Che materia stai cercando?

Linguistica applicata - la pragmatica Appunti scolastici Premium

Appunti di Linguistica applicata della professoressa Carmela Perta sui seguenti argomenti: pragmatica,indagine linguistica,funzionalismo,processo comunicativo,componenti,funzioni,dimensione pragmatica,Morris,ambito indagine,Deissi,Dimensione egocentrica,Grammaticalizzazione,enunciati,atti... Vedi di più

Esame di Linguistica applicata docente Prof. C. Perta

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Importanza dell’informazione

deittica nell’interpretazione degli

enunciati

Di ritorno tra un’ora

(Quando è stato scritto?)

Incontriamoci tra una settimana

(Chi? Dove? Quando?)

Linguistica Applicata – II Modulo

Puoi prendermi quello? (chi, cosa?)

Non è che voglio che là tu non dica questo, ma

che tu non dica questo in quel momento!

(dove, chi, cosa, chi, cosa, quando?)

Linguistica Applicata – II Modulo

Necessità di riferire un enunciato

Hic et nunc mutare di

referente a

seconda delle

circostanze

comunicative

Linguistica Applicata – II Modulo

Ne consegue…

Le lingue sono designate principalmente per

essere usate nell’interazione faccia a faccia:

non si può perciò prescindere totalmente da

quest’ultima per analizzarle

(Lyons, 1977)

Linguistica Applicata – II Modulo

Dimensione egocentrica (1)

nell’hic et nunc

Il soggetto enunciatore

determina un punto focale, il centro del

discorso dato dall’intersezione delle

coordinate spazio-temporali del testo

enunciativo

Linguistica Applicata – II Modulo

Dimensione egocentrica (2)

Punto di riferimento o di ancoraggio

dell’organizzazione discorsiva

Linguistica Applicata – II Modulo

Categorie della deissi

1. di persona

2. di tempo

3. luogo

4. del discorso

5. sociale Linguistica Applicata – II Modulo

Deissi di persona dei partecipanti

Grammaticalizzazione

nell’enunciazione

generalmente dadai pronomi

Espressa

personali di I e II persona:

io tu

Enunciatore coenunciatore

Linguistica Applicata – II Modulo

Partecipanti nell’enunciazione in italiano

Grammaticalizzano la categoria della

persona morfologicamente tramite la

flessione della forma verbale

Ma si può pensare ad un sistema pragmatico

indipendente di possibili ruoli dei

partecipanti per vedere come questi ruoli

siano grammaticalizzati in lingue diverse

Linguistica Applicata – II Modulo

Partecipanti

FONTE DESTINATARIO

PARLANTE ………………………….......................RICEVENTE

SPETTATORI (ASTANTI)

INTERLOCUTORI (DESTINATARI)

Linguistica Applicata – II Modulo

Grammaticalizzazione dei partecipanti:

singolare

per. II per. III per.

I

(+P) (+ I) (-P,-I)

(inclusione (inclusione dell’ (esclusione del

del parlante) interlocutore) parlante e dell’

interlocutore)

Linguistica Applicata – II Modulo

Grammaticalizzazione dei

partecipanti: plurale

noi essi

(non significa più di

un parlante)

Inclusivo dell’ esclusivo dell’

interlocuture interlocuture (più di un’entità di

III persona)

Linguistica Applicata – II Modulo

Deissi temporale

Riferimento al ruolo dei partecipanti:

rappresentazione del punto di vista

dell’enunciatore che assiste e/o partecipa

agli eventi e li descrive rapportando i tempi

degli eventi descritti al tempo

dell’enunciazione

Linguistica Applicata – II Modulo

vs.

tempo di codifica tempo di ricezione

TC TR

momento dell’enunciazione momento della ricezione

o dell’atto di descrivere

Linguistica Applicata – II Modulo

lasso di tempo determinato

Ora:

pragmaticamente che comprende TC

Istante associato periodo:

ora

alla produzione del lavoro come

morfema: cameriere

ora!

