Che materia stai cercando?

Lezioni, Teoria dello sviluppo politico

Appunti sulle lezioni del professor Cartocci per il corso di Teoria dello sviluppo politico. Gli argomenti trattati sono i seguenti: il livello micro, il livello macro, la struttura della proprietà agricola, enorme squilibrio campagna – città in Cina, il patrimonio concettuale.

Esame di Teoria dello sviluppo politico docente Prof. R. Cartocci

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

→ non è lo Stato che omogeneizza la lingua, ma la cultura: Dante, la cui

lingua venne ereditata dal Petrarca e da Boccaccio.

Il fiorentino letterario non veniva parlato da nessuno, ma veniva

insegnato nelle scuole ed usato per scrivere.

Il latino, lingua cattolica universale, è la lingua in cui vengono ancora

oggi redatte le encicliche.

- GERMANIA → la traduzione della bibbia in una lingua volgare (il tedesco

parlato nel centro dell'attuale Germania) fu un atto rivoluzionario: la

riforma religiosa è un ritorno alle origini, in quanto per tornare alle parole

di Cristo bisognava render leggibile la sua parola a tutti. L'effetto

perverso di questa traduzione (Martin Lutero) annullò le mediazioni

linguistiche e come effetto non intenzionale provocò un'alfabetizzazione

di massa nella lingua della traduzione, affermatasi poi come il tedesco.

Lo schema TOP – DOWN (Stato → nazione → democratizzazione → welfare

• state) non funziona per questi due stati in quanto non esiste un centro

politico e l'effetto di Dante, Petrarca e Boccaccio, e di Lutero in Germania,

porta tramite la cultura ad una standardizzazione linguistica

generalmente imposta dallo stato quando si conforma e solidifica

partendo da un potere centrale verso le periferie.

STATO → materia prima del processo di unificazione europea. Questo

perché esso, durante tutti gli sviluppi delle organizzazioni istituzionali

europee, ha devoluto parte della sua sovranità ad esse.

Questo processo viene teorizzato come 5a fase, e non come eventuale

ritorno alla prima (ovvero un ricominciare con le sole 4 fasi), perché si è

inserita la figura della MONETA COMUNE, ovvero cessione di una nuova

sovranità.

La moneta ha creato unificazione, ma lo stesso non è avvenuto per i

processi macroeconomici di regolamentazione dei prezzi.

→ creazione di un enorme deficit che portò solo problemi.

In questa fase si assiste inoltre ad un deficit di democraticità, infatti essa

è distribuita in modo asimmetrico = crescita della ricchezza del welfare

state – 30 gloriosi anni: alta industrializzazione grazie al bassissimo costo

delle materie prime, influenza della guerra fredda (n.b.:

responsabilizzazione degli stati europei – pace – no costi di guerra – ruolo

degli Usa).

Nei casi italiano e tedesco, i processi possono considerarsi bottom-up.

• Parlando di nazione si intende un insieme di valori con cui ci si identifica.

RITORNANDO ALLA STRATIGRAFIA...

L'Impero romano è una comunità unificata dallo jus (apparato di norme

• ed istituzioni). Dopo la teorizzazione del Leviatano di Hobbes, venne

richiamata la “dignità della persona” → riferimento al primato

dell'individuo, dotato di una dignità inviolabile anche per lo Stato +

dettami illuministi e giusnaturalisti (Locke, Smith, Spinoza).

→ l'essenza dell'essere umano = SIMPATIA

Il mercato arricchisce tutti attraverso il perseguimento individuale,

tramite relazioni simpatetiche fra esseri umani (concetto ripreso dagli

illuministi).

Tramite il percorso dello Stato assoluto allo Stato di diritto, siamo arrivato

• allo Stato democratico.

E' un processo secolare: passaggio dal Leviatano di Hobbes al

rischiaramento illuminista.

Il poliziotto, prima dell'habeas corpus” act, per mettere dentro una

• persona bastava il volere del sovrano, ma dopo la libertà individuale era

tutelata per legge (necessità di un giudice).

→ non governa più il sovrano, ma la LEGGE = ridefinizione della figura del

monarca (fine '700) – il sovrano esce dall'arena politica, e limita il suo

ruolo a funzioni simboliche (enfasi di rappresentanza della sovranità dello

stato), ma la politica viene fatta dal PRIMO MINISTRO.

