Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LETTERATURA SPAGNOLA

La trama dipende dal punto di vista che assume il poeta nel raccontare una determinata storia, già il

titolo ci può già far capire di cosa si tratta, e pertanto metterci nello stato d’animo giusto x assistere

a una determinata opera, la differenza tra tragedia e commedia dipende dalle aspettative del

pubblico, nella tragedia lo spettatore dovrà condividere le sofferenze e nella commedia il pubblico

invece è distaccato. Questo ha fatto si che si dica che la tragedia non esiste, in realtà esiste, ma

hanno comunque una parte comica per smorzare la tragicità.

Nella tragedia dei secoli d’oro esiste sempre una speranza perché non viene mai rappresentato un

universo assurdo, ma è un universo in cui l’uomo si muove sulla base di una libertà di scegliere tra

bene e male, questo significa che possiede la capacità e la possibilità di cambiare parzialmente il

suo destino e il libero arbitrio sarà proprio uno dei temi centrali del Burlador de Sevilla.

L’eroe tragico non si scontra quindi con un destino fatale ma affronta un insieme di destino e di

libertà proprio come accade nella vita.

C’è un elemento che porta il disordine che è il caso, che può essere tragico e può portare alla

perdita, addirittura di sé, dell’eroe. La tragicità e il caso sono sempre legati alla vita umana e alla

responsabilità dei personaggi in parte.

L’eroe negativo deve essere punito, e se fosse solo negativo il pubblico non potrebbe condividere le

sofferenze con lui, così non potrebbe neanche essere innocente perché sarebbe visto solo come

RESPONSABILIDAD COMPARTIDA cioè la responsabilità condivisa da diversi

vittima

personaggi, che non sono né completamenti innocenti né completamente colpevoli ma a volte sono

vittime di disegni di bisogni più forti di loro.

EL BURLADOR DE SEVILLA

Composizione datata 1613-1625, l’attribuzione è quasi certa a Tirso de Molina.

La prima pubblicazione dell’opera è del 1630, è stata più volte interpretata, ed è un’opera a livello

mondiale.

L’azione si svolge nella prima metà del ‘300 nel regno di Alfonso XI che è sovrano del regno di

Castilla y Leòn, che erano stati unificati definitivamente nel 1200. Alfono XI regna appunto nella

città di Sevilla che era già stata strappata ai mori nel 1248.

La storia brevemente è quella di un nobile spagnolo, Don Juan e di tutti gli inganni che fa

prendendosi gioco delle persone (donn,e uomini, amici, sconosciuti), il suo istinto lo porta a

spingersi oltre le sue possibilità.

L’opera è divisa in 3 atti, però quella che è l’intreccio subisce una specie di separazione tra il 2 e il

3 atto questa porta a far si che ci siano 2 temi principali: el Burlador de Sevilla per il primo e il

secondo atto e El convidado de Piedra per il 3 atto. Nel 3 atto si mette in scena l’ultima burla che

porterà Don Juan alla morte.

Le avventure iniziano nel palazzo reale di Napoli dove incontra e inganna la duchessa Isabel che è

promessa a Duca Ottavio, Don Juan riesce a scappare grazie all’aiuto dello zio che è ambasciatore

di Napoli, si imbarca e arriva in Spagna (Tarragona), qua si consuma il secondo inganno alla

pescatrice Tisbea che prima di incontrare Don Juan si lancia in un lungo monologo in cui ci

racconta la sua vita da burlatrice, quindi è vista come una sorta di Don Juan al femminile, appena

incontra Don Juan si innamora di lui.

Tirso de molina ci lascia in sospeso con questo episodio e introduce una scena con don Alfonso e

don Gonzalo de ulloa che è il padre di Dona Ana, che sarà una delle vittime di Don Juan e sarà il

nobile che citerà in duello, in questo dialogo abbiamo la descrizione della città di Lisbona, Don

Gonzalo mette in risalto un mondo ideale che contrasta il mondo di perdizione di Don Juan, poi

Tirso torna all’inganno di Tisbea e lo fa finire con la fuga di Don Juan. FINE PRIMO ATTO


ACQUISTATO

10 volte

PAGINE

2

PESO

17.16 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere (BRESCIA - MILANO)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura spagnola e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cattolica del Sacro Cuore - Milano Unicatt o del prof Crippa Francesca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura spagnola

Riassunto esame Letteratura Spagnola, prof. Crippa, libro consigliato Fuente Ovejuna di De Vega
Appunto
Don Chisciotte
Dispensa
Riassunto esame Letteratura Spagnola, prof. Crippa, libro consigliato Peribanez y el Comendador de Ocana, de Vega
Appunto
Letteratura spagnola - appunti generici
Appunto