Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

RUOLO DELLA SELEZIONE POSITIVA NELLA

MATURAZIONE E SOPRAVVIVENZA DEI LINFOCITI B

Almeno la metà delle cellule pre-B viene perduta durante la maturazione

che avviene nel midollo osseo, per mancata produzione di riarrangia-

mento produttivo e per la delezione clonale delle cellule immature

auto-reattive.

La maggior parte delle cellule immature, che esprimono alti livelli di

sIgM, non sopravvivono fino a diventare cellule che esprimono bassi

livelli di sIgM e alti di IgD.

RUOLO DELLA SELEZIONE POSITIVA NELLA

MATURAZIONE E SOPRAVVIVENZA DEI LINFOCITI B

La produzione giornaliera di nuovi linfociti B ammonta a circa

il 5-10% della popolazione totale periferica in una situazione

stazionaria.

Per aversi una popolazione costante, l’afflusso di nuovi linfociti prodotti

deve essere bilanciato dalla morte di un ugual numero di cellule B

periferiche.

La maggior parte delle cellule B periferiche (circa il 90%) ha tuttavia

una lunga vita e ogni giorno ne muore solo l’1-2%.

La maggior parte di quelle che muoiono appartiene alla popolazione

di linfociti B immaturi a vita breve.

RUOLO DELLA SELEZIONE POSITIVA NELLA

MATURAZIONE E SOPRAVVIVENZA DEI LINFOCITI B

Esistono due classi di linfociti B periferici.

Quelli a vita breve sono rappresentati da quei linfociti che, formatisi

di recente, non riescono ad entrare nei follicoli linfoidi o perché

anergici o perché non superano una sorta di selezione positiva.

Circa il 90% di tutti i linfociti periferici sono cellule B mature a vita

relativamente lunga che sembrano aver superato la selezione positiva in

periferia.

Solo un piccolo gruppo di linfociti B riesce a sopravvivere per diventare

pool di cellule periferiche a vita lunga.

RUOLO DELLA SELEZIONE POSITIVA NELLA

MATURAZIONE E SOPRAVVIVENZA DEI LINFOCITI B

L’impossibilità di sopravvivere per più di pochi giorni che incontra la

maggior parte dei linfociti B in periferia sembra dovuta principalmente

alla competizione per l’accesso ai follicoli nei tessuti linfoidi periferici.

Sembra che i follicoli forniscano ai linfociti B vergini dei segnali

essenziali per la sopravvivenza e forse per la maturazione. Perciò se i

linfociti non riescono a penetrare nei follicoli, il loro passaggio

attraverso la periferia è terminato e finiscono per morire.

RUOLO DELLA SELEZIONE POSITIVA NELLA

MATURAZIONE E SOPRAVVIVENZA DEI LINFOCITI B

Il follicolo fornisce i segnali per la sopravvivenza dei linfociti B:

BAFF (fattore attivante la cellula B appartenente alla famiglia TNF)

secreto dalle cellule stromali e BAFF-R sulle cellule B.

Le dinamiche di popolazione indicano che la competizione favorisce le

cellule B mature che fanno parte del pool di cellule periferiche a lunga

vita.

Queste cellule potrebbero aver subito dei cambiamenti fenotipici

che le avvantaggiano:

- CXCR5 per la chemochina CXCL13 espressa dalle cellule follicolari

dendrtiche

- componente CR2 (CD21) del recettore delle cellule B.

RUOLO DELLA SELEZIONE POSITIVA NELLA

MATURAZIONE E SOPRAVVIVENZA DEI LINFOCITI B

Comunque, cosa determina il destino di un linfocita B immaturo?

Sembra che la espressione continua del recettore e la relativa

trasduzione del segnale attraverso di esso sia necessaria alla sopravvi-

venza del linfocita B.

Il recettore potrebbe dare un messaggio di “tonicità”.

L’assemblaggio del complesso recettoriale potrebbe generare un segnale

debole che di tanto in tanto scatena alcuni, oppure tutti i segnali a valle.

RUOLO DELLA SELEZIONE POSITIVA NELLA

MATURAZIONE E SOPRAVVIVENZA DEI LINFOCITI B

In alternativa, potrebbe essere la specificità del recettore ad avere un

ruolo nella selezione dei linfociti B immaturi.

Alcuni studi dimostrano che il repertorio di recettori dei linfociti

maturi sopravvissuti è arricchito di determinate specificità antigeniche,

se confrontato con la popolazione immatura.

Comunque, i linfociti del pool a vita lunga potrebbero avere bisogno

di altri segnali, che ora non sono stati ancora identificati: per esempio,

dalle cellule del loro ambiente naturale, il follicolo, attraverso il quale

ripassano ad intervalli di pochi giorni.

La continua perdita e produzione di linfociti B assicura che il repertorio

di recettori sia continuamente modificato in modo da raccogliere le

nuove sollecitazioni antigeniche.

RUOLO DELLA SELEZIONE POSITIVA NELLA

MATURAZIONE E SOPRAVVIVENZA DEI LINFOCITI B

L’importanza della specificità del recettore è dimostrato dalla

selezione di due popolazioni di linfociti B che non si localizzano

nei follicoli: cellule B-1 e cellule B della zona marginale.


PAGINE

20

PESO

90.40 KB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Immunologia sui seguenti argomenti: gli organi linfoidi secondari o periferici comprendono la milza, i linfonodi e i tessuti linfatici associati alle mucose (MALT). Qui i linfociti B completano il processo di maturazione, mentre i linfociti T sono già maturi e ricircolano nell’organismo alla ricerca degli Ag patogeni. I linfociti che non incontrano l’Ag dopo un po vanno incontro a morte e sono rimpiazzati da altre cellule.


DETTAGLI
Esame: Immunologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Immunologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Conese Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Immunologia

Immunologia - Inflammosoma
Appunto
Immunologia - trapianti e rigetto
Appunto
Immunologia – attivazione dei linfociti T naive maturi
Appunto
Immunologia – HIV
Appunto