporta una rielaborazione delle lezioni e dei testi consigliati dal Prof. Carlo Cardia, relativamente al corso di Filosofia del Diritto tenutosi nell'anno accademico 2006 per le lauree triennali.
Si troverà un'esposizione schematica degli argomenti affrontati nell'ambito del modulo relativo ai diritti umani.
In particolare gli argomenti trattati sono i seguenti:
- le Rivoluzioni Inglesi
- Rivoluzione Francese
- Rivoluzione Americana
- Le contraddizioni dell'Occidente
- I grandi totalitarismi del Novecento


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dei servizi giuridici
SSD:
A.A.: 2006-2007

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia del Diritto e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Cardia Carlo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Filosofia del diritto

Riassunto esame Filosofia del Diritto, prof. Resta, libro consigliato La certezza e la speranza
Appunto
Filosofi e diritti umani - Intero corso
Appunto
Filosofia del diritto - il diritto fraterno
Appunto
Filosofia del diritto - la dottrina del positivismo giuridico - Appunti
Appunto