Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

INTERLEUCHINA-2

Il legame di IL-2 al suo recettore induce la cellula a progredire

attraverso il ciclo cellulare.

Le cellule T attivate in tal modo possono dividersi due-tre volte al

giorno generando un clone costituito da migliaia di cellule che

portano tutte un identico recettore per l’antigene.

INTERLEUCHINA-2

La funzione più importante del segnale co-stimolatorio è di

contribuire alla sintesi di IL-2.

La trascrizione del gene di IL-2 non porta di per sé alla produzione

di IL-2, che richiede il legame di CD28 a B7. Tale legame determina

la stabilizzazione del mRNA per IL-2.

Un secondo effetto del legame di CD28 è l’attivazione di fattori di

crescita (AP-1 e NFkB) che aumentano di 3 volte la trascrizione del

mRNA di IL-2.

SEGNALE CO-STIMOLATORIO NELL’ATTIVAZIONE

DEI LINFOCITI T

Una volta attivata, la cellula T naive esprime numerose molecole che

contribuiscono a conservare o modificare il segnale co-stimolatorio

e che guidano l’espansione clonale e il differenziamento.

Una di queste è il ligando CD40, così chiamato perché lega CD40

sulla superficie delle APC. Il legame di CD40L a CD40 induce una

ulteriore attivazione delle cellule T e le APC a esprimere molecole B7.

CD40L e CD40 appartengono alla famiglia del TNF.

Un’altra coppia di molecole della famiglia TNF, che interviene nella

stimolazione delle cellule T, sono le molecole 4-IBB e il suo ligando

4-IBBL, espresso da tutte e APC.

SEGNALE CO-STIMOLATORIO NELL’ATTIVAZIONE

DEI LINFOCITI T

Sulle cellule T attivate vengono anche indotte proteine associate al

CD28 e servono a modificare il segnale co-stimolatorio.

Una è CTLA-4, recettore aggiuntivo per le molecole B7. Il CTLA-4

lega le molecole B7 con un’affinità circa 20 volte più elevata di CD28

e invia segnali inibitori alle cellule T attivate.

CTLA-4 fa sì che la progenie di una cellula T attivata sia meno

sensibile alla stimolazione da parte di APC e rilasci meno IL-2, un

fattore di crescita autocrino delle cellule T.


PAGINE

14

PESO

304.60 KB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Immunologia con analisi dei seguenti argomenti: il segnale costimolatorio nell’attivazione delle cellule T si deve alle molecole costimolatorie B7-1 e B7-2. Il recettore di queste molecole è il CD28, l’IL-2 modula la proliferazione e differenziazione delle cellule T; un ruolo spetta all’IFN e alle molecole della sua famiglia, come CD40L, 4-IBB, il recettore CTLA-4 è di tipo inibitorio.


DETTAGLI
Esame: Immunologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Immunologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Conese Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Immunologia

Immunologia - Inflammosoma
Appunto
Immunologia - trapianti e rigetto
Appunto
Immunologia – HIV
Appunto
Immunologia – attivazione dei linfociti T naive maturi
Appunto