Che materia stai cercando?

Il flauto magico, Mozart - Riassunto

Appunti per l'esame di storia della musica con il professor Mellace, in cui viene descritta la celebre opera musicale realizzata da Wolfgang Amadeus Mozart dal titolo Il flauto magico. Il testo fu composto da Mozart nell'arco di tempo compreso tra maggio-settembre del 1791. L'opera musicale inoltre è pervasa da un vero e proprio alone di mistero e si nasconde in essa una vera e propria simbologia.... Vedi di più

Esame di Storia della musica docente Prof. R. Mellace

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

dell’opera

Riassunto

Il Flauto Magico è una favola meravigliosa, ambientata nell’antico Egitto, in un’atmosfera irreale e

fantasiosa.

La storia racconta come il principe Tamino, aiutato dal fedele Papageno, combatte le forze del male

l’amata Pamina.

con lo scopo di liberare

Personaggi principali:

Tamino: Giovane principe egiziano

Pamina: Figlia della Regina della Notte

Astrifiammante: Regina della Notte, madre di Pamina

Sarastro: Gran Sacerdote del regno della Saggezza

Pappageno: Uomo Uccello

Monastatos: Moro, carceriere di Tamina

Atto I

L'Opera inizia con le grida di aiuto di Tamino che sviene dopo essere stato inseguito da un enorme

serpente. In quel momento appaiono tre dame vestite di nero che, con le loro spade dalle punte

d'argento atterrano il dragone poi vanno a riferire alla loro padrona, la Regina Della Notte,

Astrifiammante.

Vestito di piume, nelle sembianze dell'Uomo Uccello, Papageno entra in scena ed in cambio di cibo,

dona degli uccelli alla Regina della Notte.

Tamino si risveglia, vede il serpente morto ai suoi piedi e pensa sia Papageno il suo salvatore che non

nega il fatto; però, le tre dame ritornano, e per punire il mentitore gli chiudono la bocca con un

lucchetto.

Le dame portano il ritratto di Pamina, figlia della loro Regina, prigioniera dell'Incantatore Sarastro.

Preceduta da tre coppie di fulmini (il tre è un simbolo ricorrente ricollegabile alla massoneria), arriva

la Regina della Notte, che promette a Tamino la mano di sua figlia, se egli riuscirà a liberarla.

Tamino giura di liberare Pamina e allora le tre dame gli donano un flauto magico, un talismano che

dovrà aiutarlo durante le prove.

A Papageno che deve accompagnare Tamino nella spedizione, viene tolto il catenaccio e gli viene

donato un carillon fatato.

Guidati da tre ragazzi, Tamino e Papageno si incamminano verso il Tempio di Sarastro dove Pamina

sta respingendo le attenzioni non volute del Moro Monostatos.

Tentando di fuggire, Pamina sviene proprio quando arriva Papageno che, dopo aver fatto fuggire

Monostatos, dice a Pamina che tra breve verrà a prenderla il principe Tamino.

Tamino arriva di fronte ai tre Templi, sui quali si legge "Tempio della Natura", "Tempio della

Ragione", "Tempio della Saggezza" e, dopo aver bussato invano ai primi due Templi, vede aprirsi la

porta del "Tempio della Saggezza".

Ne esce un vecchio prete che gli domanda cosa sta cercando, e lui risponde: "L'amore e la virtù".

Il vecchio prete replica: "Impossibile, perché la vendetta brucia in te. Perché odi Sarastro?"

Tamino risponde: "Perché ha rapito Pamina a sua madre”. Il vecchio prete replica ancora: "Ciò è vero,

ma per delle ragioni che tu ignori. Quando la mano dell'amicizia t'introdurrà qui, tu capirai la verità".

Tamino, rimasto solo, suona il suo flauto per Pamina che appare con Papageno, inseguiti da

Monostatos.

Su un carro tirato da sei leoni, appare Sarastro: egli ferma Monostatos, colpevole di aver insidiato

Pamina, e lo punisce a bastonate.

Tamino e Pamina si abbracciano, ma Pamina non è ancora libera e Sarastro dice che se Tamino e

Papageno vorranno entrare nel suo regno, dovranno purificarsi superando tre prove.

Così i due vengono sottoposti alle prove.