I monarchi, dall'entrata della legge, non sono più decisori della politica, e

• sarà decisivo alla sopravvivenza degli Stati alle mobilitazioni politiche

future, non essendo più politicamente statiche.

E' il 1° ministro che governa e che se ne va a casa con la sconfitta

elettorale.

→ ritiro del re dall'arena politica (che mantiene il monopolio dell'unità

simbolica della popolazione) = accrescimento rappresentanza politica

degli individui.

→ quando il sovrano si mette a far politica in tempi di mobilitazione,

perde e trascina fuori dai giochi l'intera dinastia.

Il Re entra nella COMUNITA', dove non vi sono conflitti ma solo processi di

• identificazione.

Parlare di Stato vuol dire parlare di processi secolari che, attraverso lo

• Stato di legge, arrivano alla parte della democrazia, dove il primo

ministro deve ottenere la fiducia del Parlamento.

I 4 PIANI DI ROKKAN COME STRUMENTO ANALITICO

Rokkan esaurisce troppo sinteticamente il caso italiano nella mappa

tipo-topologica.

Il processo di unificazione tedesco è stato favorito anche dall'unificazione

linguistica ad opera di Lutero, ma per disinnescare il conflitto religioso ha

pagato le chiese: i cittadini, per legge, dovevano dichiararsi cattolici o luterani,

perché, sulla base dell'affiliazione, una parte delle tasse sarà devoluta alla

chiesa corrispondente.

Il modello è sottoposto alla tensione di chi non vuole dichiararsi secondo una

religione per non pagare le tasse → si appellano ai diritti umani = questione

politica.

La nazione è una trasfigurazione simbolica delle istituzioni dello stato, che

accomuna un'identità collettiva di una popolazione.

I processi di costruzione durante il loro percorso possono incontrare anche

processi di distruzione, quindi uno stato ed una nazione sono processi in

evoluzione.

DIRITTI DI CITTADINANZA (Thomas Marshall)

Thomas Marshall è inglese, nipote di Albert Marshall economista neoclassico,

colui che teorizzò i distretti industriali.

Thomas Marshall diventò famoso col suo libro “Cittadinanza e Stato Sociale”

per aver sistematizzato il concetto di cittadinanza.

Egli teorizzò uno schema valido fino ad ora: negli anni '50 in UK aveva

individuato i presupposti per il Welfare State, che caratterizzò i 30 gloriosi anni

in Europa.

CITTADINANZA = DIRITTI → quali diritti?

DIRITTO → prerogative degli individui, che quindi presuppongono gli individui

riconosciuti come singole identità dallo stato.

Sono classificabili secondo lo spaccato della formazione di uno stato in 3 fasi:

1. MONARCHIA ASSOLUTA → RULE OF LAW: riconosce alcune prerogative dei

singoli individui, ovvero i DIRITTI CIVILI – esistenza di tribunali, di spazi

per il libero commercio, di libertà di movimento sul territorio dello stato,

di non essere torturati durante la detenzione (es. G8 gravissimo caso di

violazione dei diritti civili della non coercizione)

- DIRITTI CIVILI (XVIII sec.) → GIUSNATURALISMO ed ILLUMINISMO

2. MONARCHIA COSTITUZIONALE → Il 1° ministro risponde ancora al Re

(potere esecutivo) ma il Parlamento ha il potere legislativo

- DIRITTI POLITICI (XIX sec.) → LIBERTA' D'ESPRESSIONE, D'ASSOCIAZIONE

POLITICA (creazione di partiti che portano alla rappresentanza politica in

parlamento)

3. MONARCHIA PARLAMENTARE → Il Premier non gode della fiducia del Re

(che è uscito dalla scena politica), ma deve avere la fiducia del

Parlamento

- DIRITTI SOCIALI (XX sec.) → lo Stato è obbligato ad erogarli per la

riduzione delle diseguaglianze e la tutela dei cittadini – WELFARE STATE

Sanità → tutela e cura del malato

Istruzione → garanzia del livello minimo di scolarizzazione

Previdenza → arrangiamento istituzionale contro i rischi del lavoro portati

da invalidità, infortuni ed anzianità

- Lo Stato non è soltanto regolatore e scena di partecipazione politica, ma

qui diviene anche quell'istituzione che si prende cura anche della sanità e

dell'istruzione della propria popolazione.

