Che materia stai cercando?

Medicina di laboratorio – Infezioni vie urinarie Appunti scolastici Premium

Appunti di Medicina di laboratorioInfezioni vie urinarie. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Il catetere vescicale è la causa più frequente di infezioni urinarie postoperatorie, nonostante l'impiego di sistemi di raccolta chiusi. E richiesta una cura quotidiana del catetere... ecc.

Esame di Medicina di laboratorio docente Prof. T. Currà

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

INFEZIONI DELLE VIE URINARIE

Una volta che il patogeno viene identificato, nella

maggior parte dei pazienti l'urina diviene sterile con

una terapia antibiotica mirata e un periodo

relativamente breve di cateterizzazione vescicale

postoperatoria. In qualche caso il germe responsabile

non viene identificato; se il sospetto di

coinvolgimento delle vie urinarie è consistente è

opportuno considerare la presenza di un'infezione

nosocomiale da particolari microrganismi, quali lo

pseudomonas, o da miceti

INFEZIONI DELLE VIE URINARIE

Una infezione urinaria refrattaria alla terapia o che

recidiva rapidamente dovrebbe rappresentare un

segnale d'allarme circa eventuali problemi meccanici,

spesso ostruttivi, che possono promuovere

l'infezione. Più del 35% dei pazienti con infezioni

urinarie persistenti o recidivanti, nonostante cicli

ripetuti di antibiotici, presenta malformazioni del

parenchima renale o dell'uretere.

INFEZIONI DELLE VIE URINARIE

Per i pazienti con infezioni urinarie recidivanti un esame

ecografico sovrapubico o transrettale è fondamentale; la

nefrostomia percutanea realizzata tempestivamente puÚ

rappresentare un intervento salvavita in caso di una sepsi da

ostruzione delle vie urinarie. La conferma diagnostica di

idronefrosi in un paziente con infezioni urinarie recidivanti.

soprattutto dopo procedure chirurgiche a livello dello scavo

pelvico, indica il posizionamento di una endoprotesi temporanea

o il reimpianto dell'uretere leso. In caso di litiasi ostruente è

indicata la rimozione del calcolo con ESWL o per via chirurgica;

in caso di prostatite o vescicolite la diagnosi deve essere

perfezionata con la coltura del secreto uretrale ottenuta per

spremitura o tramite tampone, e la terapia impostata sulla base

dei risultati ottenuti.


PAGINE

7

PESO

23.13 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Medicina di laboratorio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Currà Tiziana.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Medicina di laboratorio

Medicina di laboratorio – Esami del Sangue
Appunto
Medicina di laboratorio
Appunto
Medicina di laboratorio – Ipovitaminosi
Appunto
Medicina di laboratorio – Malattie renali
Appunto