Fallo Linguistica Applicata – II Modulo

Espressa con

di tempo

Avverbi temporali

Morfemi di tempo in generale

Indicativi allora

un bambino

Era

Scrivevo una lettera

giovedì

a calcio

Gioco Linguistica Applicata – II Modulo

Deissi spaziale

Specificazioni delle posizioni

relativamente ai punti di ancoraggio in

un evento comunicativo

espressa da avverbi di luogo e

Tipicamente

dai dimostrativi

qui!

Vieni quel posto

molto lontano

È Linguistica Applicata – II Modulo

Uso dei dimostrativi

Ordinano lo spazio partendo dal

punto di vista dell’enunciatore per

localizzare gli oggetti, le persone, gli

eventi in base a all’io

1. Vicinanza o lontananza rispetto e

tu: Portami quello

2. Loro orientamento (in alto, in basso,

avanti, dietro): Portalo giù

3. Conoscenza o meno, visibilità o meno

Linguistica Applicata – II Modulo vs.

Movimento verso il parlante

movimento di allontanamento dal

parlante?

venendo in ufficio

Sto andando in ufficio

Sto Linguistica Applicata – II Modulo

Deissi temporale o spaziale?

dieci minuti

C’è una buona tavola calda a

da qui

Termini temporali per riferirsi a luoghi

Le indicazioni deittiche dello spazio devono essere

sempre specificate rispetto alla posizione di un

partecipante al tempo di codifica, la deissi spaziale

incorpora sempre un’implicita deissi temporale, non è

vero il contrario

Linguistica Applicata – II Modulo

Deissi sociale

Quell’aspetto delle frasi che riflette,

stabilisce (o è determinato da) certe realtà

delle situazioni sociali in cui si svolge l’atto

linguistico (Fillmore, 1975: 76)

Forma di grammaticalizzazione delle

relazioni sociali, ossia gli aspetti della

struttura linguistica che codificano le

identità sociali dei partecipanti

Linguistica Applicata – II Modulo

Deissi sociale

relazionale assoluta

Linguistica Applicata – II Modulo

Deissi relazionale

1. Relazioni tra parlante e persona o entità

cui ci si riferisce (onorifici di

riferimento)

2. Relazioni tra parlante e interlocutore

(onorifici dell’interlocutore)

3. Relazioni tra parlante e astante

(onorifici dell’astante)

4. Relazioni tra parlante e situazione (livelli

di formalità)

Linguistica Applicata – II Modulo

1 legati allo statuto sociale del

2 parlante

3 legato ad una relazione tra i

4 ruoli dei partecipanti e la

situazione

Linguistica Applicata – II Modulo

Deissi assoluta

forme sono riservate a

Alcune

riceventi autorizzati, comprendenti

restrizioni sulla maggior parte dei

titoli di appellativo (vostro onore,

signor presidente…)

Linguistica Applicata – II Modulo

Deissi testuale

chiamata deissi del discorso

Anche

di espressioni che all’interno di un

Uso

testo o di un discorso si riferiscono a

una parte di quel testo o quel discorso

Linguistica Applicata – II Modulo

Nel prossimo capitolo si affronterà la

deissi testuale

Quella è stata la più buffa produzione

linguistica di un apprendente che

abbia mai sentito

Linguistica Applicata – II Modulo


PAGINE

60

PESO

190.32 KB

AUTORE

Frau81

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Linguistica applicata della professoressa Carmela Perta sui seguenti argomenti: pragmatica,indagine linguistica,funzionalismo,processo comunicativo,componenti,funzioni,dimensione pragmatica,Morris,ambito indagine,Deissi,Dimensione egocentrica,Grammaticalizzazione,enunciati,atti linguistici.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in mediazione linguistica e comunicazione interculturale
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Frau81 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Linguistica applicata e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Gabriele D'Annunzio - Unich o del prof Perta Carmela.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Linguistica applicata

Linguistica applicata - la pianificazione linguistica
Appunto
Riassunto esame Linguistica Applicata, professor Russo, libro consigliato "Linguistica elementare"
Appunto
Linguistica applicata - l'analisi del testo
Appunto
Linguistica applicata - Appunti
Appunto