Quindi per Marshall questa distribuzione dei diritti può essere così sintetizzata:

XVII – DIRITTI CIVILI → TRIBUNALI

XIX – DIRITTI POLITICI → PARLAMENTO

XX – DIRITTI SOCIALI → SCUOLA

Marshall cita la scuola per il Welfare state perché è stato il primo scalino

• raggiunto dall'instaurazione dei diritti sociali.

Prima la chiesa aveva il monopolio dell'assistenza (ad esempio con associazioni

pro orfani, vedove) in quanto dettato dal vangelo.

Il Welfare State fa in modo che questi problemi diventino dello Stato →

invasione dello Stato nella vita ecclesiastica.

Bismarck per primo intuì i diritti sociali come passo successivo nell'evoluzione

dello stato tedesco → prima forma di Welfare State in Germania.

All'interno di tutti i movimenti nazionalisti, quelli di sinistra erano contro il

welfare: i lavoratori si erano già creati delle soluzioni collettive ai rischi contro

gli infortuni, ed il welfare riduceva lo spazio di organizzazione della classe

operaia; inoltre era visto come uno strumento della borghesia per mitigare le

lotte della classe operaia, da sempre un vanto per la categoria.

Quindi i grandi nemici del Welfare State erano la CHIESA e la CLASSE OPERAIA.

Nello schema di Rokkan, il welfare è al 4° ed ultimo posto → il Rokkan Building

è uno schema abbastanza cronologico, però è pure il monumento dell'Europa di

quando egli morì: egli morì nel '59, alla fine dei 30 gloriosi anni d'oro.

La riforma sanitaria in Italia è nata tra il '78 e l'80.

Oltre alla morte di Rokkan, nel 1979 salì al potere in UK Margareth Tutcher: la

Gran Bretagna aveva il welfare più evoluto in Europa, essendo anche il primo

Welfare State nato in assoluto, e la situazione allora era simile a quella italiana

(tasse altissime, funzionari pubblici inefficienti, grande disoccupazione); la

Tutcher fece piazza pulita delle spese dello stato privatizzando qualsiasi cosa,

dalla sanità all'istruzione.

In contemporanea divenne presidente negli USA Reagan, che diede un taglio

agli interventi statali per fare posto al mercato.

Quindi la Tutcher privatizzò in toto il sistema del Welfare, mentre Reagan

affiancò a quel poco di stato che era rimasto il libero mercato.

La svolta Tutcher Reagan consegnò alla storia lo schema Rokkan come

prettamente legato agli anni d'oro.

Perché nella Nazione non ci sono i diritti?

Dietro ai diritti ci sono forme istituzionali, senza le quali gli stessi diritti non

potrebbero esistere → nella nazione non c'è istituzione perché è un processo

culturale.

I titolari dei diritti sono i singoli individui, ed essendo individuali vengono goduti

dai singoli. L'assetto istituzionale garantisce gli stessi diritti a tutti gli

appartenenti alla comunità politica di riferimento → nello Stato vi è una somma

di cittadini titolari individuali dei diritti (istituzionalmente intercambiabili –

principio atomista), quindi nella sfera nazione non vi sono diritti perché non

contano i diritti ma i doveri (obbligazioni) dei singoli verso la collettività (che

può essere rappresentata dallo Stato in questo caso).

Analiticamente, lo schema atomista dei diritti nella nazione non funziona

• in quanto gli individui si identificano in un collettivo (il comportamento di

un individuo che guarda solo ai propri diritti, nella nazione terrebbe un

comportamento da free rider).

La nazione fa perno sul principio dell'olismo che è contro allo stesso

• concetto di cittadinanza, basato su principi atomisti.

→ CASO ABU OMAR – Imam egiziano sospettato dalla CIA di essere un terrorista

(viveva a Milano), che lo rapisce e lo tortura.

Si attiva la magistratura italiana che individua i rapitori e la cassazione li

riconosce colpevoli, attribuendogli una pena detentiva.

Abu Omar è vittima di un reato, quindi gli vengono garantiti i diritti civili italiani

(il contenzioso è avvenuto su suolo italiano): gli vengono riconosciuti diritti che

in Egitto non gli sarebbero spettati, e vengono perseguiti cittadini non italiani

che, in virtù del Trattato di Schengen, sono ricercati in 23 paesi europei.

Quello che conta per il diritto penale è il suolo dello Stato dove avvengono gli

illeciti.

Libertè ed égalitè presuppongono tutti i diritti civili e sociali (diritti di

cittadinanza).