Atto II

Entra in scena un corteo di diciotto sacerdoti che vanno a sedersi davanti a una piramide, al centro di

un boschetto di acacie.

Sarastro manda un Oratore ad istruire Tamino e invoca Iside e Osiride affinché aiutino spiritualmente

Papageno e Tamino.

Tamino dichiara di aspirare alla conoscenza ed alla saggezza, mentre Papageno, desidera invece una

piccola donna gentile.

Quindi iniziano la prima prova: dovranno stare in silenzio, qualunque cosa accada.

Monostatos cerca di baciare Pamina mentre dorme, ma viene allontanato dalla Regina della Notte:

essa porge un pugnale alla figlia Pamina e le chiede di vendicarla uccidendo Sarastro, perché il suo

sposo morendo le lasciò i tesori materiali, ma diede a Sarastro il Settuplice Cerchio Solare. La Regina

della Notte non può agire da sola perché lei stessa è impotente in quei luoghi.

Monostatos, avendo sentito il dialogo di madre e figlia, minaccia di rivelare l’intrigo se Pamina non

l’amerà, ma Pamina supplica Sarastro di risparmiare sua madre. Il Re, però, non conosce la vendetta

spiega a Pamina con fare paterno, che l’amore, e non la vendetta, conduce

e, scacciato Monostatos,

alla felicità.

Papageno e Tamino intanto continuano a mantenere il silenzio; Papageno respinge le avances di una

vecchia che pretende di avere 18 anni, mentre invece Tamino attira Pamina col suono del suo flauto,

pur non potendo parlare.

Solamente Tamino supera le prime prove con fermezza e quindi può a continuare, mentre Papageno

nel frattempo promette tenerezza e fedeltà alla vecchia che si trasforma all'istante in una attraente

Papagena, cioè una versione femminile, simile del tutto a lui, di Papageno stesso.

In un'altra scena, tre giovani impediscono a Pamina, disperata perché crede di aver perso l'amore di

Tamino, di uccidersi con lo stesso pugnale datole da sua madre.

In un'altra scena due sacerdoti sorvegliano l'entrata dei sotterranei del Tempio: chiunque avanzi su

questo cammino senza temere la morte, verrà purificato dalla Terra, dall'Acqua, dall'Aria e dal Fuoco

e risorgerà allora dalla terra verso il cielo. Pamina, rassicurata nel frattempo dell’amore di Tamino,

decide di accompagnarlo nelle ultime prove.

Lei gli racconta l'origine del Flauto Magico, eredità di suo padre, antico Maestro di una Fraternità

Solare, che intagliò il flauto dalla radice di una quercia antica, in un'ora incantata, fra tuoni, fulmini

e tempesta.

Tamino suona allora il flauto, scatenando le forze astrali, fiamme, ombre, bagliori, ma Tamino e

Pamina, rimangono protetti e imperturbabili.


ACQUISTATO

3 volte

PAGINE

6

PESO

326.50 KB

AUTORE

Moses

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti per l'esame di storia della musica con il professor Mellace, in cui viene descritta la celebre opera musicale realizzata da Wolfgang Amadeus Mozart dal titolo Il flauto magico. Il testo fu composto da Mozart nell'arco di tempo compreso tra maggio-settembre del 1791. L'opera musicale inoltre è pervasa da un vero e proprio alone di mistero e si nasconde in essa una vera e propria simbologia.
La forma e lo stile seguono il modello dello Singspiel da un lato e la forma stilistica della Zauberoper dall’altro lato. Si tratta di due forme tipiche delle opere tedesche. Il flauto magico si articola in due atti ed è ambientato nell'antico Egitto. Le vicende si svolgono sia di giorno sia di notte per simboleggiare il passaggio dall'oscurità dell'inganno alla luce della sapienza, in cui si intravede il capovolgimento di ruoli dei personaggi buoni e dei personaggi cattivi, i cui più rappresentativi sono Sarastro e la regina della notte Astrifiammante.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in discipline delle arti, della musica e dello spettacolo - D.A.M.S. (IMPERIA)
SSD:
Università: Genova - Unige
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Moses di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia della musica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Genova - Unige o del prof Mellace Raffaele.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in discipline delle arti, della musica e dello spettacolo - d.a.m.s. (imperia)

Considerazioni sui film
Appunto
Scheda su Phormio di Terenzio
Appunto