Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

valore nella storia, e il dilemma tra responsabilità dei singoli e

responsabilità ambientale non è però risolvibile. Il secondo

problema è che con la rivoluzione industriale il tempo delle

modificazioni dei rapporti tra uomo e ambiente si è accelerato

notevolmente, e se le correnti di profondità erano relativamente

lente, oggi si sono velocizzate, offrendo eventi più rapidi ed

estremi.

La visione di Schiavone

Aldo Schiavone, storico del diritto romano antico, nell’opera del

2007 “Storia e destino”, aggiunge allo schema del tempo di

Braudel un ulteriore livello di profendità, il tempo profondo,

riguardante il tempo dell’evoluzione umana. Questa storia

aumenta di velocità negli ultimi 30.000 anni, fino ad arrivare allo

strappo odierno.

Per Schiavone si entra nella storia con la comparsa

dell’intelligenza umana e la modificazione dei rapporti uomo-

ambiente.

L’evoluzione umana segue per lo studioso due direttrici:

L’evoluzione biologica, che è stabile nella sua lentezza;

a) L’evoluzione culturale, diventata molto rapida;

b)

Stiamo entrando in una terza rivoluzione culturale, dopo la

rivoluzione agricola e quella industriale. Questa transizione muterà

l’uomo radicalmente, poiché stiamo per raggiungere un punto di

fuga nell’orbita in cui ci siamo mossi fino ad ora, perché l’uomo

prenderà in mano la sua evoluzione biologica, e i due tipi di

evoluzione si congiungeranno in rapidità, in una bioconvergenza,

dove le nanotecnologie sostituiranno le parti del corpo. L’uomo sarà

così oltre la specie, divenendo solo cultura.

Si assiste ad una compressione spazio- temporale, da cui si arriva

ad una riduzione delle distanze fisiche e ad una rottura dei legami

tra passato, presente e futuro. Infatti, in una società tradizionale la

storia è vissuta come continuità tra i tre stati e il futuro è atteso con

una mentalità collettiva, ma ora la compressione distrugge i

collegamenti tra passato e presente, poiché il primo non è più causa

del secondo, e il futuro è atteso ora in maniera prettamente

individuale. Questa condizione di potenzialità personale nel

decidere il proprio futuro ci porta a vivere in un “presente

inospitale”, un presente che non ha nessun legame con il passato e

nessuna certezza nel futuro.

La molteplicità degli spazi

In ambito geografico, si tratta in genere di spazi cartografici, formati

quindi su carta. Questi spazi sono soggetti ad una diversificazione in

base all’utilizzo di differenti scale di rappresentazione. La scala è il

rapporto di riduzione che vi è tra realtà e rappresentazione, che può

essere grafica o numerica, e determinati fenomeni non si vedono

sulla carta se si utilizza una determinata scala a differenza di

un’altra. Quindi, per una visione d’insieme di un luogo, bisogna

tener conto di più scale. Perciò:

Ad ogni scala si possono identificare unità auto-organizzative

A. e strutture ben stabilite;

Tutte le scale, sebbene indipendenti l’una dalle altre, sono

B. correlate (relazioni transcalari);

A livello di azione singola, può prevalere la visione di una

C. scala, ma è l’insieme di queste a dare un’osservazione

complessiva;

Come esempio, valutiamo 5 tipi di carte geografiche su Venezia con

differenti scale:

Carta topografica regionale (1:10.000)

A questa scala si identificano gli abitati, le piazze, le chiese, i canali.

Di questi si vedono le quote battimetriche che ne segnano la

profondità. A partire da questi dati, quindi, si possono edificare

carte tematiche sulla densità di popolazione, l’urbanizzazione ed il

costo degli immobili, i palazzi storici, le sedi politiche della città, i

flussi del turismo ecc., ossia le dimensioni sociali, politiche,

economiche.

N.B. 1 Le strutture militari non si possono rappresentare sulla carta

geografica

N.B. 2 Le carte non sono la realtà, rappresentano solo gli elementi

che interessano a chi costruisce la carta, non è il territorio in sé.

Carta Topografica (1:100.000)

Si vedono strade, vie di comunicazione, i fiumi ed i canali e la

struttura del greticolato romano. In questa mappa si possono

individuare, cosa che prima non si poteva fare, i rapporti con

l’esterno di Venezia, in particolare il suo legame con Mestre e Porto

Marghera, legami importantissimi, e la natura lagunare di Venezia,

creata in maniera artificiale dai veneziani stessi. Si può condurre

quindi un’analisi transcalare, su ciò che accade dentro a Venezia e

ciò che accade fuori dalla città e i suoi legami con l’esterno.

Carta Corografica (1:1.000.000)

In questa carta si può visualizzare l’orografia della regione, la

presenza della pianura padana, il Po ed i suoi affluenti, il mare e la

costa. Si denotano poi i confini con gli stati vicini alla sede

veneziana. Quindi si possono formare impressioni sui rapporti tra

Venezia e stati come l’impero asburgico austriaco e i rapporti

commerciali con essi, attuati anche grazie il mare, e i rapporti

commerciali intrattenuti con l’interno, grazie al quale, tramite le vie

fluviali, Venezia si riforniva di legname, indispensabile per la

costruzione della potente flotta veneziana.


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

8

PESO

23.81 KB

AUTORE

Primus93

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in storia
SSD:
Docente: Pase Andrea
Università: Padova - Unipd
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Primus93 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Geografia storica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Padova - Unipd o del prof Pase Andrea.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Geografia storica

Riassunto esame Geografia Storica, prof. Pase, libro consigliato Armi, Acciaio e Malattie di Diamond
Appunto
Riassunto esame Geografia Storica, prof. Pase, libro consigliato Armi, Acciaio e Malattie di Diamond
Appunto
Storia del cristianesimo
Appunto
Storia moderna
Appunto