La fraternitè invece presuppone la costruzione della nazione basandosi su un

principio olista. La fraternitè è un VINCOLO dei cittadini verso lo Stato.

LIBERTA' dell'INDIVIDUO =atomizzazione del sistema sociale.

La comunità è il vincolo individuato dalla fraternitè, ma non la comunità nel suo

senso primordiale (ad es. delle periferie), ma come NAZIONE, formata da

individui sconosciuti.

Il processo di formazione della nazione comprende processi di distruzione e

costruzione, quindi è in continua evoluzione.

I diritti sociali sono sempre in costruzione perchè le forme di disuguaglianza

sono molte e si continua a riconoscerle ogni giorno.

Ci sono casi in cui può mancare la democrazia, ma il Welfare è presente, come

nel caso della Germania est o della Germania di Bismarck, dove il Welfare era

un tentativo di attenuazione delle possibili rivendicazioni di democrazia da

parte del popolo.

→ il welfare in regimi non democratici viene poi rimpianto (vedi Goodbye

Lenin).

In Italia il Welfare nasce assieme a Giolitti, principalmente per le classi operaie,

e poi viene nazionalizzato da Mussolini (che offre cure, protezione e risorse alle

donne ed ai bambini per l'ideologia del dare figli alla patria), per ridurre i rischi

delle proteste e creare stabilità, ottenendo consenso da parte del popolo.

Prima il concetto di nazionalità era legato al luogo di nascita, mentre ad oggi il

concetto di cittadinanza ha a che fare con i diritti che si godono

dipendentemente dallo Stato (condivisione di principi della nazione).

Nell'ethnos degli USA, ufficialmente il genos non esiste, e se viene menzionato

non è in chiave di valori ma solo in chiave anagrafica.

MANCA LEZIONE 9 NOVEMBRE

SCHEMA EXIT – VOICE

L'istituzione che fissa una relazione diadica di exit è il CONTRATTO → il

contratto fissa regole che consentono in determinate circostanze l'exit.

In Italia, la giustizia civile non funziona a causa dei tempi biblici della

burocrazia, e questa è condizione che fa da deterrente all'entrata di capitali nel

nostro paese.

L'altra relazione diadica per eccellenza è il MATRIMONIO → il problema è il

DIVORZIO, ovvero una istituzionalizzazione dell'exit che è l'unica uscita

ammessa oltre al “finché morte non ci separi”: istituisce l'uscita plausibile.

Le istituzioni incentivano i comportamenti tramite le regole.

Hirschman → quando non c'era il divorzio, l'insoddisfazione era espressa solo

per voice. La presenza dell'exit può disincentivare la voice, quindi la presenza

dell'exit (divorzio, quando il conflitto fra coniugi era risolvibile), e quindi del

divorzio, favorirà l'exit anche nei casi dove sarebbe sufficiente la voice.

→ l'utilizzo dell'exit è favorito dalla presenza del divorzio: bisogna rivalorizzare

la voice per ridurre i divorzi, e rendere l'exit alternativo alla voice e non l'unico

strumento d'espressione dell'insoddisfazione → CONFLITTO

ISTITUZIONALIZZATO.

QUESTIONE MERIDIONALE → divisione nord – sud Italia

E' un caso di rilevanza europea (al quale nemmeno la divisione fra baschi

/catalani vs andalusi è paragonabile).

Il brigantaggio è un processo di VOICE che ha caratterizzato per un paio

• d'anni i paesi del sud dopo l'unificazione → episodio durissimo di voice,

con conflitti armati e conseguenti morti.

La nascita della Lega Nord è un caso politico di EXIT dichiarato → le prime

• forme di exit proclamato erano già presenti, ad esempio con la

proclamazione della 49esima Stella di Sicilia.

→ la Lega Nord, si scoprirà poi, è ben poco exit.

La Lega Nord è un'espressione di voice (Roma ladrona) basata sul

consenso popolare, quindi classico partito di voice, che predicava (più

che perseguire) uno spirito di exit.

Caso Salvatore Giuliano → era un brigante che ha combattuto per

• l'indipendenza della Sicilia. La regione Sicilia è nata con larga autonomia,

anche simbolica, e le sue lotte autonomiste per l'indipendenza sono una

chiara manifestazione di EXIT.

