Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

PIL: valore di mercato di tutti i beni e servizi finali prodotti in un paese in un determinato

intervallo di tempo

Identità del PIL: C(consumi)+I(investimenti)+G(spesa pubblica)+NX(esportazioni nette

cioè esportazioni – importazioni)

PIL nominale: produzione di beni e servizi valutata a prezzi correnti

PIL reale: produzione di beni e servizi valutata a prezzi costanti

Deflatore del PIL: misura del livello dei prezzi calcolata cme rapporto percentuale tra PIL

reale e nominale. Ci dice quanta parte della crescia del PIL nominale è attribuibile a

variazioni di prezzo invece che a variazioni di produzione.(P1 X1/P0 X0)il paniere su cui si

fonda cambia automaticamente nel tempo.

Indice dei prezzi al consumo(IPC): misura del costo complessivo dei beni e dei servizi

acquistati dal consumatore tipo(P1 X0/ P0 X0)fonda su un paniere costante di beni e servizi

Problemi dell’ IPC:1)distorsione da sostituzione; 2)introduzione di nuovi beni;

3)impossibilità di misurare le variazioni qualitative.

Tasso d’inflazione: variazione percentuale del livello dei prezzi da un anno a l’altro

Indicizzazione: correzione automatica, per legge o per contratto, degli effetti dell’inflazione

sul valore della moneta

Tasso d’interesse nominale: tasso di interesse come viene abitualmente riferito senza

alcuna correzione degli effetti dell’inflazione(misura il tasso di crescita della Q di moneta

nel tempo)

Tasso d’interesse reale: tasso d’interesse depurato dagli effetti dell’inflazione(misura il

tasso di crescita del potere d’acquisto della moneta nel tempo)dipende dalle opportunità di

investimento e dalla pazienza o meno che i consumatori hanno nei loro investimenti

Funzione di produzione: y=A(tecnologia)funzione di [L,K(capitale fisico),H(capitale

umano),N(Risorse naturali)]

Per far aumentare la produttività è possibile far aumentare il capitale Fisico. E’ necessario

investire, gli investimenti provengono dal risparmio Investimento estero diretto:

investimento posseduto e gestito da un soggetto straniero

Investimento estero di portafoglio: investimento finanziato con denaro estero am gestito da

residenti.

Effetto di convergenza: un paese con una dotazione di capitale + bassa ha maggiri

probabilità di crescita rispetto ad un paese con dotazione di capitale + alto.

Rendimenti decrescenti: la proprietà in forza dela quale il beneficio che si ricava da un’unità

aggiuntiva di un fattore produttivo diminuisce al crescere della quantità disponibile del

fattore stesso.

MERCATI FINANZIARI: Istituzioni finanziarie attraverso le quali i risparmiatori

possono finanziare direttamente i mutuatari. Ha anche il compito di trasferire i fondi da un

anno all’altro e di consentire più libertà nei programmi di consumo degli individui.

Identità del PIL: y= C+I+G+NX(ma questi sono 0)y-C-G=Iy-C-G=SS=I

S=y-C-G-T+TS=(y-C-T)+(T-G)Y-C-T=Sprivato;T-G=SpubblicoS: risparmio

aggregato è uguale al risparmio privato + risparmio pubblico

Se T-G>0(avanzo di bilancio)

Se T-G<0(disavanzo di bilancio)

Obbligazioni: certificato di debito

Azione: titolo rappresentativo di una quota di proprietà di una società

Indice azionario: valore medio delle quotazioni di un gruppo di titoli

Area del risparmio gestito: Fondi comuni di investimento: istituzione finanziaria che

vende ai risparmiatori quote di un portafoglio diversificato di azioni e obbligazioni.

Rendimento(finanziario):2 componenti: 1)flusso(interessi e dividendi);2)plusvalenza/

minusvalenza(viene percepita solo se l’investitore vende il proprio titolo)

R= F+P(iniziale)-P(finale)/P(iniziale)

All’aumentare del rischio dei titoli aumenta il rendimento atteso.

Mercato dei fondi mutuabili:

L’offerta proviene dagli individui che hanno un reddito eccedente alle proprie necessità di

consumo e che desiderano risparmiare e rendere disponibili i propri risparmi per i prestiti,

La Q offerta aumenta al crescere del tasso d’interesse. La curva di Offerta è inclinata verso

l’alto

La domanda proviene da imprese e famiglie che desiderano farsi finanziare un investimento

La Q domandata diminuisce all’aumentare del tasso d’interesse. La curva di domanda è

inclinata verso il basso.

Il tasso d’interesse è il prezzo dei prestiti: somma che paga il mutuatario+somma che il

risparmiatore riceve. Nel lungo periodo la D e l’O si aggiustano in base ai prezzi, nel breve

periodo invece dipende dal tasso di interesse

Spiazzamento:contrazione dell’investimento provocata dal ricorso all’amminstarzione

pubblica ai mercati finanziari per finanziare il proprio disavanzo.Graficamente è

rappresentata dal movimento del E* lungo la curva di domanda.

Se il Governo fa sgravi di imposte a chi investe si sposta la curva della domanda perché

riguarda il comportamento delle imprese ed è uno spostamento della curva perché è dovuto

a cause esterne.

Se c’è un disavanzo del bilancio pubblicospiazzamento T-G<0 le imprese hanno meno

fondi e quelle che rimangono devono pagare un tasso d’interesse più elevato

Principio di Ricardo: se oggi c’e’ disavanzo in futuro lo stato richiederà + entrate( e

dovrà ridurre le uscite).I cittadini prevedono un aumento delle tasse in futuro e oggi quindi

risparmieranno di più.

Grafico di Fisher:

serve per:1)dimostrare come viene determinato il tasso di interesse reale;2)il ruolo del

mercato finanziario;3)modo in cui le imprese decidono il loro investimento. Pendenza della

retta=MKT finanziario=1+r

Curva di indifferenza: curva che raccoglie tutte le combinazioni possibili di beni che

offrono al consumatore il medesimo livello di soddisfazione. Individua un livello di utilità. I

livelli di utilità più alti si possono ottenere per esempio grazie all’aumento del reddito. (è

concava)

Retta di vincolo di bilancio: il Reddito di una persona è uguale alla somma delle spese per

entrambi i beni. R=p1x1+p2x2

Curva di utilità: q.tà di un bene che dà soddisfazione(è convessa)

Cause della disoccupazione naturale:


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

6

PESO

102.00 KB

AUTORE

luca d.

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Macroeconomia
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e finanza
SSD:
Università: Cagliari - Unica
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher luca d. di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Macroeconomia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cagliari - Unica o del prof Moro Beniamino.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in economia e finanza

Storia economica - Appunti
Appunto
Lezione del 07/03/2018
Appunto