1880 – crisi agraria mediterranea → il crollo dei prezzi dei generi agricoli porta

all'espatrio i contadini meridionali verso tutto il mondo e continua ancora oggi;

è mezzo secolo che il mezzogiorno alimenta l'exit.

L'identikit degli immigranti è per la maggior parte giovani acculturati (fuga di

capitale umano), come risposta all'insoddisfazione.

Dal sud se ne sono andati anche molti capitali monetari investiti nell'istruzione

dei giovani, che non torneranno più nel luogo poiché è difficile che qualcuno

torni nei paesi nativi → insoddisfazione verso lo status quo, a cui si reagisce in

modo individuale = EXIT; per emigrare ci vuole CORAGGIO, e questo coraggio è

alimentato da un grosso senso di soddisfazione → costo dell'exit individuale.

In generale, exit e voice viaggiano su due binari paralleli.

PRIMAVERA ARABA → VOICE – arriva dopo molti anni di consenso popolare; la

mancanza di voice dovuta ad una trovata soluzione individuale di EXIT =

emigrazione nel corso dei decenni del dopoguerra.

L'arrivo della crisi nell'Europa ha ridotto l'incentivo ad emigrare → accumulo di

insoddisfazione, che rende meno facile la exit verso l'Europa = accumulo voice.

L'evento scatenante è stato il suicidio tramite incendio di un ragazzo →

sottovalorizzazione di capitale umano che va ad alimentare l'insoddisfazione

→ esplode la protesta

La congiuntura alimenta un effetto a catena: proteste in altri paesi del Maghreb

EFFETTO DIMOSTRAZIONE → il comportamento dei consumatori è indotto

dall'influenza degli altri (comportamento analizzato in economia)

→ per attivarlo occorre INFORMAZIONE → SOCIAL NETWORK favorisce la voice

Il problema della protesta è che ha bisogno di grande adesione = grande

problema di organizzazione.

Con i social network il problema della spia dei governi contro i movimenti

insurrezionalisti che si organizzano per dare potere alla voice è ridotto rispetto

al ritrovo in assemblee segrete al governo.

I social network creano un problema di ILLUSIONE → pensiamo che una parte

consistente di aderenti alla causa sia la totalità della categoria, invece nel caso

ad esempio di Piazza Tahir, la partecipazione su FB non è tutta la Tunisia.

Un altro errore conseguente a quest'esempio molto importante di voice è che si

pensava direttamente conseguente l'instaurazione della democrazia, quando

invece questo è un processo molto lungo.

La chiesa inizialmente aveva anche risvolti politici molto forti. Il papato

interveniva anche in difesa del signore locale – degli stati interni contro i nemici

esterni o anche limitrofi, ma in cerca di ricchezza o di territori.

Caso italiano → formazione di uno stato unitario impedito attivamente dalla

presenza in loco del Papa. Nessuno statone ha mai subito un'influenza tanto

forte tanto l'Italia.

Il cattolicesimo delle regioni meridionali è differente da quello delle regioni

settentrionali: al nord è più diffusa la “vita parrocchiale”. L'impianto

istituzionale (ecclesiastico) è stato stabilito già col concilio di Trento (1963-65).

I vescovi ed i sacerdoti ad oggi vengono “importati” dall'estero:

evangelizzazione resa più difficoltosa e lenta dagli ostacoli culturali.

Nuovi attori cattolici evangelici: i nuovi movimenti, per esempio il

rinnovamento dello spirito.

L'adesione è volontaria e personale: tali movimenti nascono per difendere

l'identità e l'unità (e l'uniformità) della chiesa cattolica, però ognuno di essi

fornisce un “prodotto” differente, andando a danneggiare proprio uniformità del

rito cattolico centrale.

Se prima essa costituiva un tessuto sociale connettivo, ora con l'introduzione di

questi altri movimenti, divenuti militanti, tale tessuto si è lacerato, sfilacciato.

Questo è un esempio di frattura fra cittadini ed istituzioni perché la chiesa in

Italia lo è, così come ve ne sono molte altre.

Da noi, il processo di formazione di Stato e Nazione è stato molto discontinuo

ed incompleto (ancora non completato).

3° SETTORE → ciò che non è STATO e non è MERCATO, avvero tutto il mondo

delle associazioni benefiche, di mutuo aiuto e volontariato.

E' anche vero che però molte sono di stampo cattolico, hanno importanza

rilevante nel welfare state che infatti spesso è aiutato nell'ammortizzamento

delle spese (operazione complessa ed ostacolata dall'UE, condannandolo come

“welfare-mix” che eviti le concorrenze dirette ed i meccanismi reali di mercato)

– per esempio in Toscana la sanità è molto sostenuta e gestita dalle

“misericordie”, ovvero associazioni di volontariato del terzo settore; la

Lombardia (come sanità) è sostenuta e gestita da “comunione e liberazione” .

Lo Stato, sotto l'aspetto del welfare si appoggia molto sulle spalle del terzo

settore, che però spesso non può assumersi gli oneri di azioni troppo

complesse ed onerose.

Da ciò deriva il complicato e stretto rapporto fra Stato, 3° settore e chiesa. Da

nogtare che da molti anni ormai vige la separazione stato – chiesa, grazie al

lungo percorso di laicizzazione.

NB: in alcuni paesi scandinavi vi è ancora la chiesa nazionale.

DEMOCRAZIA CRISTIANA → partito LAICO di ispirazione cattolica: ha investito

sulla separazione politica – chiesa. Questo partito è crollato, la Chiesa ha

cominciato a fare politica direttamente (vedi il Cardinali Runi); ha così esposto

enormemente la chiesa a rischi di indebolimento e frazionamento.

HIRSCHMANN → I SINDACATI (trade unions)

Son strutture di VOICE, e negli USA sono diversi e ben più deboli perché là

l'industrializzazione è avvenuta con l'opportunità sempre presente dell'EXIT →

ci si può sempre trasferire ad ovest. Non era ben presente la voice, ma l'exit

era sempre possibile.

Aumento scolarizzazione → scuole pubbliche meno efficienti → nascita di un

sistema privato d'istruzione – exit: porto mio figlio alla scuola pubblica

Queste sono politiche di favoritismo a questo tipo di exit (vedi Milano – voucher

per ricchi, per incentivarli alla scuola privata), che peggiorano ancora di più la

scuola pubblica → GHETTIZZAZIONE.

HIRSCHMANN – ROKKAN (1970) → 1° contributo che complica l'economia (che

tiene conto solo dell'exit dell'attore)

LA FAMIGLIA ITALIANA = esempio di exit o voice? Generalmente si tratta di exit

→ vedi il caso degli asili nido sovraffollati.

La famiglia inibisce la voice perché offre sempre una soluzione di riserva:

invece che protestare per l'asilo, il bimbo resta a casa coi nonni.

GIOVANI → in molte situazioni non protestano perché le cose di base

fortunatamente le possibilità le hanno (vedi auto, casa di proprietà, lo studio...).

Il legame inter-generazionale inibisce la voice: questo cleavage generazionale

difficilmente sfocia la voice.

SCHEMA AGIL + EXIT, VOICE e LOYALTY

FORZA → armi – agenzie del centro che estraggono le risorse dalle

• periferie (qui nascono le opposizioni) con forza organizzata,

controbilanciante quella del centro = integrazione molto più difficile

CULTURA → lingua – Centro con Chiesa cattolica = processo di

• standardizzazione molto più solido, con poche o nulle minoranze

religiose.

DIRITTO → leggi – tradizioni giuridiche che impongono le proprie norme

• su quelle periferiche. Se queste ultime rimangono solide e forti,

l'omogeneizzazione è più difficile.

ECONOMIA → produzione – facile accesso alle risorse = equilibrio

In un territorio, due minacce sono presenti: invasioni e secessioni → ENTRY è la

minaccia di un'invasione esterna; la variabile centrale è l'EQUILIBRIO

CENTRO/PERIFERIA.

L'informazione culturale – giuridica promulgata dal centro produce integrazione

territoriale, ma se in alcune zone viene contrastato, si formano sacche di esuli,

di isolati.

DIMENSIONE TEMPORALE → dimensione diacronica, con riferimento alla

LOYALTY (costruzione nel lungo periodo)

FORZA → costruzione dello stato in senso stretto (monopolio della forza);

• processo plurisecolare di formazione contro uso della forza come ultimo

passo.

CULTURA → standardizzazione – costruzione della nazione

• DIRITTI → parificazione dell'uso dei diritti = partecipazione, costruzione

• della cittadinanza politica

ECONOMIA → creazione del welfare state, della redistribuzione

• (cittadinanza sociale).

EXIT, VOICE e LOYALTY nello STATO

Lo Stato deve ridurre i rischi di:

STATO → entry, exit e voice

• NAZIONE → omogeneizzazione culturale = costruzione della LOYALTY

• DEMOCRATICIZZAZIONE → VOICE istituzionalizzata

• WELFARE → redistribuzione, costruzione cittadinanza sociale → alimenta

• la LOYALTY, ed elimina i problemi che alimentano la VOICE

Il Papa in genere è un repressore della voice: anziché alimentarla, la mette a

tacere.

Questo avviene a causa del voto che i clericali fanno di obbedienza.

EXIT → dopo l'unificazione italiana nasce il sistema rappresentativo: solo il 2%

della popolazione aveva il diritto di voto, poi è stato esteso a circa la metà;

l'altra metà seguiva le indicazioni di papa Pio IX, che dichiarava non giusto

andare a votare in quanto costituiva la legittimazione del nuovo regime,

contrario al papato, scomunicato dalla dinastia dei Savoia, spezzando il potere

temporale del Papa stesso.

Questo tipo di exit fu velato, indiretto, però efficace per diminuire il sostegno

popolare allo Stato → NON VOTARE = MENO LEGITTIMITA'

Inizialmente il Parlamento aveva pochissima legittimità, gli elettori facevano

parte solo di determinati ceti, perciò erano pochissimi e mancavano i cattolici

appunto in quanto nascono al suo esterno altri partiti contrari, aumentando la

possibilità di scontro.

La letteratura classica mondiale non ha parole per la religione, è totalmente

declericalizzata, ma forma, insegna e crea la LOYALTY.

→ CUORE E PINOCCHIO (romanzi che non invecchiano):

Pinocchio si comporta male, ma prima o poi riceve sempre una bella

– lezione.

Pinocchio, ad un certo punto, si coalizza con Arlecchino e Pulcinella, che

– son molto diversi, e fregano sempre tutti (cosa che lui non può e non

riesce a fare).

DIRITTI POLITICI = PROTESTA → votare = manifestazione di un'identità

→ ISTITUZIONALIZZAZIONE DELLA VOICE attraverso la votazione

COSTITUZIONE ITALIANA → espressione più alta dei nostri diritti

istituzionalizzati.

Il canale elettorale è il metodo di istituzionalizzazione della voice.

In un sistema democratico, la voice è permessa se espressa da determinati

canali istituzionalizzati: la STAMPA → nascono leggi che proteggono i direttori

degli editoriali da rischi di false accuse o calunnie

Processo di DEMOCRATICIZZAZIONE → processo che parte DALLA CLASSE

DIRIGENTE

La democrazia è l'istituzionalizzazione anche della garanzia di poter esprimere

la voice.

WELFARE = più UGUAGLIANZA – meno CONFLITTO (teoricamente) → AUMENTO

LOYALTY.

Il Welfare non nasce dal nulla, ma dalle volontà che molti gruppi sociali

esprimono, ognuno protestando per qualcosa che manca o è insufficiente.

Il Welfare in un certo modo elimina una causa di VOICE, ma sicuramente ne

farà scatenare un'altra: esso aumenta l'inclusione sociale, di conseguenza deve

incrementare anche la LOYALTY. In questo caso prevalentemente si trovano

esposti i problemi tramite voice, risolti utilizzando anche la loyalty.

DDR: Deutsche Democratische Republik

Nell'economia si tende a preferire l'exit, mentre nella politica si da forza alla

voice

Hirschmann spiega il comportamento della Germania Est al tempo del

comunismo.

INSODDISFAZIONE → rivolta di Budapest – carro armati sovietici, primavera di

Praga del '68, rivolta polacca nei cantieri navali di Danzica (appena eletto

Wojtyla) nell'80 ad opera di Lec Walesa (rivolte rilevanti, anche agli occhi del

partito comunista italiano → le differenti visioni degli eventi portarono alla

scissione del partito comunista e di quello socialista).

In Germania Est non si era mai assistito a grandi manifestazioni o rivolte,

poiché esisteva un'ampia possibilità di exit.

1949 → nascita della spartizione tedesca post-pace. Dopo il '49 la Germania Est

favorisce l'exit dei dissidenti, che se ne vanno: il regime si consolida e non

viene scalfito da proteste. Scappano generalmente all'ovest, anche perché la

Germania federalista li comprava, li accettava perché portavano con loro

marchi preziosi e ben valutati, oltre che costituire una buona componente di

manodopera, e venivano accolti con politiche d'accoglienza.

Con gli intellettuali che proponevano una protesta sociale, così come ingegneri

e scienziati venivano caldamente invitati ad andarsene all'ovest.

L'est però pian piano si accorse di far comodo all'ovest, di servirgli come

produttore di capitale umano prezioso e valido. Quest'ultimo diveniva sempre

più ricco e sviluppato, lasciando indietro il difficile vicino dell'est → questo

propone di sbarrare l'exit e di erigere il muro ('62).

Così facendo, un regime autoritario impedisce sia EXIT che VOICE → l'exit dal

'62, mentre la voice fin dall'inizio, invitando chi ne aveva l'intenzione a

trasferirsi all'ovest.

Il regime però a questo punto aveva solo l'opportunità ed il modo di investire

nella LOYALTY → per ridurre l'insoddisfazione o la critica contro il regime investe

sull'EPOS (guardando al passato) per creare un'identità collettiva specifica della

Germania Est e in particolar modo sullo sport, cercando di ottenere molte

medaglie olimpiche (gli sport però erano tutti per dilettanti e non professionisti

= investimento dannoso nel doping per ottimizzare le performances soprattutto

degli sport individuali quali nuoto, atletica, canottaggio, ecc., con medici e

scienziati corrotti disposti a fornire il materiale per il doping).

Olimpiadi di Montreal: il numero di medaglie ottenute dall'est è uguale a quelle

ottenute da USA e Russia unite!

1988 → olimpiade di Seoul – 3° grande potenza sportiva al mondo

1989 → si apre la CORTINA DI FERRO, e avvenne nel trattato che separava

Austria ed Ungheria, così che il tedesco dell'est potesse entrare in Austria e poi

arrivare all'ovest.

EXIT DI MASSA → mobilita masse di popolazione che pure restando all'est

protesta per il crollo del regime, e restano per far cambiare le cose: EXIT CHE

ALIMENTA LA VOICE

Esempio di tempo breve della storia (Braudel): serie di fatti importanti tutti

concatenati ed avvenuti in poche settimane.

Nessuno in Europa voleva la riunificazione delle due Germanie, tranne il suo

presidente Khol → la Germania sarà solo una

Nel sistema elettorale odierno vi sono problemi sulla sua definizione →

DEMOCRATIZZAZIONE nello schema Rokkan.

Legge sulla procreazione, sulla distinzione dei figli naturali e legittimi.

• Non è una legge di Welfare, ma facendo parte del codice civile riguarda lo

Stato. Fa parte dell'insieme dei diritti e dei doveri.

POLANYI – le 3 forme di integrazione dell'economia nella società

Karl Polanyi è un simbolo dell'austro marxismo non dogmatico. Visse la Prima

Guerra Mondiale, ci scontra col nazismo della Seconda Guerra Mondiale ed

emigra a Londra, dove scrive “the great transformation” → analisi della

trasformazione capitalista UK, relazioni fra economia, effetti sociali ed

istituzionali del capitalismo (1944).

→ il mercato del laissez-faire senza alcun controllo distrugge la società.

Egli confronta i vari sistemi economici partendo dalle radici più antiche, dai

primi imperi

2 significati di “economico”

1. sostanziale → livello macro, strutture – fornisce i concetti di cui le scienze

sociali politiche hanno bisogno per analizzare tutti i tipi di sistemi

economici – è la base della gestione della sopravvivenza del sistema di

interazioni fra esseri umani e nei confronti dell'ambiente dove vivono →

interazione sociale = sopravvivenza

2. formale → livello micro – rapporto logico fra mezzi e fini: per perseguire

un dato fine, quali mezzi mi occorrono, o con i mezzi disponibili a quali

fini posso aspirare?


PAGINE

24

PESO

910.74 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in sviluppo e cooperazione internazionale (Facoltà di Giurisprudenza, di Scienze Politiche, di Scienze Statistiche)
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher taggamistamminchiaebbasta di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Teoria dello sviluppo politico e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Cartocci Roberto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in sviluppo e cooperazione internazionale (facoltà di giurisprudenza, di scienze politiche, di scienze statistiche)

Post fordismo - Modello organizzativo
Dispensa
Società salariale
Dispensa
Lezioni, Storia ed istituzioni dei paesi del Mediterraneo
Appunto
Scuola della regolazione
Dispensa